www.giornalelirpinia.it

    21/07/2018

La Sidigas padrona del campo, non c’è scampo per Capo d’Orlando

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Basket5_sidcaporlan.jpgAVELLINO – La Sidigas domina e batte senza problemi Capo d’Orlando con il punteggio di 97-69. La squadra di Sacripanti è seconda in classifica, insieme con Milano, a due punti dalla Capolista Brescia.

In aggiornamento…La Sidigas Avellino ottiene la 19esima vittoria del 2017 asfaltando la Betaland Capo d’Orlando. Il punteggio finale di 97 a 69 è la fotografia di una partita dominata dalla formazione di Sacripanti, che ha condotto dall’inizio alla fine, con gli ospiti che non sono stati in grado di opporre la benché minima resistenza. Bloccato Maynor, la fonte del gioco dei siciliani, tutto è stato abbastanza agevole per Leunen e compagni che, partendo da una buona difesa, hanno poi fornito un’eccellente prova anche in attacco. Il 22/29 (76%) da due punti ed il 14/29 (48%) nelle triple, oltre ad un ottimo 11/12 ai liberi sono numeri importanti, che nei primi 20’ hanno rasentato la perfezione (15/16 da due punti).

Sacripanti ha dovuto rinunciare ancora una volta a Wells, che potrebbe tornare nel primo match del 2018 a Sassari, ed ha gestito i suoi uomini cercando di dividere equamente il minutaggio, con le sole eccezioni di Filloy, 30’ in campo, e di Rich, utilizzato per 25’. Ed alla fine c’è stato spazio anche per Parlato, per l’esordio di Sabatino, e per Mavric, che ha segnato i suoi primi due punti in serie A realizzando il canestro che ha chiuso il match. La Betaland non è mai stata in grado di impensierire la Sidigas, che ha vinto senza grandi patemi, riuscendo ad imporre il proprio gioco fina dall’inizio del match. I siciliani sono stati una sola volta in vantaggio sul 2 a 4, per poi essere sommersa dai canestri della Scandone, che si è imposta in tutti e quattro i singoli periodi, ottenendo una valutazione complessiva di 128, mentre gli orlandini si sono fermati a 66. Il primo periodo si è chiuso sul 27 a 18, mentre all’intervallo lungo il distacco si è raddoppiato (52 a 34). Nella terza frazione la Sidigas ha raggiunto anche le 23 lunghezze di vantaggio (72 a 49), con il periodo che è terminato sul 72 a 52. Nonostante il netto vantaggio, Leunen e compagni non mollano nemmeno nell’ultimo periodo. Anzi, le cinque triple messe a segno, tre di Zerini, ed una a testa per Filloy e Rich portano la Sidigas prima sul + 31 (85/54 al 35’), poi al 95 a 65 del 39’, ed infine al 97 a 69 finale. La vittoria consolida la seconda posizione della formazione irpina, ormai sicura anche della partecipazione alle Final Eight.

Così coach Sacripanti al termine del match: “Sono molto contento di aver chiuso il 2017  in questo modo e davanti a questo pubblico. Come ho detto spesso, questa squadra merita l’affetto della città, e speriamo di dare sempre più dimostrazioni di carattere e di umiltà.  Da questa partita cogliamo tanti aspetti positivi, che vanno al di là dei 2 punti importantissimi conquistati. Innanzitutto mi ha fatto molto piacere notare l’intensità e l’attenzione che i ragazzi hanno messo nei 40’ di gioco, senza nessun momento di blackout, riuscendo a mettere in pratica tutto ciò che avevamo provato in allenamento. C’è da dire poi che, tranne i 30’ che ha giocato Filloy, sono riuscito a gestire il resto della squadra, dandogli non più di 25’ a testa. E’ questa la strada giusta per arrivare a fine stagione con giocatori non troppo stanchi. Scrubb è un giocatore che porta tanta freschezza in campo e che dà sempre tantissima energia e qualità. Oltre lui, però, una menzione speciale va a D’Ercole, che ha tenuto difensivamente benissimo Maynor, giocatore di altissimo talento, anticipandolo su tutti i passaggi”.

Coach Di Carlo non cerca scuse e non nasconde la sua delusione: “Nei primi due quarti Avellino ci ha fatto molto male dentro l’area tirando con quasi il 100% da due, e questo ci ha tolto tanta fiducia. Nel secondo tempo, specialmente ad inizio terzo quarto, abbiamo provato a reagire, ma alle prime difficoltà abbiamo definitivamente mollato. Sicuramente mantenere l’energia e restare in partita contro una squadra che segna con questo tipo di continuità era oggettivamente difficile, ma è ovvio che non siamo contenti della prestazione. Stasera non abbiamo offerto una buona prestazione, ma cercheremo di reagire e di rifarci subito, perché nella prossima in casa affronteremo Venezia, per una gara che richiede parecchia intensità, attenzione e concentrazione. Fino a che la matematica non dirà che siamo fuori dalle Final Eight di Coppa Italia è chiaro che siamo in piena lotta. I risultati di questa giornata non sono favorevoli a noi, ma l’esperienza ci insegna che l’imprevedibilità appartiene a questo sport e dunque dobbiamo pensare già a vincere contro Venezia”.

Il tabellino del match:

SIDIGAS AVELLINO - BETALAND CAPO D'ORLANDO 97 - 69

Sidigas: Zerini 9, Fitipaldo 9, Sabatino, Mavric 2, Leunen 12, Scrubb 9, Filloy 18, D'Ercole 3, Rich 20, Fesenko 7, N'Diaye 8, Parlato. All. Sacripanti

Betaland: Galipò n.e. Alibegovic 3, Maynor 8, Ihring 3, Atsur 6, Kulboka 14, Laganà n.e. Delas 10, Wojciechowski 11, Stojanovic 4, Ikovlev 9, Donda 1. All. Di Carlo.

Arbitri: Sardella, Bettini e Ranaudo.

Note: parziali 27/18 - 52/34 - 72/52. Spettatori 3.500 per un incasso di euro 54.500. Usciti per 5 falli: nessuno. Tiri liberi: Sidigas 11/12, Betaland 6/12. Tiri da due punti: Sidigas 22/29, Betaland 21/38. Tiri da tre punti: Sidigas 14/29, Betaland 7/21. Rimbalzi: Sidigas 36, Betaland 24.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com