www.giornalelirpinia.it

    23/01/2018

L’occhio sulla città/Metro leggera: missione incompiuta?

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Rubriche-LaLettera_metro_leg.jpgAVELLINO – Non che nutrissimo particolari ansie per la sua realizzazione, viste anche le inalterate perplessità che permangono verso la reale efficacia di un tale progetto, ma dopo una settimana di assenza non passiamo che tornare a guardare alla efficacia del progetto di metropolitana leggera, missione ancora  incompiuta per la nostra amministrazione.

Ricordiamo male o nel  giugno 2016 si era persino proceduto ai primi collaudi ed alle prove di elettrificazione nel tratto che va dalla stazione ferroviaria all’incrocio tra via Circumvallazione e via Francesco Tedesco fino a campetto Santa Rita? Ebbene, da allora in poi più nulla. Si è solo continuato a procedere con scellerata approssimazione, mista anche ad una buona dose di menefreghismo diffuso, all’installazione di antiestetici ed ingombranti pali in diverse zone della città, ma delle nuove vetture ancora nemmeno l’ombra.

Nel merito, ulteriore disappunto ha suscitato in noi l’aver costatato che, stante la necessità di  un’azione di contenimento per i famigerati pali attraverso un conseguente allargamento dei marciapiedi, con l’occasione non si sia immaginata anche una riqualificazione totale degli stessi. Il nostro pensiero va, in particolare, a quelli di via Colombo che ormai da memoria storica, versano in un’atavica condizione di abbandono e degrado, tanto da sembrar essere quasi spariti.

Ora, anche alla luce di quanto affermato, ci chiediamo: è davvero  sempre questa la giusta soluzione per decongestionare il trasporto pubblico cittadino? Non sarebbe stato meglio pensare all’acquisto di autobus elettrici, a metano o comunque a basso impatto ambientale, approfittando magari anche, ove possibile, dell’ormai piena  operatività della nuova Industria italiana autobus di Flumeri?

Pur apprezzando la volontà dell’amministrazione comunale di voler continuare ad investire per rinnovare il parco mezzi, riteniamo importante tornare a far notare che, stante il largo arco temporale tra l’emanazione della delibera di giunta (ci pare di ricordare orma più di sedici anni) e l’effettiva attuazione del progetto “Metro leggera”, che ad oggi ancora non c’è, potremmo correre il rischio di dotarci di una tecnologia nei fatti obsoleta.

Non sarà di certo sfuggito a voi lettori come anche questo tema sia stato oggetto di più  di un nostro sguardo. Nonostante questo, la nostra rubrica che per vocazione racconta osservando attende con fiducia, ma sente comunque, in un periodo in cui assapora la piacevole percezione di essere ascoltata, di voler ancora una volta invitare ad una attenta meditazione sulla reale convenienza per la città a perseverare su una eventuale prossima scelta in tal senso.

E nel rilevare quanto sia bello farsi accompagnare dalla fantasia, ma ricordando di avere come guida  sempre la ragione, auguriamo a tutti un felice 2018.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com