www.giornalelirpinia.it

    26/08/2019

L’Avellino non sa vincere, a Vicenza finisce 0-0

E-mail Stampa PDF

Ardemagni (fonte Us Avellino)VICENZA-AVELLINO 0-0

VICENZA (4-3-3-): Benussi; Zaccardo (31’ st Pucino), Bogdan, Esposito, Bianchi; Urso, Signori, Vita; Di Piazza (15’ st Raicevic), Siega, Cernigoi (9’ st Galano). A disposizione: Vigorito, Fontanini, Smith, Bellomo, Fabinho, H’Maidat. Allenatore: Lerda.

AVELLINO (3-5-2): Radunovic; Gonzalez, Djimsiti, Diallo; Belloni (8’ st Donkor), D'Angelo (16’ st Crecco), Omeonga, Soumarè (24’ st Jidayi), Asmah; Ardemagni, Mokulu. A disposizione: Frattali, Perrotta, Verde, Paghera, Bidaoui, Camarà. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna. Assistenti: Vincenzo Soricaro di Barletta e Claudio Lanza di Nichelino. Quarto uomo: Diego Provesi di Treviglio.

Ammoniti: 32’ pt Esposito, 38’ pt D’Angelo, 42’ pt Diallo, 25’ st Crecco, 27’ st Urso, 30’ st Bianchi, 37’ st Vita, 43’ Siega.

Recuperi: 2’ più 5’.

VICENZA – Finisce 0-0 tra Avellino e Vicenza al termine di una gara combattuta che però non soddisfa nessuno dei due contendenti in campo. In particolare, se si fa un bilancio delle occasioni da gol, è stato l’Avellino a sprecare di più con Ardemagni che ha letteralmente gettato alle ortiche almeno tre grosse occasioni per andare a segno. Così non è stato e poco serve stare lì a recriminare per ciò che non è successo. Rimane il fatto che la squadra di Toscano, al di là del fatto che ha mosso un po’ la classifica e che, in ogni caso, ha fatto registrare, così come era già successo con il Cittadella, segnali di crescita, rimane ultima in classifica sia pure in compagnia di un Perugia che però ha una partita in meno.

La cronaca – È subito battaglia tra Vicenza e Avellino che saltano i preamboli della fase di studio e si scontrano a viso aperto. Non si fanno complimenti sia da una parte che dall’altra, grande agonismo in campo. Al 6’ pt Signori riceve in area la sfera dalla sinistra, ma si fa anticipare da un attento Radunovic. All’8’ pt prima conclusione dell’Avellino con Ardemagni di testa su angolo di Belloni, subito dopo non centra lo specchio della porta Soumaré. Insistono gli irpini in avanti e deve faticare non poco la retroguardia di casa a contenerne il furore agonistico. Al 10’ pt Belloni in acrobazia in area conclude alto sulla traversa. È l’Avellino, comunque, a fare la gara in questa fase iniziale con il Vicenza che per ora si limita a colpire di rimessa.

Fase di stanca della partita, invece, verso la metà del tempo. Il Vicenza, comunque, non è riuscito ancora a concludere verso la porta irpina. Al 24’ pt prova D’Angelo a superare con un colpo di testa il portiere Benussi che però non si lascia sorprendere. Cerca al 27’ pt l’acrobazia in area Soumarè su cross di Belloni ma il tentativo abortisce platealmente. Il Vicenza è cresciuto in questa parte centrale del tempo e si propone ora con maggiore continuità in avanti. Pericolo al 32’ pt in area dell’Avellino: Zaccardo si coordina e calcia, ma colpisce il compagno di squadra Cernigoi che finisce con il neutralizzare la sua pericolosa traiettoria. Grande parata al 35’ pt di Radunovic che salva il risultato neutralizzando un colpo di testa ravvicinato di Zaccardo. Il successivo tentativo di Di Piazza è fuori. Vicenza pericoloso e, in questo momento, in grado di tenere in mano  le redini del gioco. L’Avellino, però, si sveglia nel finale di tempo ed ha due grosse occasioni per passare in vantaggio entrambe con Ardemagni: la prima al 43’ pt quando, dopo un lancio di Omeonga, l’attaccante s’invola verso la porta veneta ma all’ultimo momento si fa anticipare da Bodgan, autore di un bell’intervento difensivo; la seconda, ancora più clamorosa, al 47’ pt, con l’attaccante biancoverde che, pescato da Mokulu, mette clamorosamente fuori a porta vuota una palla rimbalzatasi sulla testa dopo un primo tentativo di conclusione a rete.

Ripresa – Squadre in campo con gli stessi schieramenti. Al 5’ st stacca di testa Bodgan in area avellinese su angolo di Urso, para Radunovic. All’8’ st stoccata di Di Piazza che calcia di prima intenzione dal limite dell’area grande, para il portiere irpino. All’8’ st esce Belloni per infortunio, entra Donkor. Un minuto dopo Lerda richiama in panchina Cernigoi e manda in campo Galano. Partita molto tattica in questa fase iniziale della ripresa con le due squadre che badano più controllarsi a vicenda che ad impostare la fase offensiva. Doppio cambio al 16’ st: per il Vicenza esce Di Piazza, entra Raicevic; per l’Avellino, invece, fuori D’Angelo, dentro Crecco. Poche le emozioni in campo in questa fase della gara con le due squadre che incominciano ad avvertire anche un po’ la stanchezza. Ne approfitta Toscano per effettuare la terza sostituzione a disposizione: fuori Soumarè, dentro Jidayi. S’infortuna al 28’ st Asmah che piega male la caviglia. Avellino momentaneamente in dieci. Al 31’ st entra Pucino al posto di Zaccardo. Al 33’ st Ardemagni pescato in fuorigioco. Ammonito anche Vita al 37’ st. Al 40’ pt Vicenza vicino al vantaggio con l’ex Pucino che però non trova, nell’area piccola, lo specchio della porta. È la saga delle ammonizioni, ben otto: al 43’ st tocca a Siega che protesta con l’arbitro. Si giocherà fino al 50’: sono cinque, infatti, i minuti di recupero. Finisce 0-0.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com