www.giornalelirpinia.it

    23/08/2019

L’Avellino fa fatica e si arrende subito, fa festa l’Entella di Masucci

E-mail Stampa PDF

I giocatori dell'Avellino dopo la sconfitta con l'Entella (fonte Us Avellino)Marcatori: 35’ pt Masucci, 21’ st Caputo (rigore).

VIRTUS ENTELLA-AVELLINO  2-0

VIRTUS ENTELLA: (4-3-1-2): Iacobucci; Iacoponi, Ceccarelli, Pellizzer, Sini (37’ st Baraye); Palermo, Troiano, Moscati; Tremolada (22’ st Ammari); Caputo, Masucci (35’ st Mota). A disposizione: Paroni, Belli, Cutolo, Benedetti, Di Paola, Beretta. Allenatore: Breda.

AVELLINO (3-5-2): Frattali; Donkor, Jidayi, Gonzalez; Belloni, D’Angelo (26’ st Verde), Omeonga (34’ pt Gavazzi), Lasik, Asmah; Mokulu (16’ st Ardemagni), Castaldo. A disposizione: Offredi, Perrotta,  Crecco, Soumarè, Paghera, Bidaoui. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo. Assistenti, Edoardo Raspollini di Livorno e Oreste Muto di Torre Annunziata. Quarto uomo, Alessandro Pietropaolo di Modena.

Ammoniti: 39’ pt Donkor, 12’ st D’Angelo, 48’ st Castaldo.

Recuperi: 3’ più 4’.

CHIAVARI (Genova) – È una sconfitta la prima uscita in trasferta dell’Avellino che al Comunale di Chiavari perde con il classico punteggio di 2-0 contro la Virtus Entella tra le cui file ha fatto da autentico mattatore proprio un avellinese, Gaetano Masucci, 31 anni, di professione attaccante. Un brutto Avellino quello visto in terra ligure, un Avellino che ha arrancato non poco e che ha fatto molta fatica contro un avversario sceso in campo con maggiore convinzione e determinazione. La squadra di Toscano è apparsa deconcentrata, slegata nei vari reparti, soprattutto quello difensivo, mai praticamente in partita. L’avevamo scritto dopo il pareggio con il Brescia: l'allenatore calabrese avrà il suo bel da fare per dare un gioco a questa squadra che, allo stato attuale, appare spaesata e come il classico pesce fuor d’acqua. E non sarà facile. Come non sarà facile gestire il gruppo per quanto riguarda le scelte che pure bisognerà fare per mettere insieme l’undici che deve interpretare sul campo gli schemi che Toscano ha in mente.

La cronaca – Si danno subito battaglia le due squadre. L’Avellino spinge sulla fascia destra grazie all’iniziativa di Belloni - uno dei pochi a salvarsi dal marasma generale - che crea una qualche difficoltà alla difesa di casa. Al 4’ pt occasione in area per capitan D’Angelo che quasi non si rende conto di dover gestire un pallone tutto solo in area tanto da sbagliare clamorosamente. Insistono in avanti gli irpini ma non stanno a guardare i biancocelesti di Breda. Al 9’ pt occasione sciupata anche dai padroni di casa con Caputo che mette di poco fuori di testa una palla messa in area da Moscati. Appaiono più sicuri i liguri che s’avviano a prendere in mano le redini del gioco. La gara, comunque, non decolla ancora del tutto ed è sostanzialmente equilibrata con le due squadre molto attente nelle marcature. Al 17’ pt tiro di Castaldo deviato in angolo. Al 24’ pt clamorosa occasione sciupata da Caputo favorito da un erroraccio difensivo di Donkor: l’attaccante ligure fallisce il gol del vantaggio praticamente a porta vuota!

Al 34’ pt Gavazzi pende il posto di Omeonga, autore di un fallo di mano. Sulla punizione calciata da Tremolada si fa trovare pronto Masucci che porta in vantaggio di testa l’Entella. Difesa dell’Avellino completamente in bambola in occasione del gol. Insistono in avanti i padroni di casa in cerca del raddoppio. Si fa ammonire al 39’ pt Donkor in grossa difficoltà sulla marcatura di Masucci. L’attaccante biancoceleste che, lo ricordiamo, è nato ad Avellino, fa quello che vuole e al 42’ pt fallisce un’altra occasione per segnare il gol del 2-0. Brutta gara degli irpini che proprio non riescono a ritrovarsi e ad impostare un minimo di reazione.

Ripresa – Si riprende con l’Entella subito in avanti e con l’Avellino che sia pure a fatica prova a riordinare le idee per cercare di dare ordine alla sua manovra e rientrare in partita. Chi si danna l’anima è Belloni che spinge sulla fascia destra cercando di mettere dei palloni al centro per Castaldo e Mokulu. Si preannunciano movimenti dalla panchina biancoverde. E infatti al 16’ st Toscano si gioca la carta Ardemagni che viene schierato in campo al posto di uno spento Mokulu.

Al 19’ st Entella ancora pericoloso con Moscati la cui conclusione viene deviata in angolo. Un minuto dopo rigore per l’Entella dopo un contatto in area tra Donkor e Pellizzer: sul dischetto si porta Caputo che non dà scampo a Frattali realizzando il gol del 2-0.  Al 26’ st Toscano effettua il secondo cambio sostituendo D’Angelo con Verde. Appare comunque demoralizzata la squadra irpina che pure prova ad impostare un minimo di manovra offensiva. Al 31’ st l’arbitro sorvola su un fallo in piena area ai danni di Castaldo facendo segno di continuare.

Esce tra gli applausi al 35’ st Masucci, vero protagonista della partita, sostituito dal portoghese Mota. Due minuti dopo entra Baraye al posto di Sini. La gara, comunque, appare segnata per l’Avellino. Tentativo al 41’ st dalla distanza di Lasik, ma la palla è abbondantemente fuori. Nessun tiro in porta nel secondo tempo dell’Avellino. Liguri ancora pericolosi al 43’ st con Ammari che sfiora il palo alla sinistra di Frattali. L’Entella chiude in attacco e conquista la prima vittoria di questo campionato.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com