www.giornalelirpinia.it

    23/08/2019

Marcolin: «Dobbiamo fare risultato, ma con il Latina sarà una partita difficile»

E-mail Stampa PDF

MarcolinAVELLINO – “La partita con il Latina sarà sicuramente una partita molto difficile perché è peggio giocare contro le squadre che devono salvarsi che non con quelle che stanno davanti perché come approccio alla gare sono più difficili, partono forte, sono più agguerrite”.

Va subito al sodo il tecnico dell’Avellino, Dario Marcolin, nel presentare la gara che il “suo” Avellino affronterà domani allo stadio Francioni contro il Latina di Gautieri.

“Noi abbiamo messo insieme – precisa – altri cinque giorni in più di lavoro rispetto alla partita con il Crotone e, l’ho detto anche stamattina ai ragazzi, aspettiamoci un ambiente difficile dove dovremo essere concentrati noi a partire subito forte. Prima la cattiveria, poi il gioco palla a terra ed il modo di stare in campo perché dico sempre che l’atteggiamento di una squadra è quella piccola cosa che fa una grande differenza in mezzo al campo. E se noi utilizziamo lo stesso atteggiamento che abbiamo avuto con il Crotone, un atteggiamento umile, un atteggiamento sotto certi aspetti moto concentrato per poi ripartire, le cose possono mettersi per il verso giusto. La prima regola, comunque, è l’atteggiamento mentale di cattiveria, di approccio alla gara”.

Il discorso si sposta sulle scelte degli uomini e sul tipo di schieramento: “Non sono uno che cambia tanto, non sono uno che cambia dieci giocatori, cerco di mantenere quello che c’è stato nella partita precedente. La partita con il Crotone ha dato dei buoni indizi, non stravolgo, non invento, ci sono cose che devono ancora migliorare, giocheremo 4-3-3 e incontreremo una squadra che giocherà 4-3-3, quindi siamo un po’ a specchio su certe situazioni. Conosco bene il loro allenatore, è un allenatore bravo, preparato e che chiede alla sua squadra dei determinati movimenti offensivi, soprattutto il taglio degli esterni, quindi dovremo essere preparati a questo impatto”.

Nello specifico: “Bastien ha fatto due allenamenti con noi, in questo momento incombe il risultato, incombe una guerra a Latina, probabilmente sarà della gara, ma non dall’inizio”. “Tavano aveva avuto un problema fisico, questa settimana l’ho visto meglio, durante la partita è una carta importante da giocare. È un giocatore che può far male. Piano piano per tutti arriverà il momento”.

Poi chiosa: “È la mia seconda partita, devo fare delle scelte, in questo momento si va avanti così. Dobbiamo fare risultato e basta, ci attende un finale di campionato che ci potrebbe dare una grande spinta”.

Fatta eccezione per Sbaffo (gastroenterite virale), Migliorini e Visconti sono 21 i calciatori convocati per la sfida contro i pontini: portieri, Frattali, Offredi, Bianco; difensori, Biraschi, Chiosa, Jidayi, Nica, Pisano, Pucino, Rea; centrocampisti, Arini, Bastien, D’Angelo, D’Attilio, Gavazzi, Paghera; attaccanti, Castaldo, Insigne, Joao Silva, Mokulu, Tavano.

Arbitro dell’incontro sarà il signor Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata. Assistenti, Tarcisio Villa della sezione di Rimini e Simone Di Francesco di Teramo. Quarto uomo, Daniele Viotti della sezione di Tivoli. Queste le probabili formazioni:

Latina (4-3-3): Ujkani; Bruscagin, Dellafiore, Esposito, Calderoni; Schiattarella, Olivera, Scaglia; Acosty, Corvia, Boakye. Allenatore: Gautieri.

Avellino (4-3-3): Frattali; Pucino, Jidayi, Biraschi, Pisano; Arini, Paghera, D’Angelo; Insigne, Gavazzi, Castaldo. Allenatore: Marcolin.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com