www.giornalelirpinia.it

    20/01/2018

La Sidigas lotta, ci crede e alla fine doma Venezia all’ot

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Basket5_sidreyer.jpgAVELLINO – La Sidigas Avellino batte i campioni d’Italia dell’Umana Reyer Venezia al termine di una gara intensa e molto combattuta: 87-77 il risultato finale a favore della squadra di Sacripanti che è stata quasi sempre in testa e che alla fine s’impone dopo un tempo supplementare conquistando la seconda posizione in classifica a pari punti con i veneti…

In aggiornamento...La Sidigas Avellino batte per 87 a 77 l’Umana Venezia e raggiunge i lagunari al secondo posto, sorpassandoli proprio in virtù dello scontro diretto vinto. È stato necessario disputare un supplementare per aver ragione dei Campioni d’Italia che hanno inseguito per l’intera partita, riuscendo nel sorpasso sul finire dell’ultimo periodo, grazie ad una difesa “mani addosso” consentita dalla terna arbitrale. Ma, nonostante questa circostanza avversa, la Sidigas ha avuto la forza di aggrapparsi al match, una volta che è finita sotto sul 68 a 70. Il cronometro indica che mancano solo 2” al termine. Ma, come era successo nel match di Milano, Leunen si impossessa del pallone e lo lancia lungo per Rich che controlla e deposita un comodo lay-up nel canestro avversario, pareggiando a quota 70 con 90 centesimi da giocare. L’impresa di Milano trova la sua riedizione contro Venezia, che nel supplementare crolla mentalmente e fisicamente. Il 17 a 7 di parziale, con 9 punti di uno scatenato Rich, è la logica conseguenza della voglia di vittoria della Sidigas, che nell’overtime è praticamente perfetta, lasciando agli avversari solo conclusioni forzate (2/7), che non trovano il fondo della retina avellinese.

Ma Avellino la partita l’ha meritata per quanto ha fatto nell’intero arco della partita, scegliendo tante soluzioni da due punti (32/50), limitando quelle dalla lunga distanza (3/11). Diversa la scelta, perdente, di Venezia, che ha tirato più da tre punti (11/35), che da due (14/32). La Sidigas ha dominato in tutte le voci statistiche, ed ognuno ha fatto in pieno quanto richiesto da Sacripanti. A parte qualche piccolo black-out, Avellino ha disputato una partita solida, ordinata, riuscendo a sfruttare la netta superiorità sotto i tabelloni. Fesenko, che aveva giocato la sua ultima partita il 15 ottobre, si è presentato in campo con buoni numeri: 12 punti con 4 schiacciate, 7 rimbalzi, 5 falli subiti e 16 di valutazione in soli 16’30” di impiego. Leunen ha smazzato 6 assist, compreso quello incredibile a Rich che fa il paio con quello servito a Filloy nel match di Milano, ed ha catturato 12 rimbalzi, con 20 di valutazione finale. Rich, 29 punti, 3 assist e 7 falli subiti, è stato devastante con il suo 10/13 da due punti. Filloy, fra l’altro, ha smazzato ben 7 assist, mentre Wells ha ottenuto un bottino personale di 16 punti con 4 schiacciate (10 in totale quelle della squadra) ed un ottimo 8/13 da due punti e 3 palle recuperate, una importantissima, quella che ha portato la Sidigas sul 78 a 70.

Così coach Sacripanti al termine del match: “Innanzitutto ci tengo a fare un ringraziamento speciale a Jason (Rich n.d.r.), che ha dato prova di saper essere un grande professionista, oltre che una grande persona. Quando ci ho parlato in settimana mi sono reso conto di avere davanti un uomo maturo. Rappresenta la squadra per la sua dedizione e per il suo attaccamento. Nel finale del quarto periodo, quando l’ho visto scattare, ho subito capito cosa sarebbe successo, ancora una volta grazie al preziosissimo aiuto di Leunen, un campione vero, soprattutto dal punto di vista dell’intelligenza cestistica. Siamo contenti di aver vinto una partita importante, giocando un’ottima pallacanestro. Siamo andati male nel terzo e nel quarto periodo, in fase realizzativa ma soprattutto in quella difensiva. Siamo partiti all’inizio della terza frazione senza energia, correndo poco all’interno dei giochi, e abbiamo sofferto il tatticismo di Venezia. Nel contempo, però, abbiamo attaccato abbastanza bene quasi tutte le difese sperimentate dalla Reyer. Speriamo bene per le condizioni del ginocchio di Fesenko, affinché quello di stasera sia il primo passo verso un recupero definitivo: ho rischiato tanto con lui e per questo ringrazio il mio staff, in particolare Oldoini, De Gennaro, Barnabà, i fisioterapisti e tutti i dottori”.

Questo il tabellino del match:

SIDIGAS AVELLINO - UMANA VENEZIA 87 - 77 (d 1 t s )

Sidigas: Zerini 2, Wells 16, Ortner 2, Mavric n.e. Leunen 6, Scrubb 4, Filloy 12, D'Ercole, Rich 29, Fesenko 12, N'Diaye 4, Parlato n.e. All. Sacripanti.

Umana: Haynes 8, Peric 6, Johnson 14, Green, Bramos 11, De Nicolao 2, Orelik 18, Bolpin, Ress, Biligha 4, Cerella 2, Watt 12. All. De Raffaele.

Arbitri: Sahin, Lo Guzzo e Grigioni.

Note: parziali 22/16 - 39/30 - 54/49 - 70/70. Usciti per 5 falli: Watt. Tiri liberi: Sidigas 14/20, Umana 16/20. Tiri da due punti: Sidigas 32/50, Umana 14/32. Tiri da tre punti: Sidigas 3/11, Umana 11/35. Rimbalzi: Sidigas 43, Umana 35.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com