www.giornalelirpinia.it

    23/09/2017

L’Avellino va in vantaggio e si blocca, il Cesena ci crede e fa 1-1

E-mail Stampa PDF

I tifosi della Curva Sud (fonte Us Avellino)Marcatori: 13’ pt Ardemagni, 27’ pt Laribi.

AVELLINO-CESENA 1-1

AVELLINO (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Jidayi, Djimsiti, Perrotta; Laverone, Omeonga (39’ st Belloni), D’Angelo, Lasik (9’ st Paghera); Castaldo (18’ st Biadaoui), Ardemagni. A disposizione: Lezzerini, Verde, Asmah, Soumarè, Solerio, Camarà. Allenatore: Novellino.

Cesena (4-3-3): Agliardi; Balzano, Capelli, Ligi, Renzetti; Crimi, Laribi, Garritano; Ciano (38’ st Di Roberto), Cocco, Panico (43’ st Vitale). A disposizione: Bardini, Rodriguez, Gasperi, Rigione, Falasco, Setola, Cavallari. Allenatore: Camplone.

Arbitro: Daniele Minelli di Varese. Assistenti: Lorenzo Gori di Arezzo e Giuseppe Borzomì di Torino. Quarto uomo: Giovanni Nicoletti di Catanzaro.

Ammoniti: 40’ pt Renzetti, 44’ pt Lasik, 11’ st Paghera, 23’ st Ardemagni, 39’ st Ligi.

Espulso: 23’ st Ardemagni.

Recuperi: 0’ più 4’.

AVELLINO – Finisce 1-1 tra Avellino e Cesena al termine di una gara combattuta, a tratti nervosa, sostanzialmente equilibrata, con le due squadre impegnate innanzi tutto a non prenderle per non compromettere il cammino verso la salvezza. Per la squadra di Novellino si tratta del quinto risultato utile consecutivo, per i romagnoli di un altro passo importante per allontanarsi dalla zona pericolosa.

La cronaca – Osservato, prima del fischio di inizio, un minuto di silenzio in ricordo di Michele Scarponi, il 36enne campione di ciclismo, vincitore del Giro d'Italia nel 2011 (dopo la squalifica di Contador), tragicamente scomparso dopo essere stato travolto da un furgone mentre si allenava in preparazione della prossima edizione della corsa rosa.

Si parte con le solite schermaglie iniziali legate alla fase di studio. Avvio, comunque, lento della gara con le due squadre in fase di attesa. È del Cesena all’8’ pt la prima occasione per poter passare in vantaggio con Garritano lesto ad indirizzare verso la porta una pallone crossato dalla fascia destra da Ciano: c’è una deviazione di Laverone,  angolo. Insistono i romagnoli ma è l’Avellino al 13’ pt a sbloccare la partita: Ardemagni capitalizza alla grande il pallone lanciato da Jidayi e lisciato clamorosamente da Ligi facendo secco con un diagonale preciso Agliardi. Al 22’ pt ancora Ardemagni, pescato da un preciso passaggio di Castaldo in area, calcia a volo ma la palla è alta sulla traversa. Premono ora di più i padroni di casa che provano a mettere a segno il gol del raddoppio. Sono invece gli ospiti a trovare il gol del pareggio, al 27’ pt, grazie anche ad un’evidente incertezza del portiere di casa che s’impapera sul tiro certamente non irresistibile dalla distanza di Laribi. Avellino 1-Cesena 1. Ospiti ancora pericolosi al 38’ pt con Garritano e un minuto dopo con Cocco. Risponde l’Avellino al 43’ pt con uno scambio in area tra Ardemagni e Castaldo la cui conclusione è deviata in angolo. Si va al riposo con il risultato fermo sull’1-1.

Ripresa – Squadre in campo con le stesse formazioni. Al 2’ st non arriva Panico a deviare una conclusione di Crimi che attraversa tutta l’area irpina. Al 7’ st  Cocco calcia dalla distanza, para in due tempi Radunovic. Due minuti dopo Novellino schiera Paghera al posto di Lasik che risente di un colpo poco prima ricevuto. Si fa subito ammonire, all’11’ st, il neo entrato per una brutta entrata su Garritano. È il Cesena che preme di più in questo inizio di ripresa, Avellino costretto sulla difensiva. Novellino al 18’ st richiama in panchina Castaldo e manda in campo Bidaoui. Pericoloso colpo di testa di Laribi al 20’ st , palla deviata in angolo da D’Angelo; sul capovolgimento di fronte Paghera, lanciato da Biadaoui, sciupa la più facile delle occasioni. Al 23’ st Ardemagni si fa espellere dopo aver contestato l’arbitro con un applauso per una precedente ammonizione scattata dopo un fallo su Ligi. La partita si fa nervosa con capitan D’Angelo che ha qualcosa da dire a Crimi. È comunque il Cesena, in superiorità numerica, a tenere in mano il pallino del gioco e a premere di più.

Al 37’ st Cesena pericoloso con un colpo di testa Ciano deviato involontariamente dal suo compagno di squadra Panico. Fa gridare al gol la conclusione al 40’ st di Bidaoui, palla sull’esterno della rete. Finale concitato: Cesena vicino al gol con Di Roberto su punizione, palla di poco alta sulla traversa. Ancora Di Roberto protagonista al 46’ st, ma la sua conclusione è clamorosamente fuori. Finisce 1-1.

Martedì prossimo, turno infrasettimanale nel giorno della Liberazione: l’Avellino sarà di scena ad Ascoli in un altro match salvezza. All’andata Cacia e soci sbancarono il Partenio-Lombardi con il risultato di 1-2.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Teatro Gesualdo Avellino

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com