www.giornalelirpinia.it

    21/11/2019

L’occhio sulla città/Una rotonda giro giro…tonda

E-mail Stampa PDF

Via Francesco TedescoAVELLINO – Quasi ad integrazione dello sguardo di due settimane fa sollecitiamo nuovamente attenzione alla viabilità, costante tema sensibile per il capoluogo. Sembra che a nessuno dei nostri amministratori, al mattino presto, sia capitato di uscire con la propria auto e trovarsi intrappolato in una di quelle tante strade dove solo la rassegnazione può evitare agli automobilisti reazioni di cui potrebbero pentirsi.

Allora li invitiamo a percorrere almeno una  volta  una delle strade tipo, come via Colombo o via Guido Dorso o  Corso Europa, per rendersi conto di quanto scriviamo e di quanto inidoneo risulti il sistema di viabilità adottato in città: l’uso dei semafori a quell’ora del mattino sembra del tutto inadeguato se non peggiorativo rendendo forse indispensabile l’intervento dei vigili urbani che direttamente potrebbero disciplinare il flusso veicolare. Per carità, è solo una ipotesi di soluzione, non vorremmo di certo sostituirci agli esperti della viabilità, ma gli stessi inviteremmo a considerare anche una soluzione alternativa all’incrocio tra via Circumvallazione e via Francesco Tedesco, altro punto nevralgico: una delle proposte potrebbe essere la creazione di una rotonda, ottimale se l’area risultasse sufficiente.

Solo alcune riflessioni sulle tante che si potrebbero fare  ma sufficienti  a capire che il problema esiste, che va affrontato con soluzioni adeguate che, una volta attuate, potrebbero consentire addirittura di creare nuove zone a traffico limitato come, ad esempio, nel centro storico, visto il grande successo ottenuto da quelle già realizzate nel centro della città.

Queste stesse riflessioni ci portano a considerare che per una oculata gestione di tutto quanto si è chiamati a rispondere bisogna operare sempre al fine di migliorare la vivibilità di ogni cittadino ricordando quanto lo stesso sindaco Festa ebbe a dichiarare:”Avellino dovrà appropriarsi della sua quotidianità, partendo dalle piccole cose”. Ebbene, partiamo dunque dalla viabilità in tutto il suo complesso:  i temi ed i problemi da risolvere sono tanti, dallo snellimento del traffico con opportuni accorgimenti all’organizzazione del trasporto pubblico, dalla cura del manto stradale a quello dei marciapiedi, dal rispetto generico dei pedoni a quello degli automobilisti con relativi adeguati controlli, insomma tutto quanto ci possa far dire che meglio, al momento, non si può e poter trarre anche da questo nuove opportunità di cui la nostra comunità è sempre avara.

Intanto il sindaco Festa inizi a dare riscontri su quanto promesso alla città: di piccole e grandi criticità, insomma, ce ne sono tante ma se non si inizia a darne soluzione sembrerà che non esistano e non si potrà mai vederne la fine. In quest’ottica, la nostra rubrica che, per vocazione, racconta osservando, sente di voler invitare il sindaco a vivere di più e meglio la città, percorrendola ed appunto “osservandola” a fondo: potrà essere per lui l’opportunità di accrescere o recuperare credibilità anche da quei cittadini che non lo hanno scelto.

Auguriamo buon lavoro e, come da prassi ormai consolidata, assicuriamo occhio vigile ed attento sul complesso di quanto appena affermato, come su ogni altro tema nell’esclusivo interesse della città, pronti a ringraziare per quanto sarà accaduto ma anche a segnalare e pungolare per quanto dovrà ancora accadere.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com