www.giornalelirpinia.it

    13/10/2019

Lo spareggio/L’Avellino batte il Lanusei e festeggia la conquista della serie C

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Calcio7_rieti_spar.jpgMarcatori: 39’ pt De Vena, 4’ st Tribuzzi

AVELLINO-LANUSEI 2-0

AVELLINO (4-4-2): Viscovo; Betti, Morero, Dionisi, Parisi; Tribuzzi, Di Paolantonio (40' st Buono), Matute, Da Dalt (44' st Ciotola); De Vena (37’ Sforzini), Alfageme (18’ st Gerbaudo). A disposizione: Lagomarsini, Ciotola, Mentana, Carbonelli, Omohonria, Dondoni. Allenatore: Bucaro.

LANUSEI (4-3-3): La Gorga, Kovadio (35’ st Sicari), Congiu (11’ st Girasole), Esposito, Carta; Demontis, Ladu, Likaxhiu (19’ st Mastromarino); Jo. Tenkorang (11’ Quatrana), Bernardotto (29’ st (Bonu) , Floris. A disposizione: Chingari, Righetti, Ja. Tenkorang, Nannini, Sicari. Allenatore: Gardini.

Arbitro: Davide Di Marco di Ciampino. Guardalinee: Ciro Di Maio di Molfetta Reggio Calabria e Markijan Voytyuk di Ancona.

Ammoniti: 21’ pt Esposito, 34’ pt Dionisi, 21’ st Matute, 30’ st Morero

Recuperi: 1’ pt più 5’ st.

Note: angoli 4-2

RIETI  – L'Avellino centra la promozione in Lega Pro battendo con il più classico dei punteggi il Lanusei nello spareggio disputato allo stadio Centro d'Italia-Manlio Scopigno di Rieti. De Vena e Tribuzzi gli autori dei due gol, uno per tempo, con cui la squadra di Bucaro ha avuto ragione di un avversario che pure è stato un indiscusso protagonista di questo giorne del campionato di Lnd. Grande lo spettacolo offerto sugli spalti dai tifosi irpini che hanno sostenuto i loro beniamini dal primo all'ultimo minuto della gara con un calore incessante ed una passione ed un attaccamento ai colori biancoverdi straordinari. Alla fine è iniziata la festa che, grazie ai social, viene vissuta con una partecipazione immensa anche da chi ha seguito la partita da casa.

La cronaca – Incredibile lo spettacolo offerto dalla tifoseria irpina accorsa in massa allo stadio Centro d’Italia-Manlio Scopigno di Rieti per lo spareggio del girone G del campionato di Lnd che deciderà chi tra Avellino e Lanusei andrà in Lega Pro. Si parte. È subito bagarre con le due squadre che si danno battaglia dalle prime battute con ritmi agonistici veramente elevati. L’arbitro Di Marco è costretto a fischiare molto per cercare di tenere sotto controllo la partita. Pericoli, comunque, per le due porte finora non ce sono stati. Al 16’ pt sfiora l’incrocio dei pali Tribuzzi con una conclusione a parabola dalla sinistra, sfera sul fondo. Risponde il Lanusei con Ladu ma senza creare problemi. Ammonito al 21’ pt Esposito per gioco scorretto. Primo tentativo di conclusione, al 27’ pt, del Lanusei con Demontis, palla abbondantemente fuori. Assordante ed incessante il tifo dei supporter biancoverdi che incitano i loro beniamini con cori, striscioni e sventolio di bandiere. Poche, comunque, finora le risposte dal campo sul piano delle occasioni da rete. Al 34’ pt cartellino giallo per Dionisi per comportamento non regolamentare. Al 39’ pt Avellino in vantaggio con De Vena che mette in rete una palla crossata dalla sinistra da Parisi. Esplode il tifo biancoverde. Prova subito a reagire il Lanusei che si riversa in avanti in cerca del gol del pareggio. Arriva in tribuna il patron dell’Avellino Gianandrea De Cesare che fa fatica a prendere posto per l’entusiasmo a mille dei tifosi che lo circondano da tutti i lati. Lanusei vicino all’1-1 nel minuto di recupero concesso dall’arbitro Di Marco grazie ad conclusione di Bernardotto che Viscovo riesce a neutralizzare con un guizzo finale decisivo. Si va, comunque, negli spogliatoi con l’Avellino in vantaggio per 1-0. Cerca il gol il neo entrato Sforzini che, al 42’ st, sfiora il palo.

Ripresa – Si riparte con le stesse formazioni. Il Lanusei prova timidamente ad affacciarsi in avanti ma è l’Avellino che, al 4’ st, segna il gol del 2-0 con Tribuzzi con De Vena bravo a fare da filtro e a lasciar passare un pallone conquistato da Da Dalt. Incontenibile il tifo sugli spalti dei supporter di fede biancoverde che stanno dando vita, dall’inizio della partita, ad un’autentica bolgia. Trema letteralmente la tribuna quando i tifosi, tutti insieme, saltellano sulle gradinate: vanno purtroppo a vuoto i ripetuti appelli dello speaker dello stadio su questo comportamento pericoloso.

All’11’ st duplice cambio nelle file del Lanusei: fuori Congiu e Tenkorang, dentro Girasole e Quatrana. Intanto, nuvole minacciose si stanno concentrando sullo stadio di Rieti che preannunciano pioggia in abbondanza. Ancora sostituzioni: al 18’ st nell’Avellino fuori Alfageme, dentro Gerbaudo;  un minuto dopo nel Lanusei Mastromarino rileva Likaxhiu. Al 21’ st ammonito Matute per proteste. Al 31’ st Avellino vicino al terzo gol con Di Paolantonio la cui conclusione viene parata a terra da La Gorga. Gara, a questo punto, saldamente nelle mani dell’Avellino che controlla con sicurezza e dà  poco spazio agli avversari che appaiono ormai rassegnati alla sconfitta. Alla mezz’ora ammonito Morero.  Al 35’ st nel Lanusei Sicari rileva Kovadio. Al 37’ st fuori De Vena, in campo Sforzini: applausi per il numero 10 biancoverde che ha messo a segno il suo ventunesimo gol in questo campionato. Al 40’ st Buono in campo al posto di Di Paolantonio. Saranno cinque i minuti di recupero. In campo anche Ciotola che, al 44’ st, rileva Da Dalt. Il risultato non cambia, l'Avellino vince 2-0 e festeggia la promozione in serie serie C. In aggiornamento…

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com