www.giornalelirpinia.it

    04/08/2020

La presentazione/Umanità, vicinanza e speranza nelle poesie di Domenico Cipriano

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Cultura6_ciprianopoesi.jpgAVELLINO – Si presenta sabato 8 febbraio alle ore 17,30 ad Avellino presso il circolo della stampa, in Corso Vittorio Emanuele, il nuovo libro di Domenico Cipriano che ha per titolo “La grazia dei frammenti (poesie scelte 2000-2020)”, un’antologia ragionata delle sue poesie a 20 anni dal primo libro, che esce per le edizioni Giuliano Ladolfi.

La presentazione – si legge in una nota – ha una valente importanza culturale rientrando nella rassegna “Libero chi legge”, ideata e coordinata da Simonetta Incarnato, e vedrà la presenza di Matteo Fantuzzi, direttore della collana Zeffiro, in cui è accolto il libro, nonché direttore della prestigiosa rivista di poesia internazionale Atelier. Insieme a Fantuzzi parlerà del libro Cosimo Caputo, direttore della biblioteca T. Rossi di San Giorgio del Sannio. Visto che si tratta di una raccolta antologica che segna un percorso ventennale sarà anche l’occasione per delle testimonianze di questi anni di poesia affidate a Raffele Barbieri. Le letture delle poesie saranno a cura dell’attrice e doppiatrice Marina Parrilli. Coordinerà l’incontro il giornalista del “Mattino” di Avellino Gianni Colucci.

Scrive Matteo Fantuzzi in una nota: “Esiste una differente modalità di scrivere del Sud Italia. Non la devastazione, non le macerie, non la distruzione. Il Sud del nostro paese è anche umanità, vicinanza, costruzione e infine speranza. Speranza di creare un mondo di comunità. Negli ultimi 20 anni Domenico Cipriano ha raccontato questo mondo, ha raccontato il suo Sud che è il vero Sud. In questi mesi con Ladolfi Editore abbiamo raccolto i suoi libri, aggiunto inediti e oggi vogliamo provare a far conoscere maggiormente la sua poesia e i suoi territori. Ne rimarrete affascinati e forse anche di quei mondi avrete finalmente un’idea diversa”.

Il libro è corredato dalla prefazione di Luigi Fontanella dell’Università di New York a Stony Brook e ha una dedica a due persone a cui era molto legato l’autore: Mario Cipriano e Giandonato Giordano di cui oggi portiamo con noi il ricordo. A fine incontro ci sarà un brindisi augurale a cura dell’Associazione Pabulum e «Frammenti… di sfiziosità salate e dolci» a cura dello chef Francesco Vitulano nonché i vini delle cantine Boccella Rosa di Montemarano.

Biografia dell’autore

Domenico Cipriano. È nato nel 1970 a Guardia Lombardi (AV), vive e lavora in Irpinia. Già vincitore, nel 1999, del premio Lerici-Pea per l’inedito, ha pubblicato le raccolte di poesie: “Il continente perso” (Fermenti, 2000 – premio Camaiore proposta); “Novembre” (Transeuropa, 2010 – rosa finalista del premio Viareggio-Rèpaci), tradotto negli USA a cura di Barbara Carle con il titolo di “November” (Gradiva Publications, New York, 2015, presentato al ‘Center for Italian Study’ presso la New York University in Stony Brook); “Il centro del mondo” (Transeuropa, 2014) e “L’origine” (L’arcolaio, 2017). Collabora con artisti di vario genere per specifici progetti; ha pubblicato il CD di musica e poesia “JPband: Le note richiamano versi” (Abeatrecords, 2004) e dal 2010 guida la formazione jazz-poetry ‘e.Versi’. È redattore della rivista di studi europei ‘Sinestesie’. A gennaio 2020 è stata pubblicata “La grazia dei frammenti (poesie scelte 2000-2020)”, un’antologia ragionata delle sue poesie a 20 anni dal primo libro, per le edizioni Giuliano Ladolfi. www.domenicocipriano.it

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com