www.giornalelirpinia.it

    19/06/2018

L’Avellino batte la Ternana ed è salvo

E-mail Stampa PDF

Ardemagni e Castaldo

Marcatori: 9’ pt Signori, 39’ pt Ardemagni, 45’ pt Castaldo

TERNANA-AVELLINO 1-2

TERNANA (4-3-1-2): Plizzari; Vitiello (1’ st Valjent), Rigione, Signorini, Zanon (16’ st Angiulli); Defendi, Signori, Statella; Tremolada (35’ Varone); Carretta, Finotto. A disposizione: Bleve, Sala, Bordin, Capitani. Allenatore: De Canio.

AVELLINO (4-4-2): Radu; Laverone, Kresic, Migliorini, Falasco (31’ st Ngawa); Gavazzi, Di Tacchio, Wilmots, Molina (22’ st D’Angelo); Castaldo, Ardemagni (39’ st Asencio). A disposizione: Casadei, Lezzerini, Moretti, Morero, Morosini, Bidaoui, Rizzato. Allenatore: Foscarini.

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma1. Guardalinee: Oreste Muto di Torre Annunziata e Gianluca Sechi di Sassari. Quarto uomo, Francesco Guccini di Albano Laziale.

Ammoniti: 28’ pt Kresic

Recuperi: 3’ più 4’.

TERNI –  L’Avellino ce la fa, vince contro la Ternana nell’ultima gara di campionato e conquista la matematica permanenza in serie B. La squadra di Foscarini salva così la stagione che sembrava in bilico dopo le deludenti prestazioni dell’ultima fase di campionato sfociata nel cambio di allenatore dopo l’esonero di Novellino. Un ruolo importante, al di là delle non poche polemiche e contrapposizioni che ci sono state con la società nel corso dell’anno, ancora una volta l’hanno svolto i tifosi che sono accorsi in massa al Liberati di Terni per stare vicini alla squadra sostenendola sempre con cori ed incitamenti anche dopo lo sbandamento iniziale ed il vantaggio dei padroni di casa. Non è un caso, poi, che a mettere il sigillo alla vittoria finale, dopo il gol del vantaggio di Signori ed il pareggio di Ardemagni, sia stato il bomber di Giugliano, quel Gigi Castaldo che dall’alto della sua esperienza e del suo ruolo-guida all’interno del gruppo, ha costituito un autentico punto di riferimento nella fase cruciale del campionato, segnando peraltro gol importanti e decisivi nelle ultime tre partite.

Ora, dopo la gioia e la festa per la salvezza, verrà il tempo dei bilanci ma, soprattutto, quello della ripartenza con l’impostazione di un programma chiaro e ben definito sul piano societario in grado di dare un po’ di certezze e sicurezza alla tifoseria senza costringerla a dover soffrire, e non poco, come è successo, senza andare lontani nel tempo, nelle ultime due stagioni.

La cronaca – Ultimi 90 minuti per l’Avellino che, conquistando una vittoria contro la Ternana, avrebbe la certezza matematica della permanenza in serie B. Foscarini si affida ad un 4-4-2 iniziale con la coppia d’attacco Castaldo-Ardemagni. Si parte. Gran tifo da parte dei circa 2000 tifosi biancoverdi assiepati nel settore ospiti dello stadio Liberati. Al 4’ pt c’è una prima conclusione di Gavazzi da fuori area alta sulla traversa. Al 7’ pt prima occasione da rete per l’Avellino con Castaldo che, servito da Gavazzi, prova a concludere con un tiro a volo, palla fuori. Al 9’ pt Ternana in vantaggio con Signori che devia in porta un pallone messo in area da Carretta. Prova subito a reagire l’Avellino, ma gli umbri appaiono in grado di controllarne la manovra offensiva. Al 17’ pt pericoloso diagonale dalla destra di Defendi, sfera sul fondo. Sono comunque le fere rossoverdi a dettare i ritmi della gara. Al 19’ pt Avellino vicinissimo al gol del pareggio con una gran botta dal limite di Di Tacchio, salva sulla linea di testa Zanon. Gli irpini appaiono come imbambolati, irretiti in una sorta di blocco collettivo che non fa per nulla decollare quella reazione che tutti si attendono. Ammonito al 28’ pt Kresic per una trattenuta su Finotto. Al 33’ pt Ternana ancora pericolosa proprio con Finotto che s’incunea in area e tira, palla frenata dall’intervento in scivolata di Wilmotz. Al 35’ pt gioco fermo per soccorrere Falasco infortunatosi alla testa dopo uno scontro con Carretta. Alla ripresa del gioco arriva, al 39’ pt, il pareggio dell’Avellino con Ardemagni che di testa fa fuori Plizzari. Ternana 1-Avellino 1. Manovrano ora i biancoverdi con maggiore tranquillità ed al 45’ pt arriva anche il gol del vantaggio con Castaldo imbeccato in area da Molina dopo una talentuosa iniziativa di Wilmotz. Tre i minuti di recuperi. Finisce il tempo con l’Avellino in vantaggio.

Ripresa – Nella Ternana Valjent in campo al posto di Vitiello ad inizio di secondo tempo. Si ripresenta subito in attacco la squadra irpina che prova a rimpinguare il bottino segnando il gol della tranquillità. Riesce, comunque, nell’intento di tenere i padroni di casa sotto pressione smorzandone sul nascere qualsiasi tentativo di manovra offensiva. Giocano ora con maggiore tranquillità i biancoverdi che vedono avvicinarsi il traguardo della salvezza. Al 16’ st Angiulli rileva Zanon nelle file della Ternana. Al 22’ st nell’Avellino D’Angelo in campo al posto di Molina.. Al 24’ st ci prova dalla distanza Angiulli, palla sul fondo. Risponde sull’altro fronte Castaldo la cui conclusione a volo finisce fuori. Gara ormai avviata verso l’epilogo. Al 31’ st seconda sostituzione nelle file dell’Avellino: fuori Falasco, dentro Ngawa. Al 35’ st pericolosa conclusione di testa di Signori su punizione di Carretta. Subito dopo Varone rileva Tremolada. Al 39’ st esce Ardemagni, in campo ci va Asencio. Inizia la festa dei tifosi irpini sugli spalti del Liberati. Quattro i minuti di recupero. Il risultato non cambia: Ternana 1-Avellino 2.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com