www.giornalelirpinia.it

    17/11/2019

L’Avellino ritrova l’orgoglio e batte il Budoni

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Calcio7_budonav.jpgMarcatori: 22’ pt Da Dalt, 31’ pt e 49’ Tribuzzi, 5’ st Spano, 47’ st Ciotola.

BUDONI-AVELLINO 1-4

BUDONI (4-3-3): Donini, Farris, Varrucciu, Pantano; Musu, Spina (28' st Santoro), Murgia, Raimo (35' st Pusceddu); Varela, Sariang, Spano. A disposizione: Trini, Maccioni, Gungui, Cissè, Valerio, Saiu, Scanu. Allenatore: Cerbone.

AVELLINO (4-3-3): Pizzella; Dionisi, Morero (43’ pt Capitanio), Dondoni, Parisi; Matute, Di Paolantonio, Carbonelli; Tribuzzi, De Vena (28’ st Sforzin), Da Dalt (32’ st Ciotola). A disposizione: Lagomarsini, Patrignani, Gerbaudo, Mentana, Omohonria, Buono. Allenatore: Bucaro.

Arbitro: Simone Piazzini della sezione di Prato. Guardalinee: Matteo Besozzi della sezione di Sondrio e Luca Landoni della sezione di Milano.

Ammoniti: 12’ pt De Vena, 27’ pt Matute, 39’ st Murgia

Recuperi: 2’ più 4’.

Note: angoli 3-3

BUDONI (Sassari) – L'Avellino torna alla vittoria battendo il Budoni per 4-1 e riscattando subito la sconfitta di domenica scorsa, sempre in terra di Sardegna, contro il Torres. La squadra di Bucaro è esplosa nel finale con un uno-due messo a segno da Ciotola e Tribuzzi in due azioni di veloce contropiede, annullando così i tentativi dei padroni di casa di poter conquistare, con il risultato ancora in bilico, il gol del pareggio. Il lavoro di Bucaro sembra per ora aver avuto i suoi frutti anche se per il tecnico siciliano c'è ancora molto da fare soprattutto sul piano psicologico nei confronti di alcuni dei suoi uomini che, vedi Pizzella, hanno bisogno di trovare tranquillità ed acquisire maggiore sicurezza. Ma in tal senso bisognerà attendere la fine di questo girone di andata ed un primo bilancio lo si potrà fare solo dopo l'ultima gara prevista dal calendario, quella contro il Latina, in programma domenica prossima allo stadio Partenio-Lombardi con inizio alle ore 16:30.

La cronaca – Squadre che si attardano nella fase di studio con il gioco che ristagna prevalentemente a centrocampo senza pericoli da segnalare in fase offensiva. Al 6’ pt c’è la prima conclusione dell’Avellino con Matute, sfera abbondantemente fuori. Prova il Budoni a dare maggiore consistenza alla propria manovra ma l’Avellino appare attento e pronto a chiudere gli spazi. Ammonito al 12’ pt De Vena per proteste. Non decolla per ora la partita con le due squadre che badano più a controllarsi a vicenda che ad impostare un minimo di gioco. Al 17’ pt c’è un pericoloso pallone crossato dalla destra da Varela, non ci arriva per poco Sarlang. Si sblocca il match al 22’ pt grazie a Da Dalt che, servito da Tribuzzi, fa partire una conclusione che porta in vantaggio l’Avellino. Al 27’ pt viene ammonito Matute che, in quanto diffidato, non potrà giocare nella gara di domenica prossima, insieme agli squalificati Pizzella, Morero e Tribuzzi, con il Latina. Appare più convinto l’Avellino che, al 31’ st, si porta sul 2-0 con Tribuzzi, autore di un gran tiro sul quale nulla può fare il portiere Donini. Prova a reagire il Budoni: al 35’ pt pericolo dinanzi alla porta irpina portato, dopo un cross di Varela, da Sariang la cui conclusione finisce però fuori. Al 43’ pt Capitanio in campo al posto di Morero che accusa problemi muscolari. Due i minuti di recupero. Finisce il primo tempo con l'Avellino in vantaggio per 2-0.

Ripresa – Non ci sono cambi. È il Budoni a cercare subito di accorciare le distanze e ci riesce al 5’ st, grazie anche ad una evidente incertezza di Pizzella, con Spanu con un tiro da fuori area certo non irresistibile. L’Avellino accusa il colpo e va in difficoltà, cercano naturalmente di approfittarne i padroni di casa che all’8’ st sfiorano il gol del 2-2 con Farris dopo un altro svarione difensivo, questa volta di Di Paolantonio. Si fa più incalzante la manovra dei sardi che non ci stanno a perdere, l’Avellino sembra aver superato il momento di sbandamento di questa prima parte della ripresa. Gara, comunque, con risultato in bilico e tutta da giocare. Al 21’ st conclusione dalla distanza di Matute, para a terra Donini. Ritmi ora più blandi. Al 25’ st tiro a volo di Spanu che finisce di poco fuori. Al 28’ st inizia la partita di Sforzini che prende il posto di De Vena. Nel Budoni Santoro rileva Spina. Al 32’ st Ciotola in campo al posto di Da Dalt. Nel Budoni al 34’ st Pusceddu schierato al posto di Raimo. Grossa ingenuità, al 36’ st, del portiere dell’Avellino Pizzella che mette giù Sariang all’altezza della linea di fondo, l’arbitro concede il rigore, ma il suo assistente segnala la palla già fuori. Due minuti dopo ci prova Tribuzzi con un tiro in corsa, para Donini. Ammonito al 39’ st Murgia per proteste. Saranno quattro i minuti d recupero. Al 47’ st e 49’ st l’Avellino, in contropiede, mette al sicuro il risultato prima con il neo entrato Ciotola, poi con Tribuzzi, autore oggi di una doppietta. In aggiornamento…

Aggiornamento del 19 dicembre 2018, ore 18.05 – Le dichiarazioni del tecnico Giovanni Bucaro - "Avevo detto all'inizio della mia avventura che vince chi sa soffrire, noi abbiamo sofferto e abbiamo portato i tre punti a casa. Dopo un primo tempo giocato benissimo, con un nuovo modulo inserito in appena due giorni ed interpretato al di sopra delle mie aspettative, siamo nuovamente andati in affanno. Questa volta però il gruppo si è compattato ed ha risposto alla grande. Era importante dare un segnale in questo senso".

Alessandro Di Paolantonio: "Ora non ci resta che chiudere il girone d'andata nel miglior modo possibile serve un'altra vittoria davanti al nostro pubblico per scacciare definitivamente i fantasmi dello stop con la Torres. Ringraziamo sempre i nostri tifosi, che anche di mercoledì in Sardegna hanno fatto sentire il loro supporto e ci danno lo stimolo e la carica giusta per continuare a raccogliere risultati positivi".

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com