www.giornalelirpinia.it

    17/10/2019

L’Avellino si fa corsaro e batte la Ternana

E-mail Stampa PDF

Trotta, autore di una doppietta (foto ufficio stampa Us Avellino)Marcatori: 4’ pt Mokulu, 25’  e 50’ st Trotta.

TERNANA-AVELLINO 0-3

TERNANA (4-2-3-1): Mazzoni; Zanon, Gonzalez, Masi, Vitale; Busellato Palumbo (7’ st Valjent); Gondo (35’ st Ceravolo), Falletti, Furlan; Avenatti (15’ st Belloni). A disposizione: Sala, Meccariello, Dugandzic,  Dianda, Monteleone, Janse. Allenatore: Breda.

AVELLINO (4-3-1-2): Frattali; Biraschi, Ligi, Chiosa, Visconti; Gavazzi (29’ st Nica), Jidayi, Arini; Bastien (21’ st D’Angelo); Mokulu, Tavano (23’ st Trotta). A disposizione: Offredi, Nica, Giron,  Zito, Soumarè, Petricciuolo, Insigne, Giron. Allenatore: Tesser.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano (Raparelli-Oliveri). Quarto uomo, Fourneau.

Ammoniti: 34’ pt Bastien, 40’ pt Tavano, 7’ st Ligi

Recuperi: 0’ più 5’.

TERNI – Seconda vittoria consecutiva per l’Avellino - la prima in trasferta - che supera la Ternana con un reboante 3-0, lo stesso punteggio conquistato martedì scorso in casa contro l’Ascoli. L’Avellino abbandona la colonna di destra della classifica e fa un bel balzo in avanti, ma soprattutto fa un balzo sul piano del morale all’interno del gruppo, morale che in questo momento, grazie al certosino lavoro iniziato e portato avanti da Tesser dopo il preoccupante inizio di campionato, è veramente alto e fa ben sperare per il futuro in vista della seconda trasferta consecutiva prevista dal calendario, quella in programma, in posticipo notturno, lunedì 9 novembre allo stadio Scida di Crotone.

Tesser conferma il 4-3-1-2 con Bastien in campo dal primo minuto al posto di Insigne e con il duo Tavano-Mokulu riproposto in avanti. Sarà però Trotta, subentrato a Tavano in preda in noie muscolari, a sigillare la gara con due gol d’autore che lasciano il segno e che stendono una Ternana ormai in bambola e non in grado di reagire. Una citazione particolare la merita Arini, un autentico uomo-assist, uno dei migliori tra le file dell’Avellino, soprattutto lì, nella zona nevralgica del centrocampo, dove ha potuto giostrare grazie anche al sostegno di un infaticabile e mai domo Jidayi. Naturalmente v’è soddisfazione in tutto l’ambiente biancoverde ma ancora una volta con molta saggezza Tesser, pur soddisfatto della bella vittoria che Trotta e compagni gli hanno regalato dinanzi al suo ex pubblico che l’ha applaudito ad inizio di gara, ha invitato tutti a rimanere con i piedi per terra.

La cronaca - Al 3’ pt è l’Avellino a portare il primo pericolo verso la porta della Ternana con Bastien che prova a girare in piena area umbra una palla crossatagli dalla sinistra da Visconti: è angolo. Non fallisce invece il bersaglio un minuto dopo Mokulu che, dopo essersi involato sulla fascia destra, porta in vantaggio l’Avellino mettendo con calma una palla in rete dopo aver spiazzato un incredulo Mazzoni. Un bel gol, fotocopia di quello realizzato contro il Modena in casa nella seconda di campionato. Provano a reagire le fere ma gli irpini appaiono in grado di mantenere bene il campo e di controllarne la manovra offensiva. Insistono comunque gli umbri anche se la loro maggiore pressione non riesce a concretizzarsi bloccata com’è dall’attenta difesa biancoverde che ha in Biraschi il perno principale ed in Jidayi l’uomo tutto campo, in grado di assicurare un continuo raccordo tra  i vari reparti. Pericolosa comunque la Ternana al 23’ pt con Furlan servito da Zanon ma la sua conclusione è deviata in angolo. La gara ha ormai assunto una precisa fisionomia: umbri costantemente in attacco e decisi a conquistare il pareggio, irpini attenti a controllarne la manovra e pronti a ripartire in avanti affidandosi alle ripartenze di Tavano e Bastien.

Al 34’ pt prima ammonizione della gara: se la becca Bastien per gioco pericoloso su di un avversario. Al 38’ pt tiro di Tavano dopo un primo tentativo dalla distanza di Gavazzi, para Mazzoni. Al 40’ pt azione pericolosa dell’Avellino con Mokulu che però cincischia e si fa irretire dalla difesa ternana. Finale di tempo con gli umbri in cerca disperata del gol del pareggio, ma il punteggio rimane fermo sullo 0-1 a favore degli irpini.

Ripresa – Subito in avanti gli umbri che provano a riagguantare il risultato. Al 2’ st azione pericolosa della Ternana con Furlan che supera Biraschi e mette al centro, arriva in ritardo di un soffio Falletti per deviare la palla porta. Al 6’ st prima sostituzione nelle file della Ternana: esce Palumbo, entra in campo Valjent. Non cambia il leit-motiv della gara: padroni di casa alla disperata ricerca del gol del pareggio, ospiti asserragliati dinanzi alla retroguardia attenti a difendere il vantaggio e a colpire in contropiede. Al 15’ st nuova sostituzione per la Ternana: esce Avenatti, entra al suo posto Belloni. Ternana vicinissima al gol al 19’ con un gran tiro di Valjent su cui si esibisce in una grande parata Frattali, la palla giunge tra i piedi di Gondo che fallisce clamorosamente.

Al 20’ st Tesser sostituisce Bastien con D’Angelo ed al 22’ st Tavano, in preda a crampi, con Trotta. Appena il tempo di scambiare con Arini che l’attaccante di santa Maria Capua Vetere va subito in gol: Ternana 0-Avellino 2. Al 29’ st esce nell’Avellino Gavazzi, entra in campo Nica. Al 33’ st ancora un’occasione per la Ternana che colpisce il palo con Furlan, poi Ligi salva definitivamente. La Ternana appare scoraggiata e la gara sembra ormai segnata a favore della squadra dell’ex allenatore Tesser. Allo scadere del 5’ minuto di recupero Avellino di nuovo a segno: è ancora Trotta, servito da Arini, autentico uomo assist, a far fuori Mazzoni. Grande festa sugli spalti da parte dei tifosi biancoverdi, fischi ad indirizzo dei giocatori umbri da parte del pubblico di casa.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com