www.giornalelirpinia.it

    21/10/2017

La Germani Brescia incontenibile, la Sidigas Avellino cede le armi

E-mail Stampa PDF

Jason Rich (fonte Scandone basket)MONTICHIARI (Brescia) – Arriva il primo stop della stagione per la Sidigas Avellino battuta nettamente a Montichiari dalla Germani Brescia per 96 a 75. Partita in effetti dominata dai padroni di casa che dopo 10’ di gioco hanno preso le misure ai biancoverdi, capaci di reagire solo a tratti. Difesa da rivedere, visti i 96 punti subiti, ed attacco che troppo spesso accusa colpi a vuoto. È chiaro che nella squadra non ci sono più la classe di Ragland e l’intelligenza di Green, con il solo Leunen che si danna l’anima cercando di tenere a galla la squadra. Difesa molle ed avversari sempre pronti ad approfittarne.

Non ce ne voglia Michele Vitali, ma subire 19 punti da un giocatore non certamente di prima fascia deve far riflettere sulla difesa dei singoli e di squadra. Ma anche la manovra d’attacco deve salire di tono e non di poco, perché alcuni sprazzi di gioco, si è visto oggi a Brescia, non sono sufficienti per portare a casa i due punti. Sacripanti ha ritrovato Fesenko, in campo per soli 13’, ma ha avuto poco e niente da N’Diaye, sempre più corpo estraneo, soprattutto nella fase offensiva, anche se in quella difensiva non possono bastare un paio di stoppate ed i cinque rimbalzi. Prova negativa anche per Filloy (0/2 da due e 0/4 da tre punti), che ha chiuso con un – 3 di valutazione, e che non appare nemmeno la controfigura del giocatore ammirato agli Europei con la Nazionale italiana. Ed alle porte già c’è la trasferta ad Istanbul di Champions League di mercoledì prossimo contro il Besiktas.

La cronaca. Prima frazione in equilibrio, con la Sidigas che allunga nel finale di periodo salendo sul 18 a 26, e con il canestro di Fall che fissa sul 20 a 26 il punteggio al 10’. Il canestro del bresciano segna l’inizio del parziale di 18 a 0 con il quale Brescia si porta sul 36 a 26 al 15. Per la Sidigas il black-out dura 5’, e la luce l’accende il solito Leunen, che insieme a Fitipaldo riporta la Sidigas al – 3 (41/38 al 17’), con il periodo che si chiude sul 49 a 44, e con i padroni di casa che, dopo aver sparato a vuoto per i primi 10’, ottengono un ottimo 6/8 al tiro da tre punti. Rich riporta la Sidigas al minimo scarto (49/48 al 22’), ma poi Brescia allunga ancora con un parziale di 8 a 0 che vale il 57 a 48 del 24’. A metà della terza frazione la Sidigas ha un sussulto, con Rich e Leunen che segnano i punti del pareggio a quota 61 al 27’, e Wells mette dentro i liberi del sorpasso (61/63 al 28’). Ma, come era accaduto all’inizio della seconda frazione, la Germani piazza il break di 23 a 4 che decide l’esito del match (84/67 al 35’).  La Sidigas non ha più né la forza né le idee per reagire, e Brescia controlla la gara incrementando il distacco fino al 96 a 75 finale.

Queste le parole di Sacripanti al termine del match: “Abbiamo giocato una brutta partita. Brescia è stata brava nel secondo quarto con il 6/6 da tre punti (in effetti è stato un 6/8 n.d.r.), noi siamo riusciti a restare attaccati alla partita fino al ventottesimo minuto, poi abbiamo preso un parziale sanguinoso. Non siamo stati capaci di gestire al meglio la palla e non siamo rimasti compatti soffrendo la fisicità degli avversari. Abbiamo avuto un po’ di problemi nell’uno contro uno, ho cercato di abbassare il quintetto per cercare di correggere questa situazione. Nel finale siamo calati e non siamo riusciti più a rientrare in partita”.

Così invece Andrea Diana, coach della Germani Brescia: “I miei ragazzi sono stati molto bravi, ognuno ha dato il proprio contributo per raggiungere il successo finale. Ho visto giocatori che avevano voglia di aiutarsi, di coinvolgersi, di passarsi la palla e di pescare sempre l’uomo più libero per fare canestro. L’obiettivo di tutti è stato quello di fare una bella prestazione e vincere, lasciando da parte le situazioni individuali. Alla fine è arrivata una vittoria larga nel punteggio, che ci deve dare consapevolezza della bontà del lavoro svolto durante la settimana. Questa partita, però, deve farci capire soprattutto che per ottenere risultati bisogna lavorare sempre e con grande intensità. Non dobbiamo mai abbassare la guardia e continuare giorno dopo giorno a dare il massimo in palestra per arrivare pronti in campo la domenica”.

Il tabellino del match:

GERMANI BASKET BRESCIA-SIDIGAS AVELLINO 96-75

Germani: Moore 16, Hunt 19, L. Vitali 8, Landry 16, Veronesi ne, Fall 2, Traini, M. Vitali 19, Moss 5, Sacchetti 5, Bushati 6. Allenatore: Diana.
Sidigas: Zerini 5, Wells 14, Fitipaldo 10, Mavric ne, Leunen 16, Scrubb 3, Filloy 2, D’Ercole, Rich 18, Fesenko 5, N’Diaye 2, Parlato ne. Allenatore: Sacripanti.
Arbitri: Martolini, Baldini e Boninsegna
Note: parziali 20/26 – 49/44 – 70/64. Tiri liberi: Germani 10/15, Sidigas 12/16.  Tiri da 2: Germani 31/50, Sidigas 15/29.  Tiri da 3: Germani 8/17, Sidigas 11/27.  Rimbalzi: Germani 25, Sidigas 28.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Teatro Gesualdo Avellino

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com