www.giornalelirpinia.it

    22/08/2018

Finale thrilling: l'Avellino s'illude con Moretti, il Cesena fa 1-1 con Cacia

E-mail Stampa PDF

 

Moretti si accinge a calciare il rigore (fonte Us Avellino)Marcatore: 45' st Moretti (rigore), 51' st Cacia

AVELLINO-CESENA 1-1

AVELLINO (3-5-2): Radu; Migliorini, Morero, Marchizza; Laverone, Molina, Di Tacchio, Wilmots (15′ st Moretti), Rizzato (32′ st Falasco); Asencio, Ardemagni (50′ st De Risio). A disp.: Lezzerini, Pecorini, Kresic, Vajushi, Evangelista, Cabezas. All.: Novellino.

CESENA (4-4-1-1): Fulignati; Donkor, Esposito, Scognamiglio, Fazzi; Vita, Schiavone, Fedele (17’ st Cascione), Laribi (29’ st Kupisz); Jallow; Moncini (15’ st Cacia). A disposizione: Agliardi, Melgrati, Perticone, Eguelfi, Chiricò, Suagher, Dalmonte, Ndiaye, Emmanuello. Allenatore: Castori.

Arbitro: Davide Ghersini di Genova. Guardalinee: Domenico Rocca di Vibo Valentia e Christian Rossi di La Spezia. Quarto uomo: Mario Vigile di Cosenza.

Ammoniti: 28’ pt Molina, 35’ pt Vita, 46' st Moretti

Recuperi: 0’ più 5’.

AVELLINO  – Finisce 1-1 allo stadio Partenio-Lombardi tra Avellino e Cesena che danno vita, dopo un gara tutto sommato tranquilla con poche emozioni per gli infreddoliti spettatori sugli spalti, ad un finale al cardiopalmo con l'Avellino che si porta in vantaggio su rigore con Moretti allo scadere del tempo ed il Cesena che pareggia all'ultimo secondo dei minuti di recupero con Cacia, un'autentica bestia nera per gli irpini contro i quali ha finora collazionato ben otto reti in carriera. La squadra di Novellino, cui viene rimproverata una improvvida gestione della sostituzione di Ardemagni dopo il gol del vantaggio, ancora una volta si è fatta rimontare e, visti i risultati della giornata, ha perso un'occasione per fare un bel balzo in classifica. Il campionato, comunque, è ancora lungo e tutto da giocare. Sabato prossimo Ardemagni e compagni saranno impegnati in trasferta sulla laguna contro il Venezia che oggi ha pareggiato con lo Spezia.

La cronaca – Bloccati due tifosi del Bologna colpiti da Daspo con obbligo di firma che avrebbero cercato di entrare nello stadio. Curva Sud fuori per protesta. Schermaglie iniziali dedicate dalle due squadre alla fase di studio. Si affaccia timidamente l’Avellino nell’area avversaria prima con Ardemagni, poi con Molina: libera la difesa romagnola. Ritmi blandi con il gioco che ristagna prevalentemente a centrocampo. Al 10’ prima azione offensiva dell’Avellino iniziata da una apertura a tutto campo di Wilmotz e conclusa da Ardemagni, para a terra Fulignati. Al 13’ pt palo di Ardemagni che gira a volo una palla messa dalla sinistra da Rizzato con Fulignati fuori gioco, libera provvidenzialmente Scognamillo. Al 15’ pt nuovo intervento del portiere ospite che mette in angolo una fucilata di Laverone. Avellino più intraprendente in questa fase della partita. Prova a reagire il Cesena affidandosi alle ripartenze soprattutto di Jallow. Al 24’ pt colpo di testa di Morero, para senza problemi Fulignati. Si fa più insistente la pressione dei padroni di casa. Al 28’ pt c’è la prima ammonizione dell’incontro: se la becca Molina per un fallo su Jallow. Al 35’ pt cartellino giallo anche per Vita autore di un fallo su Di Tacchio. Calano comunque i ritmi della partita nel finale del tempo. Si va al riposo senza recupero sul punteggio di 0-0.

Ripresa – Si riparte con le stesse formazioni. Avellino subito in avanti, al 2’ st c’è una conclusione violenta di Di Tacchio, palla alta e fuori. Insistono i biancoverdi che appaiono intenzionati a sbloccare il risultato: al 6’ st doppia conclusione in area romagnola prima di Migliorini di testa, poi di Asencio, para Fulignati. Arriva al 9’ st la reazione del Cesena con un tiro di Laribi di poco a lato. Ci prova al 12’ st anche Jallow ma la sua conclusione è abbondantemente alta. Sembra ora più reattiva la squadra di Castori che al 15’ st si gioca la carta Cacia, schierato al posto di Moncini. Risponde sull’altro fronte Novellino che manda in campo Moretti al posto del giovane Wilmotz. Al 17’ st Avellino vicino al vantaggio con Migliorini il cui colpo di testa viene messo in angolo da Fulignati con un provvidenziale intervento. Seconda sostituzione al 17’ st nelle file dei romagnoli: fuori Fedele, dentro Cascione. Salgono i ritmi della gara con le due squadre che ora si affrontano a viso aperto con l’intento di superarsi a vicenda. Al 29’ st terza ed ultima sostituzione nel Cesena: fuori Laribi, dentro Kupitz. Al 32’ st nelle file dell’Avellino esce Rizzato, dentro Falasco. Al 34’ st conclusione di testa di Morero su angolo di Moretti, palla di poco fuori. Al 36’ st Avellino di nuovo vicino al vantaggio con Ardemagni il cui colpo di testa da distanza ravvicinata viene deviato da un attento Fulignati. Insistono in avanti i padroni di casa: ci prova ancora Ardemagni di testa al 40’ st, palla di poco fuori. Al 43' rigore per l'Avellino per l'atterramento di Falasco da parte di Donkor, ex di turno: sul dischetto ci va Moretti che fa fuori Fulignati con un'autentica fucilata. Esplode il Partenio-Lombardi. Cinque i minuti di recupero. Al 50' st esce Ardemagni, dentro De Risio. Arriva però allo scadere il pareggio del Cesena con Cacia che di testa fa fuori Radu. Per il numero 10 ospiite è l'ottavo gol in carriere contro l'Avellino. Finisce 1-1.

Aggiornamento del 10 febbraio 2018, ore 18.30 - Le dichiarazioni di Novellino – "Non ho nulla da recriminare alla mia squadra, c'è solo il rammarico per non aver vinto una partita dominata. Continuando a giocare in questo modo, sono certo che ci toglieremo delle soddisfazioni. Siamo una delle poche squadre in serie B che esprime un bel gioco. Oggi avremmo meritato molto di più, ma sono contento della prestazione. Ardemagni ha giocato una buona partita, ma non è stato fortunato. Anche Wilmots ha fatto bene. Ora andremo a Venezia sperando di portare a casa la vittoria, scendiamo sempre in campo per vincere".

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com