www.giornalelirpinia.it

    26/08/2019

Novellino carica la squadra e lancia la sfida all’Ascoli

E-mail Stampa PDF

Walter NovellinoAVELLINO – “La prima cosa che ho fatto ho parlato con i ragazzi, come sono abituato a fare, direi tutto bene, la loro disponibilità è totale. D’altronde è ovvio che ci sia disponibilità da parte di tutti, nel momento di un cambio c’è sempre, ho trovato una squadra bene fisicamente, una squadra, è chiaro, psicologicamente abbattuta un attimino su questo momento di difficoltà, però…”: risponde con tranquillità alle domande dei cronisti il nuovo allenatore dell’Avellino Walter Novellino nella conferenza stampa di questa mattina di presentazione della sfida-salvezza con l’Ascoli in programma domani, con inizio alle ore 15.00, allo stadio Partenio-Lombardi.

“Volevo rientrare – spiega – sono rientrato in una piazza importante, loro devono capire che Avellino è una piazza troppo importante. Lo dimostra anche la conferenza stampa di questa mattina, a Napoli non c’era tutta questa gente. Caratterialmente cercherò di trasmettere la mia voglia, la mia voglia di ottenere dei risultati buoni, importanti che devono esserci perché le qualità ci sono, la loro disponibilità è importante, è ovvio che porto qualcosa di mio, nella semplicità riesco a farmi capire”.

Il tecnico di Montemarano non si sbilancia naturalmente sulla formazione né sul modulo: “Al di là dei moduli, comunque, quel che occorre è dare una certa serenità, una certa tranquillità e dare delle certezze. Sono dei bravi ragazzi, un attimino in questo momento condizionati dai risultati, ma sono giocatori che hanno delle qualità. Io faccio l’allenatore, devo cercare in tutti i modi di metterli in condizione di fare bene, hanno bisogno di fiducia. Stiamo ritornando al calcio nostro, dietro, non si gioca più sugli esterni, si gioca molto più centralmente. Sono convinto di portare qualcosa di mio, della mia esperienza, non dico niente del mio predecessore, ma ognuno di noi ha un suo modo di lavorare”.

Allenamento di rifinitura questa mattina, a porte chiuse, al Partenio-Lombardi. Fatta eccezione per D’Attilio, Tassi, Gavazzi, Migliorini, Molina, Offredi e Soumarè sono stati convocati 21 calciatori: portieri, Frattali, Radunovic; difensori, Asmah, Diallo, Djimsiti, Donkor, Gonzalez, Jidayi, Perrotta; centrocampisti, Belloni, Crecco, D’Angelo, Lasik, Omenga, Paghera; attaccanti, Ardemagni, Bidaoui, Camarà, Castaldo, Mokulu, Verde.

Ad arbitare la gara sarà Gianluca Aureliano della sezione di Bologna che sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Maurizio De Troia della sezione di Termoli e Giuseppe Borzomì della sezione di Torino. Quarto uomo, Daniele Viotti della sezione della sezione di Tivoli. Queste le probabili formazioni:

Avellino (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Djimsiti, Perrotta, Donkor; Verde, Lasik, Jidayi, Crecco; Ardemagni, Castaldo. allenatore: Novellino.

Ascoli (4-3-1-2): Lanni; Pecorini, Augustyn, Mengoni, Felicioli; Carpani, Addae, Cassata; Giorgi; Orsolini, Cacia. Allenatore: Aglietti.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com