www.giornalelirpinia.it

    29/02/2024

Rifiuti del Napoletano a Serino, Fratelli d’Italia grida il suo disappunto

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Irpinia_raccolta_rifiuti.jpgSERINO – Duro comunicato della formazione Fratelli d’Italia contro alcuni amministratori comunali di Serino che “fanno finta di non sapere” che i rifiuti del Napoletano stanno per essere inviati presso la Defiam, l’azienda che opera nel settore ecologico e che ha i propri impianti nell’area Pip del Comune di Serino.  Nel mirino dei firmatari (Nando De Feo e Eugenio Lettieri) del comunicato  ci sono il sindaco del Comune Gaetano De Feo, il vice Raffaele Ingino, l’assessore al Turismo Vito Pelosi e  Federico Rocco, noto esponente politico locale.

“Noi gridiamo a tutti la nostra rabbia e la nostra preoccupazione” - scrivono i due esponenti di Fratelli d’Italia - preoccupazione che è “legata alla salute dei cittadini della Valle del  Sabato dove l’incidenza di tumori, negli ultimi anni, ha raggiunto percentuali altissime”. “E’ il colpo di grazia per il turismo”, affermano De Feo e Lettieri che si chiedono “chissà cosa ne pensa  Giuseppe De Mita, assessore regionale al Turismo”.

L’area Pip doveva essere destinata alla localizzazione di imprese non inquinanti. Invece è accaduto l’opposto tant’è che, sebbene la Regione Campania abbia stanziato 1,8 milioni di euro per completare le opere di urbanizzazione, nessuna azienda – aggiungono i due appartenenti a Fratelli d’Italia – ha chiesto di insediarsi “a due passi dalla Defiam che si prepara a trattare a Serino tonnellate di rifiuti”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com