www.giornalelirpinia.it

    26/08/2019

L’Avellino prima va sotto, poi rimonta e batte il Cesena

E-mail Stampa PDF

Castaldo (fonte Us Avellino)Marcatori: 13’ pt Djuric, 8’ st Bastien, 18’ st Castaldo

CESENA-AVELLINO 1-2

CESENA (4-3-3): Agliardi; Perico, Caldara, Magnusson, Renzetti; Kessie, Cascione, Kone (32’ st Moncini); Ragusa, Djuric (21’ st Tabanelli), Garritano (12’ st Rossetti). A disposizione: Menegatti, Lucchini, De Col, Valzania, Molina,  Succi. Allenatore: Drago.

AVELLINO (4-3-1- 2): Frattali; Biraschi, Ligi, Rea (1’ st Insigne), Chiosa; Arini, Jidayi, Gavazzi; Bastien (36’ st Petricciuolo); Castaldo, Trotta (29’ st Mokuku). A disposizione: Offredi, Bianco, Giron, Soumarè, Tutino, Napol.

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo (Soricaro-Di Salvo). Quarto uomo, Chiffi di Padova.

Ammoniti: 35’ pt Kone, 14’ st Djuric, 23’ st Insigne, 26’ st Jidayi, 39’ st Castaldo.

Espulso: 37’ st Arini

Recuperi: 0’ più  4’.

CESENA – L’Avellino chiude alla grande il 2015 andando a vincere a Cesena e centrando la quinta vittoria consecutiva di questo girone di andata del campionato di serie B. La squadra di Tesser, dopo un primo tempo sotto tono, torna in campo con un piglio decisamente più reattivo e prima riesce a rimontare il gol subito nel primo tempo, poi riesce a pareggiare con Bastien e a vincere con un gol di Castaldo. Ora ha raggiunto i romagnoli in classifica e si trova lì, in piena zona play off con tutto il girone di ritorno da disputare ed in attesa dei rinforzi che la società sta già provvedendo ad individuare.

La cronaca - Subito ritmi elevati al Manuzzi con le due squadre che si danno battaglia dai primi minuti senza risparmio anche se con pochi pericoli in fase conclusiva su entrambi i fronti. La gara, comunque, ristagna prevalentemente nella zona centrale del campo. Fino al 12’ pt quando Dyuric, servito dalla fascia sinistra da Renzetti, sblocca il risultato dalla linea dell’area grande con un gran tiro a volo su cui non può fare nulla Frattali. Terzo gol in campionato per il giocatore bosniaco. L’Avellino prova a reagire ma fa fatica ad arrivare in zona tiro. Al 18’ pt prima conclusione dalla distanza degli irpini con Bastien, la palla si alza sulla traversa. Bisogna aspettare poi il 28’ pt per vedere un nuovo tiro dell’Avellino verso la porta cesenate, ne è autore Trotta che si gira in area ma para Agliardi senza difficoltà. Non decolla, comunque, mai del tutto la reazione della squadra di Tesser il cui gioco sembra impantanarsi tra le nebbie che avvolgono il Manuzzi. Al 35’ pt prima ammonizione della partita: se la becca l’ex Kone per un fallo su Trotta. Al 42’ pt Cesena vicino al raddoppio: Ragusa si gira in area e fa partire un diagonale insidioso che finisce però fuori. Risponde subito l’Avellino con Bastien il cui tiro è parato da Agliardi.

Ripresa – Insigne in campo al posto di Rea dal primo minuto del secondo tempo. Tesser schiera, dunque, un trequartista al posto di un difensore per cercare di rientrare in partita. Inizio blando del secondo tempo con il Cesena che ha interesse a rallentare il gioco e con l’Avellino ancora in fase di organizzazione. Al 7’ st si fa vedere Insigne con un bel tiro di sinistro deviato in angolo da Agliardi. Sul tiro dalla bandierina si fa trovare puntuale in area Bastien che di destro fa secco Agliardi. 1-1 e festa sugli spalti per i mille supporter di fede biancoverde. Al 10’ st Avellino vicinissimo al raddoppio con Castaldo il cui colpo di testa viene miracolosamente messo in angolo dal portiere di casa. Si vivacizza la partita con continui capovolgimenti di fronte. Ma è l’Avellino che sembra voler dare maggiore incisività al suo giocando aumentando i ritmi di gioco. Al 17’ st è il Cesena che sfiora il gol del vantaggio con Kessie, ma un minuto dopo è l’Avellino che segna il gol del 2-1 con Castaldo servito dalla sinistra da Trotta. Non ci sta il Cesena a perdere ed il tecnico Drago corre ai ripari sostituendo al 21’ st  Djuric con Tabanelli. Subito protagonista il nuovo entrato che fornisce a Rossetti una palla che finisce di poco a lato. Al 27’ st Cesena di nuovo vicino al pareggio con un colpo di testa di Perico in piena area parato da Frattali. Al 29’ st Tesser richiama in panchina Trotta mandando in campo Mokulu. Risponde sull’altro fronte Drago che schiera Moncini al posto di Kone. Insiste il Cesena nella sua offensiva per cercare di raggiungere il pareggio. Al 37’ st viene espulso Arini dopo una entrata su Renzetti. Avellino in dieci. Al 46’ tiro di Kessie, para Frattali in angolo. Attacca senza risparmio il Cesena, ma l’Avellino si difende bene e riesce alla fine a conquistare la vittoria.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com