www.giornalelirpinia.it

    21/06/2018

Playoff/La Sidigas si blocca e cede le armi, Trento vince e fa 2-1

E-mail Stampa PDF

Wells (fonte Scandone basket)TRENTO – Playoff, quarti di finale: ultimo quarto da dimenticare per la Sidigas Avellino che, dopo essere stata in testa per buona parte della gara, si blocca e praticamente si arrende a Trento che fa sua gara 3 con il risultato di 88-80 e si porta sul 2-1.  Sabato prossima c’è gara 4, ultima chance per la squadra di Sacripanti per rientrare in gioco e sperare quindi nel turno 5 che si dovrebbe giocare a Roma. In aggiornamento…

La Dolomiti Energia Trentino batte per 88 a 80 la Sidigas Avellino e si porta sul 2  a 1 nell’unica serie ancora aperta, perché Milano, Brescia e Venezia sono già sul 3 a 0, qualificate per le semifinali. La formazione di Sacripanti ha giocato alla pari con gli avversari, ma sono bastati 2’ di sbandamento ad inizio di quarto periodo, per subire un parziale di 12 a 0 che in pratica hanno deciso il match (68/58 al 32’). Eppure, sebbene la Sidigas abbia condotto fino ad allora, dopo questo break non ha poi più avuto la forza di reagire.

Dopo i primi 6’ in equilibrio (10 pari), Avellino allunga sul 10 a 17, per poi chiudere il primo periodo sul 17 a 21. Nella seconda frazione il punteggio resta in equilibrio, con le due squadre che si alternano al comando, ma con la Sidigas che sembra comunque avere il controllo della partita, portandosi prima sul 34 a 39, per poi chiudere sul 37 a 41 al 20’. Alla ripresa delle ostilità Renfroe con due triple contribuisce al parziale che porta i suoi sul 45 a 53 del 26’. Poi succede il classico episodio che cambia l’inerzia della partita: Renfroe cattura il rimbalzo sull’errore dell’avversario, ma inciampa in Auda finito a terra nell’area avellinese. Il play biancoverde perde la palla ed Hogue inchioda la schiacciata che rianima i padroni di casa, capaci di chiudere la terza frazione con soli due punti da recuperare (56/58). Ora Trento riprende fiducia, anche perché Renfroe e Wells perdono un pallone a testa, favorendo i canestri di Flaccadori e Shields, poi sale in cattedra Franke con dieci punti in fila, interrotti solo dalla tripla di Scrubb. Il punteggio, quando mancano 6’ al termine, diventa di 72 a 61, e la partita cambia padrone, anche se la Sidigas ci prova ancora portandosi sul 76 a 72 del 38’, nonostante quattro errori sanguinosi dalla lunetta. Trento trova anche qualche canestro fortunoso, e riesce a controllare la partita nonostante l’assenza di Gomes, mentre Sutton, peraltro poco in partita, che non rientra in tutto il quarto periodo. L’Aquila si porta così sul 2 a 1, e sabato sera avrà a disposizione il match-ball per accedere alla semifinale contro Venezia, sempreché la Sidigas non riesca ad arginare il gioco degli avversari come accaduto in gara-2.

Questo il commento di Sacripanti al termine del match: “È stata una partita strana: Trento ha avuto una fisicità superiore alla nostra, mentre noi abbiamo sbagliato evidentemente qualcosa e cercheremo di analizzare questi sbagli quando andremo a riguardare la partita. Dispiace perché per 30’ abbiamo espresso una buona pallacanestro, mostrando grande atletismo ed eseguendo bene i nostri giochi, purtroppo non siamo riusciti a reggere il loro ritmo nell’ultimo periodo. Abbiamo cercato come sempre di ruotare tutti i giocatori: qualcuno ci ha dato qualcosa in meno di ciò che ci aspettavamo, spero di essere capace di ritrovare il giusto modo di trasmettere grinta ai miei giocatori”.

Buscaglia non può che essere soddisfatto della prova dei suoi: “Volevamo avere un saldo positivo tra palle perse e recuperate per attaccare meglio il campo, era uno dei principali punti del nostro piano partita; seconda cosa dovevamo lavorare sulle linee di passaggio, lo abbiamo fatto e questo ci ha permesso di giocare la “nostra” partita. Che ci trovassimo sopra o sotto nel punteggio abbiamo sempre avuto la giusta mentalità nel “restare lì”, e ci siamo riusciti potendo contare sempre su cinque giocatori attivi e reattivi, pronti a questo livello di competizione. Quando nel quarto periodo abbiamo giocato con più ritmo i tiri sono andati dentro, di conseguenza la testa si è liberata, abbiamo creato spaziature migliori e questo ci ha dato più fluidità rispetto al primo tempo”.

Il tabellino del match:

DOLOMITI ENERGIA TRENTO - SIDIGAS AVELLINO 88 - 80

Dolomiti Energia: Franke 17, Sutton 8, Silins 4, Ladurner n.e. Forray 5, Conti n.e. Flaccadori 12, Gutierrez 10, Doneda , Hogue 20, Lechthaler, Shields 12. All. Buscaglia.

Sidigas: Zerini, Wells 10, Fucci n.e. Leunen 7, Scrubb 13, Filloy 11, Renfroe 6, D'Ercole, Rich 15, Auda 13, Fesenko 5, Parlato n.e. All. Sacripanti.

Arbitri: Begnis, Martolini e Di Francesco.

Note: parziali 17/21 – 37/41 – 56/58. Usciti per 5 falli: Gutierrez. Tiri liberi: Dolomiti 17/23, Sidigas 15/20. Tiri da due punti: Dolomiti 31/47, Sidigas 16/29. Tiri da tre punti: Dolomiti 3/13, Sidigas 11/21. Rimbalzi: Dolomiti 24, Sidigas 27.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com