www.giornalelirpinia.it

    21/07/2024

All’Avellino la Supercoppa. Rastelli: «Stagione straordinaria»

E-mail Stampa PDF

Luigi CastaldoTRAPANI-AVELLINO 2-2

Marcatori: 10’ pt Arini, 12 st’ Spinelli, 28’ st. Castaldo (rigore), 35’ st Mancosiu.

TRAPANI (4-4-2): Morello, Priola, Pagliarulo, Filippi, Daì (45’ pt Lo Bue), Pacilli, Giordano, Spinelli (33’ st Gambino), Tedesco (17’ st Caccetta), Abate, Mancosu. A disposizione: Dolenti, Manuguerra, Pirrone, Cucchiara. Allenatore: Boscaglia.

AVELLINO (3-4-3): Di Masi, Bittante, Zullo, Giosa (22’ st Massimo), Pezzella, Zappacosta (17’ st Castaldo), Arini, D’Angelo, Millesi, Herrera (24’ st Bariti), Zigoni. A disposizione: Fumagalli, Angiulli, De Angelis, Catania. Allenatore: Rastelli.

Arbitro: Benassi di Bologna (Vigo-Rizzo).

Ammoniti: Mancosu, Pagliarulo, Filippi, D’Angelo.

Espulsi: Filippi (per doppia ammonizione).

Recuperi: 1’ più 7’.

TRAPANI – Dopo la conquista della promozione in serie B l’Avellino alza al cielo la Supercoppa di Lega Pro a coronamento di una stagione veramente straordinaria. Castaldo e compagni pareggiano 2-2 al “Provinciale” di Trapani e festeggiano tra gli applausi dello sportivissimo pubblico siciliano al termine di 98 minuti di gioco molto intensi: gli irpini sono andati per due volte in vantaggio, per due volte sono stati raggiunti dai padroni di casa che hanno giocato una buona fetta della gara con un uomo in meno. Più cinici in campo gli uomini di Rastelli, più generosi ma non sempre lucidi sotto rete quelli di Boscaglia. Primo tempo a favore dei biancoverdi, secondo tempo tutto del Trapani.

Si parte subito con le due squadre pronte a darsi battaglia. Sembra funzionare nei primi minuti l’asse Millesi-Herrera con la difesa sicula in difficoltà. Al 10’ l’Avellino passa in vantaggio con Arini autore di un tiro forte e preciso dalla media distanza che s’insacca nel set là dove Morello proprio non può arrivare. Prova a reagire il Trapani con i suoi due attaccanti più pericolosi, Pacilli e soprattutto Mancosu, ma è il veterano Tedesco al 29’ pt a creare qualche problema a Di Masi. Ancora in velocità se vanno Herrera e Millesi: quest’ultimo viene fermato in fuorigioco. Inutili le proteste della panchina irpina. Non ci sta il Trapani a perdere: Mancosu le prova tutta pur di conquistare il pareggio per la sua squadra e nello spazio di pochi minuti riesce a creare più di pericolo in area bianncoverde. Si va però al riposo con i campani in vantaggio.

Ripresa. Sono sempre loro, Pacilli e Mancosu, a rendersi pericolosi fin dai primi minuti del secondo tempo. Il Trapani, incitato dal suo pubblico, non ci sta a perdere. Al 12’ st Spinelli, dopo aver raccolto una palla calciata su punizione da Tedesco, riesce a piazzarla in rete: 1-1. Tre minuti dopo il Trapani rimane in dieci perché il suo capitano Filippi protesta troppo con arbitro e collaboratore di linea e si fa espellere. Inizia a questo punto il valzer delle sostituzioni con i due allenatori impegnati a ridisegnare le geometrie in campo. Al 28’ st, però, l’Avellino passa di nuovo in vantaggio: Pagliarulo colpisce con la mano la palla calciata da Bittante, l’arbitro, il signor Benassi di Bologna, non ha dubbi e fischia il rigore che Castaldo, con la solita freddezza, trasforma. 2-1 per i bianco verdi. Partita finita? Niente affatto perché il Trapani, dopo una occasione sciupata da Bittante al 32’ st riesce a riagguantare il pareggio con Mancosu. Sul 2-2, che vuole dire conquista della Supercoppa da parte degli irpini, il Trapani, pur in dieci uomini, le prova veramente tutte per ribaltare il risultato e segnare quel gol che gli consentirebbe di aggiudicarsi l’ambito trofeo. Le occasioni più ghiotte capitano al 48’ – intanto il direttore di gara ha concesso ben sette minuti di recupero – a Pagliarulo che riesce in area a colpire di testa con Di Masi ormai superato ma con capitan Millesi  pronto a salvare miracolosamente sulla linea, e al 50’ st ancora a Mancosu che non riesce a deviare in rete una bella palla messa in area da Gambino. Poi il fischio finale con gli irpini in festa tra gli applausi degli avversari e del pubblico del Provinciale.

Raggiante Rastelli: “Provo una grande gioia. Per noi si chiude una stagione straordinaria. Onore a al Trapani che negli ultimi minuti ci ha fatto veramente tremare”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com