www.giornalelirpinia.it

    15/08/2018

L’Avellino ritrova l’orgoglio, doma il Perugia e torna alla vittoria

E-mail Stampa PDF

Castaldo (fonte Us Avellino)Marcatori: 26’ pt e 12' st Castaldo

AVELLINO-PERUGIA 2-0

AVELLINO (4-4-1-1): Lezzerini; Pecorini, Ngawa, Migliorini, Falasco (17' st Marchizza); Molina (48' st Vajusci), De Risio, Di Tacchio, D’Angelo (9’ st Laverone); Castaldo, Asencio. A disposizione: Casadei, Pozzi, Moretti, Ardemagni, Morero, Morosini, Wilmots. Allenatore: Foscarini.

PERUGIA (3-5-1-1): Leali; Volta, Del Prete, Magnani; Mustacchio (19' st Buonaiuto), Kouan (6’ st Diamanti), Bianco, Gustafson, Germoni (24' st Terrani); Cerri, Di Carmine. A disposizione: Santopadre, Nocchi, Zanon, Colombatto, Belmonte, Dellafiore. Allenatore.: Breda.

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì. Guardalinee Gaetano Intagliata di Siracusa e Paolo Formato di Benevento. Quarto uomo, Nicola De Tullio di Bari.

Ammoniti: 28’ pt Kouan, 33’ pt Di Carmine, 16' st Di Tacchio, 24' st Bianco, 45' st Lezzerini

Recuperi: 2’ più 7’.

AVELLINO  – È una vittoria l'esordio di Foscarini sulla panchina dell'Avellino dopo il cambio di guardia con Novellino. La squadra irpina è apparsa rinata ed ha giocato su livelli agonistici veramente elevati come non si vedeva da mesi. A mettere il sigillo sul successo di questa sera è stato uno dei veterani in campo, Gigi Castaldo, a segno con una doppietta d'autore che, per il momento, allontana l'Avellino dalla zona pericolosa dei play out. L'Avellino è ora atteso, sabato prossimo, dalla trasferta in terra ligure contro la Virtus Entella, diretta concorrente nella corsa per non retrocedere.

La cronaca – Si parte sotto il volo beneaugurante di alcune colombe liberate dai tifosi della Curva Sud. Salta la fase di studio ed è subito bagarre con le due squadre che si affrontano a viso aperto all’insegna di un ruspante agonismo. Avellino vicino al gol, al 7’ pt, con una traversa colpita in pieno da Castaldo, di testa, su cross di Falasco. Immediata la reazione degli umbri che si riversano in avanti con pericolose ripartenze. Ritmi elevati. Al 12’ pt veloce incursione verso la porta irpina di Di Carmine, libera Migliorini. Al 16’ pt fallo a centrocampo su Asencio, sulla successiva punizione di Di Tacchio nuova occasione per l’Avellino con D’Angelo che prova a girarsi in area dopo un cross di Molina, palla fuori. Insistono in avanti i padroni di casa decisi a capitalizzare con un gol questa loro pressione. E ci riescono al 26’ pt con Castaldo, finora autentico protagonista nelle file biancoverdi, autore di un ennesimo colpo di testa, su cross di Falasco, che fa fuori Leali. Arriva al 28’ pt la prima ammonizione della gara: se la becca Kouan del Perugia per un fallo su Castaldo. Cartellino giallo al 33’ pt anche per Di Carmine per un fallaccio da tergo su Falasco al limite dell'espulsione. Sono ora gli umbri a premere di più in cerca del gol del pareggio. Al 36’ pt Migliorini sbroglia una difficile situazione su conclusione ravvicinata in area piccola di Cerri. Finale intenso. Al 44’ pt Avellino vicino al raddoppio con duplice conclusione ravvicinata prima di Castaldo, poi di D’Angelo, palla in angolo. Due i minuti di recupero. Al 46’ st è il Perugia a poter andare a segno con Mustacchio che non arriva a deviare un pallone servitogli da Cerri. Finisce il primo tempo con i lupi in vantaggio di un gol.

Ripresa – In campo con le stesse formazioni. Ritmi subito di nuovo elevati con le due squadre impegnate a raggiungere ciascuna il proprio obiettivo: il gol del raddoppio l’Avellino, quello del pareggio il Perugia. Al 6’ st prima sostituzione nelle file del Perugia: fuori Kouan, dentro Diamanti. Al 9’ st nell’Avellino Laverone rileva D’Angelo.  Al 12' st c'è il raddoppio dell'Avellino ancora con Castaldo che, approfittando di una dormita generale della difesa umbra, fa secco Leali con un rasoterra su cui pesa anche una deviazione di Bianco. Avellino 2-Perugia 0. Esplode il Partenio-Lombardi. Al 17' st Marchizza in campo al posto di Falasco. Risponde il Perugia nelle cui file un minuto dopo Buonaiuto rileva Mustacchio. Al 24' st c'è anche la terza sostizione con Terrani in campo al posto di Germoni. Ammonito Bianco per un fallo su Di Tacchio. La gara sembra avviarsi verso un epilogo ormai nettamente a favore dei padroni di casa grazie al sigillo impresso dalla doppietta di Castaldo. Il Perugia, comunque, prova ancora a reagire anche se la sua manovra ha perso il dinamismo che l'aveva caratterizzata soprattutto nel primo tempo. Avellino al 31' st ancora vicino al gol con Molina, palla di poco fuori. Ancora un'occasione al 34' st con Migliorini che prova a superare con un colpo di testa Leali che però è attento e blocca. Al 39' st pericolosa conclusione di Di Carmine, sfera in angolo. Sul capovolgimento di fronte è costretto ad uscire dall'area Leali per anticipare Molina in corsa. Sempre Molina, al 40', fallisce clamorosamente il gol del 3-0. Saranno 7 i minuti di recupero (l'altoparlante ne annuncia addirittura 12). Al 48' st esce Molina, dentro Vajusci. Vani gli ultimi tentativi del Perugia di segnare almeno un gol. Il risultato non cambia: Avellino 2-Perugia 0.

Aggiornamento del 9 aprile 2018, ore 23.05 - Le dichiarazioni di Foscarini - "Stasera, fin dall'inizio, abbiamo giocato in maniera molto intelligente. Speravo e credevo in una prestazione così, i ragazzi mi hanno accontentato. Ora bisogna continuare su questa strada".

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com