Mokulu: «Non ho ancora finito il mio compito»

Mercoledì 04 Novembre 2015 19:26 Red.
Stampa

MokuluAVELLINO – “Conoscevo già le mie qualità, quello che posso fare e che non posso fare. Quando c’è la possibilità per me di giocare devo dimostrare che sono pronto a disputare tutte le partite, poi quando c’è la fiducia è qualcosa che può essere buono per la squadra.  Se posso aiutare la squadra lo farò al cento per cento”.

Parla con serenità Benjamin Mokulu, classe 1989, nel corso della conferenza stampa tenutasi allo stadio Partenio-Lombardi subito dopo la seduta di allenamento che l’Avellino ha tenuto in vista del posticipo notturno di lunedì prossimo in programma allo stadio Scida di Crotone con inizio alle 20.30.

Il giovane attaccante della Repubblica democratica del Congo naturalizzato belga, autore di due gol nelle ultime due gare disputare contro Ascoli e Ternana, si sente tranquillo e guarda al futuro: “Dopo due partite non ho ancora finito il mio compito, mancano ancora trenta partite, non posso essere contento dopo due gol, devo continuare e dimostrare che sono ancora più forte di quello che avete visto”.

Sente che è sta cambiando il suo rapporto con i tifosi irpini: “Prima, quando andavo a fare la spesa, incontravo i tifosi che non erano del tutto contenti, ora tutto è cambiato. Mi hanno spiegato che le cose in Italia vanno così: o vai troppo male o sei troppo forte. Per me non è cambiato niente, devo tenere la testa sulle spalle e continuare per questa strada. Sì è vero devo essere titolare in tutte le partite e devo segnare ancora, non accontentarmi solo di due gol, ma continuare a segnare”.