www.giornalelirpinia.it

    16/11/2019

L’Avellino batte il Latina ma sarà spareggio con il Lanusei

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Calcio7_latinaav.jpg

Marcatori: 29’ pt De Vena, 42’ pt Tribuzzi

LATINA-AVELLINO 0-2

LATINA (3-5-2):

Maltempi; Tinti, Ranellucci, Sanna (42' st Energe); Galasso, Marino (1' st Veneziani), De Martino, Cittadino (44' st Maiorano), Atiagli; Fioretti (24' st Masini), Merlonghi (33' st Minicucci). A disposizione: Guddo, Manes, Barberini, Caternicchia. Allenatore: Di Napoli.

AVELLINO (4-4-2): Viscovo; Betti, Morero, Dionisi, Parisi; Tribuzzi, Matute, Di Paolantonio (13' st Gerbaudo), Da Dalt (36' st Ciotola); De Vena, Alfageme (25' st Sforzini, 47' st Buono). A disposizione:  Lagomarsini, Mentana, Carbonelli, Omohonria, Dondoni. Allenatore: Bucaro.

Arbitro: Marco Emmanuele di Pisa. Guardalinee: Vincenzo Pedone di Reggio Calabria e Lorenzo Mazzarà di Messina.

Ammoniti: 17’ st De Martino, 31’ st Cittadino

Recuperi: 3’ pt più 5’ st.

Note: angoli 2-5

LATINA  – Non è bastata la decima vittoria consecutiva all'Avellino per poter festeggiare la conquista della serie C visto e considerato che ancora una volta il Lanusei, in piena zona Cesarini, anzi, dati i precedenti, si potrebbe ben dire in zona Lanusei, si è imposto per 2-1 a Rocca Priora sulla Lupa Roma. I biancoverdi, sostenuti dal primo all'ultimo secondo di gioco da un appassionato stuolo di tifosi giunti dall'Irpinia, hanno espugnato con il più classico dei risultati lo stadio Francioni di Latina andando a segno prima con De Vena, poi con Tribuzzi, vale a dire due dei protagonisti di questa lunga rimonta che a più d'un osservatore sembrava difficile, se non addirittura impossibile. Così non è stato, come ha dimostrato quello che, nel gioco del calcio, al di là di alchimie di varia natura che possono in qualche modo incidere sul raggiungimento del traguardo finale, rimane sempre il campo, il terreno di gioco. Sarà spareggio, dunque. Si è, ora, in attesa di conoscere data e campo per sapere chi, tra irpini e sardi, potrà festeggiare il grande balzo in Lega Pro.

Una riconoscimento a parte, comunque, volendo fare un rapido bilancio a caldo di questo campionato, va fatto ai tifosi irpini che hanno dimostrato, ancora una volta, un attaccamento ai colori biancoverdi che, in qualche modo, senza voler scomodare i fasti della grande stagione in serie A durata ben dieci anni consecutivi (un record ancora insuperato per quanto riguarda le cosiddette squadre di provincia), ci richiama alla memoria le memorabili stagioni del calcio avellinese di serie D disputate al Piazza d'Armi con un spirito sportivo ed un senso di appartenza alla propria terra che questa nuova generazione di tifosi ha saputo interpretare e portare avanti in modo veramente encomiabile.

La cronaca – Si parte. È la gara, ultima di campionato, che probabilmente sancirà, salvo disputa dello spareggio, la promozione in Lega Pro. A contendersela ci sono Avellino e Lanusei. Folta la rappresentanza di tifosi biancoverdi sistemati nella tribuna laterale dello stadio Francioni.

Ritmi subito elevati in campo con le due squadre che si affrontano a viso aperto. Al 3’ pt c’è un timido tentativo di conclusione di Da Dalt respinto dalla difesa. Non ha, al 5’ pt, nessun esito il tiro di De Vena che appare, comunque, molto tonico. Al 9’ pt prima incursione in avanti del Latina con un cross di Galasso a cercare Merlonghi che non ci arriva di poco. Risponde l’Avellino con Dionisi che per poco non arriva su un bel cross Di Paolantonio. Aumenta la pressione dei biancoverdi che provano ora a capitalizzare questa iniziale supremazia territoriale. S’incunea, al 17’ pt, Alfageme in area tra due avversari, ma all’ultimo momento viene fermato dalla difesa di casa. Sul capovolgimento di fronte pericolo in area irpina portato da Fioretti la cui conclusione viene neutralizzata da Viscovo. Perde un po’ la testa, al 20’ pt, il portiere biancoverde protagonista di una respinta sui piedi di Merlonghi, palla a Marino che invece di tirare a porta vuota cerca di servire maldestramente un compagno di squadra. Pericolo scampato miracolosamente dall’Avellino che deve ora serrare le fila per cercare di contenere l’offensiva dei padroni di casa. Arriva, intanto, la notizia del vantaggio del Lanusei a Rocca Priora sulla Lupa Roma. Risponde subito l’Avellino che, al 29’ pt, si porta in vantaggio con il solito De Vena servito dal Tribuzzi. Per il numero 9 dell’Avellino è il 20simo gol della stagione. Per ora è spareggio tra irpini e sardi. Mette il sigillo alla vittoria, al 42’ pt, Tribuzzi che, dopo uno scambio in contropiede con Matute, mette a segno il gol del 2-0. Grande festa sugli spalti dei tifosi biancoverdi che gioiscono ancora di più alla notiza del pareggio della Lupa Roma con Lanusei. Avellino, in questo momento, in Lega Pro. Tre i minuti di recupero. Si va al riposo con l’Avellino in vantaggio per 2-0.

Ripresa – Cambio nel Latina: al 1’ st Veneziani rileva Marino. Buon inizio dell’Avellino che, al 2’ st, si rende subito pericoloso con Alfageme che per poco non arriva a deviare in porta una palla messa in area dalla destra da Tribuzzi. Un po’ rassegnato il Latina che appare in difficoltà a superare il muro eretto nella zona nevralgica del campo dall’Avellino. Arriva al 9’ st un primo tentativo di reazione da parte dei pontini ma la difesa irpina è attenta a neutralizzare la conclusione a rete. Nuovo pericolo in area irpina, al 12’ st, portato dal neo entrato Veneziani il cui colpo di testa supera di poco la traversa della porta di Viscovo. Al 13’ st esce Di Paolantonio, al suo posto in campo ci va Gerbaudo. Al 18’ st punizione di Gerbaudo dall’altezza dell’area grande, respinge la barriera, sfera in angolo. Al 24’ st nel Latina Masini prende il posto di Masini; al 25’ st  nell’Avellino Sforzini rileva Alfageme. Latina pericoloso, un minuto dopo, con Merlonghi la cui conclusione è però fuori. Segnano i pontini, al 28’ st con Masini di testa, ma viene fischiato il fuorigioco. Cresce, in questa fase, la pressione dei laziali. Ammonito al 31’ st Cittadino autore di un un fallaccio su Da Dalt. Al 33’ st Minicucci in campo al posto di Merlonghi. Al 36’ st Ciotola rileva Da Dalt. A Rocca Priora è sempre 1-1 tra Lupa Roma e Lanusei che ha appena colpito una traversa. Scaramucce verbali, nell’area panchine, tra l’allenatore del Latina Di Napoli e Alfageme. Al 42’ st Energe in campo al posto di Sanna. Ancora 1-1 a Rocca Priora. Al 45’ st Maiorano sostituisce Cittadino. Saranno cinque i minuti di recupero. Non ce la fa Sforzini sostituito al 47’ st da Buono. C’è all’ultimo minuto il gol del vantaggio del Lanusei. Sarà spareggio con l’Avellino. In aggiornamento…

Aggiornamento del 5 maggio 2019, ore 18. 01 – Le dichiarazioni di Bucaro - "Abbiamo fatto un lavoro eccellente, oggi come negli ultimi mesi, ora dobbiamo fare un ultimo sforzo. Quando c'è una gara secca è impossibile fare pronostici, sono match a parte in cui vince chi ha più voglia. Noi proveremo a mettere la ciliegina sulla torta al nostro girone di ritorno. l campo? Mi auguro che si sceglierà una sistemazione adeguata per questo match.

Matteo Gerbaudo: "Il nostro è un trend più che positivo, veniamo da ottimi risultati e stiamo bene fisicamente. Due mesi fa ci davano tutti per spacciati, nessuno pensava che oggi ci saremmo trovati qui. Ora tra una settimana affronteremo lo spareggio e vincerà il migliore".

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com