www.giornalelirpinia.it

    19/10/2019

L’Avellino doma la Spal e torna alla vittoria

E-mail Stampa PDF

Il n. 9 dell'Avellino Eusepi, autore del gol-vittoria (fonte Us Avellino)Marcatore: 4’ st Eusepi.

AVELLINO-SPAL 1-0

AVELLINO (4-4-2) – Radunovic; Gonzalez, Djimsiti, Migliorini, Perrotta; Laverone (40' Jidayi), Paghera (26' st Bidaoui), Omeonga, D'Angelo; Eusepi (31' st Castaldo), Ardemagni. A disposizione: Lezzerini, Verde,  Belloni, Solerio, Gavazzi, Camarà. Allenatore: Novellino.

SPAL (3-5-2) – Meret; Gasparetto, Giani, Cremonesi; Ghiglione (34’ st Strefezza), Schiattarella, Arini, Schiavon (26’ st Antenucci), Del Grosso; Zigoni (15’ st Floccari), Finotto. A disposizione: Marchegiani, Silvestri, Mora, Castagnetti, Vicari,Costa. Allenatore: Semplici.

Arbitro: Eugenio Abbatista di Molfetta. Assistenti: Marco Zappatore di Taranto e Oreste Muto di Torre Annunziata. Quarto uomo, Antonio Di Martino di Teramo.

Ammoniti: 17’ pt D’Angelo, 30’ pt Paghera, 34’ pt Meret, 45’ pt Ardemagni, 3’ st Cremonesi.

Espulsi: 32’ st Massimiliano Taccone e 47’ st Novellino, ds e allenatore dell’Avellino, per proteste.

Recuperi: 0’ più 6’.

AVELLINO – L’Avellino stende la Spal con un gol di Eusepi e torna alla vittoria conquistando tre punti preziosi contro una delle grandi del campionato in attesa di affrontare, nell’anticipo notturno di lunedì prossimo, la capolista del campionato allo stadio Matusa di Frosinone. Una gara, quella disputata questa sera al Partenio-Lombardi contro gli estensi, molto combattuta che alla fine i giocatori in maglia biancoverde sono riusciti a vincere mettendo in campo quella determinazione e quell’agonismo più volte predicati dal tecnico Novellino e non sempre venuti fuori nelle ultime prestazioni, soprattutto nelle sconfitte rimediate contro le squadre umbre.

Hic Rhodus, hic salta dicevano gli antichi a voler testimoniare le difficoltà che spesso s’incontrano nel cammino da percorrere. E le difficoltà per l’Avellino – al di là del responso che dovrà venire dalla sentenza sulla eventuale penalizzazione – sembrano ancora dover essere tante, a cominciare proprio dalla gara contro la prima in classifica in cui mancheranno sia Ardemagni che Paghera che, in quanto diffidati, saranno appiedati dal giudice sportivo dopo l’ammonizione rimediata questa sera in campo. Sul taccuino dell’arbitro Abbatista sono finiti anche il ds Massimiliano Taccone e il tecnico Novellino, entrambi espulsi dal campo per proteste.

La cronaca – Fase di studio iniziale con le due squadre che provano a punzecchiarsi a vicenda senza però sbilanciarsi più di tanto e senza concedere troppi spazi. Gioco che ristagna prevalentemente a centrocampo senza pericoli per le difese. Questo fino al 14’ pt quando parte una pericolosa incursione in velocità di Finotto che supera Gonzalez e fa partire un rasoterra che sfiora il secondo palo. Arriva al 17’ pt la prima ammonizione della gara: se la becca capitan D’Angelo per un fallo sull’ex compagno di tante battaglie Arini. Poche, comunque, finora le emozioni in una gara certo non bella, molto tattica e giocata, come detto, soprattutto a centrocampo.

Al 27’ pt fa tutto Ardemagni che riceve una bella palla in area da D’Angelo, la stoppa e poi la…cicca clamorosamente proprio quando deve concludere a rete. Fallo al 30’ pt di Paghera su Schiavon, altro ex di turno: il centrocampista biancoverde viene ammonito e, in quanto diffidato, salterà Frosinone. Cartellino giallo al 34’ pt anche per il portiere ospite Meret per aver toccato con le mani il pallone fuori dall’area grande. Al 40’ pt Spal di nuovo pericolosa con Finotto la cui conclusione ravvicinata viene respinta di pugno da Radunovic. Le squadre sembrano accontentarsi di quanto fatto, poco per la verità, in questo primo tempo. Arriva allo scadere l’ammonizione anche per Ardemagni che avrà un turno di squalifica perché diffidato.

Ripresa – In campo con le stesse formazioni. Il tempo di qualche fraseggio a centrocampo che l’Avellino passa in vantaggio al 4’ st con Eusepi lanciato a rete da Migliorini. Avellino 1-Spal 0: esplode il Partenio-Lombardi. Insistono i padroni di casa in attacco con l’intento di centrare il raddoppio approfittando dell’evidente momento di smarrimento degli estensi. È Arini che prova ad organizzare la reazione dei suoi. Al 15’ st Floccari in campo al posto di Zigoni, altro ex di turno.  Due minuti dopo lo stesso Floccari reclama un rigore per un presunto fallo ricevuto in area da Migliorini, l’arbitro fa segno di continuare. Si fa più insistente ora la manovra d’attacco degli ospiti in cerca del gol del pareggio ma l’Avellino sembra in grado di reggere e di poter ripartire in contropiede. Valzer di sostituzioni al 26’ st. La Spal non ci sta a perdere e si riversa a capofitto in avanti costringendo l’Avellino ad arroccarsi in difesa. La gara si fa sempre più vibrante. Al 31’ st è il momento di Castaldo che prende il posto in campo di Eusepi.  Allontanato dalla panchina Massimiliano Taccone al 32’ st per proteste. Sono sei i minuti di recupero. Al 47’ st l’arbitro Abbatista indica la via dello spogliatoio anche a Novellino, sempre per proteste. Finisce 1-0 per l’Avellino.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com