www.giornalelirpinia.it

    18/08/2018

L’Avellino si fa corsaro ed espugna Brescia

E-mail Stampa PDF

Castaldo, autore del gol del 2-2, festeggiato da Bidaoui, D'Angelo e Asencio (fonte Us Avellino)Marcatori: 16’ pt Molina, 27’ e 28’ pt Torregrossa, 8’ st Castaldo, 16’ st Bidaoui

BRESCIA-AVELLINO 2-3

BRESCIA (3-5-2): Minelli; Somma, Gastaldello, Meccariello (26’ st Longhi); Cancellotti (39’ st Cortesi), Bisoli, Ndoj (26’ st Ferrante), Martinelli, Furlan; Caracciolo, Torregrossa. A disposizione: Pelagotti, Coppolaro, Bagadur, Tonali, Bandini, N'Diaye. Allenatore: Boscaglia.

AVELLINO (4-4-1-1): Radu; Ngawa, Kresic, Migliorini, Falasco (28’ st Laverone); Molina, De Risio, D'Angelo, Bidaoui (24’ st Gavazzi); Castaldo; Asencio (41’ st Pecorini). A disposizione: Lezzerini, Pozzi, Marchizza, Camarà, Di Tacchio, Evangelista, Wilmots. Allenatore: Novellino.

Arbitro: Antonello Balice di Termoli. Guardalinee: Rossi della sezione di Rovigo e Grossi della sezione di Frosinone. Quarto uomo: Di Paolo della sezione di Avezzano.

Ammoniti: 36’ pt Molina, 20’ st Ndoj, 33’ st Cancellotti, 35’ st Gastaldello, 38’ st Ngawa.

Recuperi: 0’più 5’.

BRESCIA – Inizia con una vittoria il nuovo anno per l’Avellino di Novellino che espugna il Rigamonti di Brescia al termine di una gara intensa e combattuta. Una gara dai due volti, comunque, sul fronte avellinese con un primo tempo da dimenticare soprattutto nel gioco difensivo, ed un secondo tempo sicuramente più propositivo sfociato nella conquista di una vittoria che mancava dal 23 settembre dello scorso anno quando una doppietta di Ardemagni consentì di espugnare il Silvio Piola di Novara. Ora l'Avellino si assesta lì, nella zona centrale del campo, e si appresta ad affrontare tra le mura amiche, sabato prossimo, la Cremonese dell'ex allenatore Tesser che naviga in piena zona play off.

La cronaca – Subito un’occasione d’oro per il Brescia nel primo minuto di gioco con Torregrossa la cui conclusione è deviata in angolo da Radu. Insistono in avanti i padroni di casa, l’Avellino soffre ed è costretto ad arretrare. Nuova occasione, al 4’ st, per Bisoli, lasciato solo in area, il cui tiro è fuori di poco. In difficoltà l’Avellino che fa fatica soprattutto in difesa. Al 6’ pt ci prova anche Caracciolo che approfitta dell’ennesimo scivolone nelle retrovie biancoverdi questa volta di Ngawa. Si dispera il tecnico Novellino che prova dalla panchina ad incitare i suoi ad una maggiore concentrazione. Arriva al 10’ pt il primo affondo dell’Avellino con Bidaoui che serve Asencio pronto a battere a rete: la palla è ribattuta dalla difesa di casa, poi viene fischiata una posizione di fuorigioco. Al 16’ pt Avellino in vantaggio: cross dalla sinistra di Bidaoui, si fa trovare pronto Molina che mette detto la palla con un un destro a volo nonostante il tentativo di deviazione del portiere di casa Minelli. Al 19’ pt miracolo di Radu che riesce ad annullare una conclusione ravvicinata di Caracciolo. Si ripete il portiere biancoverde, un minuto dopo, su una conclusione centrale ma violenta di Torregrossa. Le rondinelle tornano ora ad attaccare a testa bassa dopo la fase di sbandamento per il gol subito. E raggiungono prima l’obiettivo pareggio, poi quello del sorpasso con uno-due micidiale di Torregrossa che, grazie ad una difesa irpina che continua a godersi il bel sole del Rigamonti, fa fuori l’incredulo Radu prima con un colpo di testa al 27’ pt, poi con un violento tiro a volo un minuto dopo. Brescia 2-Avellino 1. Inviperito con i suoi il tecnico Novellino. Al 36’ pt ammonito Molina che, in quanto diffidato, salterà la gara con la Cremonese. Al 37’ pt Caracciolo fa partire un preciso tiro su punizione che Radu fa appena in tempo a deviare sul palo con la sfera che poi finisce oltre la linea di fondo. Avellino in evidente difficoltà.

Ripresa – In campo con le stesse formazioni. Non succede praticamente niente nei primi cinque minuti di gioco con le squadre che cincischiano a centrocampo in attesa delle mosse l’una dell’altra. Arriva, comunque, un po’ a sorpresa il pareggio dell’Avellino con il veterano Castaldo che approfitta di un autentico pasticcio difensivo di Ndoj e fa fuori Minelli con un delizioso esterno destro: Brescia 2-Avellino 2. All’11’ st Caracciolo lascia tutti in surplace, va in fuga e tira violentemente: para Radu. Salgono ora i ritmi della partita e l’Avellino capitalizza al massimo questo momento andando in vantaggio, al 16’ st, con Bidaoui autore di un bel tiro a giro. Ammonito Ndoj al 20’ st. Protestano i bresciani al 23' st per un fallo in area di Kresic su Torregrossa, l'arbitro fa cenno di proseguire. Rimane qualche dubbio. Al 24’ st prima sostituzione nelle file dell’Avellino: fuori Bidaoui, dentro Gavazzi. Risponde Boscaglia che, al 26’ st, manda in campo Ferrante e Longhi rispettivamente al posto di Ndoj e Meccariello. Un minuto dopo Laverone rileva Falasco. Cartellino giallo, al 33’ st, per Cancellotti, al 35’ st per Gastaldello. Al 36’ st grandissima giocata di Castaldo che prova a superare con un pallonetto il portiere Minelli ma la palla si stampa sulla traversa: sulla ribattuta fallisce clamorosamente il bersaglio Asencio. Terza ed ultima sostituzione al 39’ st nelle file del Brescia: esce Cancellotti, entra Cortesi. Nell’Avellino esce Pecorini, dentro Pecorini. Al 42’ st fallo su D’Angelo al limite dell'area di rigore lombarda: l'arbitro prima indica il dischetto, poi su indicazione del quato uomo assegna una punizione. Al 45’ st allontanato dalla panchina l'allenatore Novellino che, come al solito, si agita vistosamente. Cinque i minuti di recupero. Vani i tentativi dei padroni di casa di acciuffare il pareggio. L'Avellino, dopo una rimonta ed una controrimonta, vince 2-3 e conquista tre punti d'oro.

In aggiornamento…

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com