www.giornalelirpinia.it

    23/08/2019

L’Avellino rifila tre gol al Vicenza e non si ferma più

E-mail Stampa PDF

Angelo D'Angelo (fonte Us Avellino)Marcatori: 28’ e 38’ pt D’Angelo, 3’ st Ardemagni, 20’ st Bellomo.

AVELLINO-VICENZA 3-1

AVELLINO (4-4-1-1): Radunovic; Gonzalez, Jidayi, Djimsiti, Laverone; Lasik (9’ st Omeonga), Moretti, Paghera (32’ st Castaldo), D’Angelo; Verde, Ardemagni (40’ st Eusepi). A disposizione: Lezzerini, Perrotta, Migliorini,  Soumarè, Biadaoui, Camarà. Allenatore: Novellino.

VICENZA (3-4-3): Benussi (6’ st’ Dani); Bianchi, Adejo, Esposito, Pucino (1’ st Doumbia); Gucher (31’ st Perfection), Urso; Vita, Bellomo, Giacomelli; De Luca. A disposizione: Bogdan, Cuppone, Rizzo. Alenatore: Bisoli.

Arbitro: Marco Piccinini di Folrì. Guardalinee: Gaetano Intagliata di Siracusa e Gianluca Sechi di Sassari. Quarto uomo, Matteo Proietti di Terni.

Ammoniti: 17’ pt Gucher,  35’ pt Lasik, 18’ st Bellomo, 33’ st Perfection, 37’ st Radunovic, 47’ st Bianchi.

Recuperi: 3’ più 4’.

AVELLINO – Non si ferma più l’Avellino di Novellino che rifila tre gol al Vicenza conquistando la terza vittoria di seguito e inanellando l’ottavo risultato utile consecutivo. Con il successo contro i veneti la squadra irpina si posiziona al centro classifica, a soli tre punti dalla zona play off: un traguardo impensabile fino a qualche settimana. Con molta saggezza, però, Novellino ha subito invitato tutti a stare con i piedi per terra ricordando che l’obiettivo primario rimane la scalata di quella montagna che deve portare alla salvezza e che è un po’ il leit-motiv della sua gestione sulla panchina biancoverde.

La squadra, comunque, tranne che in occasione del gol del Vicenza che ha saputo approfittare di una evidente fase di rilassamento dei padroni di casa in vantaggio di tre gol, ha risposto bene in campo alle sollecitazioni tattiche impartitegli dal tecnico di Montemarano e, nonostante un terreno veramente impossibile per la pioggia insistente, è apparsa in salute ed in grado di affrontare gli impegni che l’attendono, a partire da quello non facile di martedì prossimo in programma in Piemonte contro la Pro Vercelli oggi vittoriosa in trasferta in quel di Cesena.

La cronaca – Si parte sotto una pioggia battente, terreno pesante. Tifosi della curva Sud e della tribuna Terminio assiepati nelle zone al coperto. Presente una rappresentanza di tifosi ospiti giunti in Irpinia dalla città del Palladio. Veneti subito in avanti nel tentativo di colpire a freddo. Il gioco, in questa fase iniziale, ristagna prevalentemente a centrocampo. Al 15’ pt bello scambio in velocità tra Moretti e Ardemagni con tentativo di rovesciata in area del bomber, ma è fuorigioco. Arriva al 17’ pt la prima ammonizione dell’incontro: se la becca Gucher per un fallo su Lasik. Al 21’ pt tentativo dalla distanza di Verde di sorprendere Benussi. Al 21’ pt colpo di testa in area di Esposito su corner di Giacomelli, para sicuro Radunovic. Sembra vivacizzarsi la gara con continui capovolgimenti di fronte. Al 28’ pt Avellino in vantaggio con D’Angelo che capitalizza in gol un bel pallone lavorato da Ardemagni e su cui era arrivato male Verde. Avellino 1-Vicenza 0. Al 32’ pt pericoloso pallone in area dalla destra, non ci arriva per un pelo Ardemagni. Ci arriva invece di nuovo D’Angelo che al 38’ st su passaggio di Verde mette comodamente in rete il gol del 2-0. Per il capitano è il quarto gol stagionale. Vicenza intontito ma ancora in grado di  reagire: a vuoto, comunque, i tentativi di rientrare in partita in questo primo tempo.

Ripresa – Pucino, ex di turno, in campo al posto di Doumbia nelle file del Vicenza. Il tempo di controllare una possibile reazione del Vicenza che non arriva e l’Avellino segna il terzo gol con Ardemagni che approfitta implacabile di una distrazione difensiva del neo entrato Doumbia.  Al 6’ st esce il portiere Benussi, infortunato, al suo posto in campo il 18enne Dani. Infortunio al 9’ st anche per Lasik che viene sostituito da Omeonga. Il Vicenza le tenta tutte per cercare di segnare il gol e ci riesce al 20’ st approfittando di un evidente momento di rilassamento dell’Avellino: è Bellomo che, con un tiro preciso ma non irresistibile, sorprende un Radunovic. S’arrabbia nell’area tecnica Novellino che redarguisce  severamente i suoi. Al 32’ st Castaldo prende il posto di Paghera. Preme di più in questa fase il Vicenza che prova a rientrare in partita. Al 38’ st pericolosa conclusione di Bellomo, palla in angolo. Insistono in avanti gli uomini di Bisoli che cercano di far paura all’Avellino. Al 40’ st Eusepi rileva Ardemagni. Grande parata di Radunovic al 42’ st su Giacomelli che tira da distanza ravvicinata. Senza esito gli ultimi tentativi degli ospiti.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com