www.giornalelirpinia.it

    23/01/2018

Sacripanti: «Sassari la squadra più in forma, necessari ritmo e controllo dei rimbalzi per poter vincere»

E-mail Stampa PDF

SacripantiAVELLINO – La prima sfida del 2018 vedrà la Sidigas Avellino impegnata a Sassari contro il Banco di Sardegna. Il match si giocherà la sera del 2 gennaio con inizio alle 20 e 45, e sarà trasmessa in diretta su Rai Sport HD. È senza dubbio la partita di cartello della tredicesima giornata, il match più incerto, che promette spettacolo, grazie alla qualità degli interpreti in campo. La Sidigas vuole continuare a vincere per mantenere la seconda posizione in classifica, e difenderla dall’attacco di Milano, che giocherà a Pesaro, e da quello di Venezia, che andrà a far visita a Capo d’Orlando, mentre Torino ha già perso la sua partita a Trento. Un’eventuale vittoria a Sassari metterebbe una serie ipoteca sulla conquista della seconda posizione in classifica al termine del girone di andata.

La Sidigas cercherà di sfruttare la sua maggiore forza sotto i tabelloni, mentre il controllo del ritmo, come ha sottolineato anche Sacripanti, sarà fondamentale per il successo finale: “Quella del 2 gennaio sarà una bella sfida di basket, che rappresenterà per noi, dopo una serie di nostre prestazioni solide e concrete, un esame molto impegnativo e stimolante. Sarà una partita importante contro la squadra che in questo momento è forse la più in forma di tutto il campionato. D’altra parte, tranne la sconfitta registrata contro Venezia, infatti, è riuscita a vincere una serie di partite alzando la qualità di gioco. Sassari ha un roster composto da undici giocatori di altissimo livello e credo sia attualmente una delle formazioni da temere di più. E’ infatti tra le prime squadre per punti realizzati, e sicuramente una delle compagini in lizza per il titolo. Credo che la gara se la aggiudicherà la squadra che riuscirà a controllare di più il ritmo, i rimbalzi ed a diminuire le palle perse, perché da qui nasceranno poi tutti i giochi d’attacco e gli uno contro uno. Parliamo quindi di una doppia sfida, non solo Avellino contro Sassari, ma anche ruolo contro ruolo, poiché assisteremo a degli accoppiamenti molto interessanti”.

Le dichiarazioni di coach Pasquini sono state rilasciate qualche giorno fa, quando ancora non era noto il problema ad un dito per Stipcevic, che non sarà della contesa, e quello alla schiena di Jones, che però non dovrebbe avere difficoltà a scendere in campo. “Affrontiamo Avellino che è l’unica squadra che vinto a Milano – ha detto Pasquini -, che è seconda in classifica, ed è in corsa per passare il turno in Basketball Champions League. Sappiamo che è una squadra fatta di giocatori esperti che vivono per queste sfide. Dovrà essere un impegno da affrontare con il massimo della condizione da subito, perché è una sfida contro un avversario che da subito ti aggredisce e non ti permette di aspettare. Nel roster hanno pedine del calibro di Rich, Leunen, Filloy, Fitipaldo, giocatori che vivono per sfide del genere. Dal punto di vista tecnico tattico sappiamo che il pick and roll di Filloy e Fitipaldo, il talento di Rich e la fisicità di Fesenko sotto canestro sono le cose su cui si appoggiano per fare il loro gioco, consapevoli che il loro attacco ha diverse pedine, come ad esempio Wells. Giochiamo contro una squadra di alto livello, ma non vedo partite facili nel campionato italiano quest’anno, ed è per questo che dobbiamo essere pronti e preparati”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com