www.giornalelirpinia.it

    23/08/2019

Il Frosinone segna e si accontenta, l’Avellino ci crede e fa 1-1

E-mail Stampa PDF

Castaldo (fonte Us Avellino)Marcatori: 15’ pt Dionisi, 36’ st Castaldo.

FROSINONE-AVELLINO 1-1

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Terranova, Ariaudo (1’ st Krajnc), Russo; Fiamozzi, Gori, Maiello, Sammarco (39’ st Kragl), Mazzotta (24’ st Crivello); Dionisi, D. Ciofani. A disposizione: Zappino, Frara, Volpe, Mokulu, Mamic, Pryyma. Allenatore: Marino.

AVELLINO  (4-4-1-1): Radunovic; Gonzalez (24’ st Belloni), Migliorini, Djimsiti, Perrotta; Laverone, Moretti (31’ st Castaldo), Omeonga, D'Angelo; Bidaoui; Eusepi ( 35’ st Verde). A disposizione: Lezzerini, Verde, Soumarè, Gavazzi, Solerio, Jidayi, Camarà. Allenatore: Novellino.

Arbitro: Marini della sezione di Roma 1. Assistenti: Fiore di Barletta e Rocca di Vibo Valentia. Quarto uomo, Di Martino di Teramo.

Ammoniti: 23’ st Terranova, 35’ st Fiamozzi, 41’ st Biadaoui.

Recuperi: 1’ più 3’.

Espulso: 40’ st Novellino, allenatore dell’Avellino, per proteste.

Note: Prima del fischio d’inizio applausi e fiori per Emanuele, tifoso di Alatri, tragicamente scomparso a seguito di un’aggressione.

FROSINONE – Prezioso pareggio dell’Avellino targato Novellino sul campo della capolista Frosinone che, dopo il gol di Dionisi, crede di poter gestire il vantaggio fino alla fine rinunciando in pratica a chiudere la partita e peccando per la verità un po’ di presunzione. Per contro la squadra irpina, che pure non è apparsa in buona serata, ha avuto il merito, grazie soprattutto alla spinta del suo allenatore, anche questa sera vero trascinatore della squadra dalla panchina prima, poi, una volta allontanato dal terreno di gioco dall’arbitro Marini per proteste, dalla tribuna del Matusa, proprio nel cuore della tifoseria locale, di crederci fino alla fine segnando il gol dell’1-1 grazie ad una prodezza del vecchio bomber Gigi Castaldo. Un pareggio, quello di questa sera, che naturalmente non solo muove la classifica ma che fa tanto morale in una squadra sempre più plasmata dal carattere mai domo del suo allenatore, vero artefice  - al di là di errori che umanamente pure possono essere stati commessi – di quella scalata della montagna che dovrebbe portare alla salvezza.

La cronaca – Padroni di casa subito pericolosi nei minuti iniziali con una serie di incalzanti incursioni in attacco che tengono in apprensione la difesa irpina. Al 6’ pt siluro di Dionisi dalla linea dell’area grande, riesce Radunovic a sfiorare la palla e a metterla in angolo. L’Avellino soffre e stenta ad imbastire una manovra offensiva in grado di impensierire gli avversari. Al 9’ pt Eusepi si guadagna una punizione alleggerendo così in qualche modo la maggiore pressione dei padroni di casa. Sblocca al 15’ pt il risultato il Frosinone con Dionisi che, servito dalla sinistra da Mazzotta, fulmina con un preciso colpo di testa il portiere Radunovic. Frosinone 1-Avellino 0. Prova a reagire l’Avellino ed è Eusepi a suonare la carica per i suoi lottando su ogni pallone. Finisce al 31’ pt la partita di Moretti, al suo posto in campo Novellino manda Castaldo. Non cambia, comunque, in questo finale di tempo l’impostazione tattica della partita: è sempre il Frosinone a condurre le danze con l’Avellino che prova in qualche modo ad imbastire una manovra offensiva che gli consenta di rientrare in partita. L’obiettivo, però, stando a quanto si vede in campo, appare difficile da raggiungere. Soprattutto se si gettano letteralmente alle ortiche occasioni come quella capitata al 42’ pt  proprio a Castaldo che poi sarà però il salvatore della patria con il gol del pareggio.

Ripresa – Nel Frosinone in campo Krajnc al posto di Ariaudo. Passano i minuti e stenta a decollare la reazione dell’Avellino che possa far sperare nella possibilità di rientrare in partita. La squadra appare contratta e poco convinta. Al 12’ st sbaglia maldestramente Eusepi servito con precisione in area laziale da D’Angelo. L’Avellino, comunque, non riesce a dare consistenza e, soprattutto, continuità alla sua manovra offensiva ed il Frosinone ha vita facile a tenere sotto controllo la partita.

I laziali però commettono l’errore di accontentarsi e, alla fine, questa scelta sarà fatale. Arriva al 23’ st la prima ammonizione dell’incontro: se la becca Terranova per un fallo su Castaldo. Un minuto dopo è il momento delle sostituzioni: per l’Avellino esce Gonzalez, entra Belloni; nel Frosinone fuori Mazzotta, dentro Crivello. Bisogna aspettare fino al 33’ st per vedere un tiro in porta: è di Dionisi, l’autore del gol di vantaggio per i frusinati, para Radunovic. Ultima sostituzione al 35’ st per l’Avellino: entra Verde, esce Eusepi. Alla ripresa del gioco arriva il pareggio dell’Avellino con un gran gol di Castaldo che fa fuori Bardi con un preciso rasoterra di destro che prima colpisce il palo, poi finisce in rete.

Traversa in pieno di Terranova al 39’ st, Frosinone vicino al gol del vantaggio. Novellino si agita molto e l’arbitro lo allontana dal campo. Trova spazio in tribuna tra i tifosi locali. Si riaccende la partita con il Frosinone che ora non ci sta a pareggiare una gara che credeva troppo frettolosamente di aver vinto. Fa la barba al palo il tiro su punizione al 42’ st del neo entrato  Kragl.  Finale molto intenso: tre i minuti di recupero. Il risultato, però, non cambia: Frosinone-Avellino 1-1.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com