www.giornalelirpinia.it

    19/10/2019

L’Avellino senza carattere, il Cassino ha vita facile e vince

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Calcio7_cass_ino.jpg

Marcatori: 25’ pt e 27 st Ricamato, 6’ st De Vena (rigore)

CASSINO-AVELLINO 2-1

CASSINO (3-5-2): Palombo, Mattera, Di Filippo, Carcione, Ricamato, Prisco, Tirelli, Centra, Tomassi, Marcheggiani (44’ st Scibilia), Nocerino. A disposizione: Della Pietra, Lombardi, Tribelli, Zegarelli, Sfavillante, Delicato, Di Sotto, Darboe. Allenatore: Urbano.

AVELLINO (4-3-3): Viscovo; Betti (39’ st Omohonria), Morero, Dionisi (1’ st Dondoni), Parisi; Matute, Rizzo (10’ st Di Paoloantonio), Gerbaudo (1’ st Sforzini); Tribuzzi, De Vena, Da Dalt (32’ st Pepe). A disposizione: Lagomarsini, Falco, Buono, Capitanio. Allenatore: Bucaro.

Arbitro: Luca Zucchetti della sezione di Foligno. Guardalinee: Marco Toce di Firenze e Paolo Biancucci di Pescara.

Ammoniti: 46’ pt Tomassi, 11’ st Carcione, 37’ st Morero.

Espulso: 5' pt Capitanio allontanato dalla panchina per proteste.

Recuperi: 1’ pt’ più 3’.

Note: angoli 1-6.

CASSINO (Frosinone)  – Ancora un flop dell'Avellino che esce sconfitto dal confronto con il Cassino e si allontana decisamente dalla vetta con la capolista Lanusei a ben 10 punti di distanza. La squadra di Bucaro, dopo un primo tempo a dir poco deludente, ha provato a reagire ad inizio di ripresa conquistando il pareggio su rigore con il solito De Vena ma, una volta di nuovo sotto, ha dimostrato di non saper reagire con la giusta determinazione e concentrazione palesando mancanza di carattere e poca convinzione.

La cronaca – Cassino subito in avanti per cercare di colpire a freddo e sorprendere gli avversari. Bello lo spettacolo offerto sugli spalti dalle opposte tifoserie: nutrita la rappresentanza di supporters biancoverdi presenti al Gino Salveti. Al 5’ pt cartellino rosso per Capitanio che è costretto a lasciare la panchina perché resosi responsabile di proteste nei confronti del direttore di gara. Non decolla la partita che, per ora, viene interpretata con un eccessivo tatticismo che frena non poco la manovra offensiva su entrambi i fronti. Al 12’ pt conclusione di testa di De Vena su punizione di Gerbaudo, sfera che finisce a lato della porta difesa da Palombo. Poche, veramente poche le emozioni che vengono dal campo con le due squadre che si controllano a vicenda a discapito di un qualsiasi tentativo di impostazione di trama offensiva. Arriva, però, al 25’ pt la svolta con il Cassino che si porta in vantaggio con Ricamato lesto a mettere dentro un pallone nonostante il tentativo di uscita di Viscovo. Senza convinzione e priva di consistenza offensiva la reazione dell’Avellino che fa fatica a superare il muro eretto nella zona centrale del campo dai ciociari. Non fanno, comunque, mancare il loro sostegno i tifosi biancoverdi che continuano ad incitare la squadra. Tentativo di conclusione, al 43’ pt, di Matute che raccoglie una respinta in area laziale, niente da fare. Costretto ad uscire, nel finale di tempo, Viscovo fuori area per anticipare la corsa di un avversario lanciato a rete. Arriva nel minuto di recupero la prima ammonizione della gara per Tomassi, autore di un fallo su Da Dalt. Si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio per 1-0.

Ripresa – Sforzini e Dondoni in campo, ad inizio  di ripresa, al posto di Gerbaudo e Dionisi. Subito pericoloso Sforzini in area, non si fa sorprendere Palombo. Avellino più aggressivo in questo avvio di secondo tempo per cercare di rientrare in partita. Al 5’ st arriva il rigore per l’Avellino per un fallo di Nocerino in area su Tribuzzi. Sul dischetto ci va De Vena che fa fuori Palombo realizzando il gol dell’1-1 e portando a quota 14 il proprio bottino personale di reti in questa stagione. Terzo cambio, al 10’ st, nelle file dell’Avellino con Di Paoloantonio in campo al posto di Rizzo. All’11’ st ammonito Carcione del Cassino per un fallo su Da Dalt. Al 14’ st colpo di testa in area di Tribuzzi su cross di Sforzini, palla alta sulla traversa. Avellino ora più convinto ed in grado di esercitare una maggiore pressione. Al 16’ st tentativo di testa di Morero, palla fuori. Ancora una conclusione di testa di Sforzini, colpita la parte alta della traversa. Al 22’ st sfiora il palo della porta di Palombo la conclusione di Da Dalt in piena azione di contropiede. Arriva, però, al 27’ st nella più classica azione di contropiede il raddoppio del Cassino, sempre con Ricamato, servito alla perfezione da Rizzo. Cassino 2-Avellino 1.Tutto da rifare per l’Avellino che ha ora poco più di un quarto d’ora di tempo per cercare di ribaltare le sorti di questa partita. Al 32’ st il neo acquisto Pepe in campo al posto di Da Dalt. Al 37’ st ammonito Morero per un fallo su Marcheggiani. Pericolosa la conclusione, un minuto dopo, del numero 32 del Cassino che lambisce il palo. Al 39’ st Omohonria rileva Betti.  Al 44’ st Scibilia in campo al posto di Marcheggiani. Tre i minuti di recupero. Il risultato non cambia. In aggiornamento

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com