www.giornalelirpinia.it

    21/02/2018

La Sidigas domina, batte Torino e ritorna in vetta

E-mail Stampa PDF

Filloy (fonte Scandone basket)TORINO – La Sidigas Avellino domina dall’inizio e batte in scioltezza la Fiat Torino con il punteggio di 59-77 conquistando la prima vittoria di questo girone di ritorno e riconquistando la vetta della classifica. La squadra di Sacripanti dovrà ora affrontare l’impegno di Champions di mercoledì prossimo contro i tedeschi di Bonn e quello di campionato di domenica prossima contro Pistoia. Poi spazio alle Final Eight.

In aggiornamento…La Sidigas Avellino demolisce la Fiat Torino al termine di un match mai in discussione. Finisce sul 59 a 77 una partita dominata letteralmente dalla squadra di Sacripanti, capace di esprimere un gioco collettivo di altissimo livello, e di essere in vantaggio dal primo all’ultimo minuto. L’assenza di Patterson fra i padroni di casa non giustifica la prova incolore della formazione torinese, incapace di reagire, di essere aggressiva in difesa, come testimoniano i soli tre falli commessi nei primi 20’.  I meriti maggiori sono però della Sidigas, che è scesa in campo molto concentrata, determinata a voltare pagina, a voler interrompere la serie negativa del girone di ritorno. Ed il netto successo di Torino riporta Leunen e compagni al vertice della classifica, dopo il passo falso di Brescia in casa contro Trento.

La Sidigas aggancia così nuovamente la vetta insieme a Milano, Brescia e Venezia, tutte a quota 26, e per la classifica avulsa Avellino è seconda dietro la Germani. Ma, in questo momento, poco conta la posizione, perché è importante il livello di gioco e di maturità raggiunto dalla Sidigas, che ha asfaltato un’avversaria importante come la Fiat. Il parziale iniziale di 0 a 15 del 7’, con tre triple di Filloy, è stato determinante, perché da allora il distacco è sceso sotto la doppia cifra solo in un due occasioni, il 9 a 15 del 9’, ed il 20 a 29 del 16’. Ed in entrambe le occasioni la Sidigas ha avuto la capacità di ricacciare indietro gli avversari, di non farli mai rientrare in partita. Il primo periodo si è chiuso sul 9 a 19, ma al 14’ siamo già sul + 18 (19 a 27), con i piemontesi che hanno tentato una timida reazione (20/29 al 16’), ricacciati indietro dalle triple di Filloy, Leunen e Rich e dal canestro di Fitipaldo proprio a fil di sirena (22 a 40 al 20’). Al ritorno in campo la Sidigas sale anche al + 21 con la tripla di D’Ercole (43/22), controllando poi il match senza particolari affanni. Al 30’ siamo sul 44 a 60, al 37’il distacco scende a 10 punti (57/67), ma sette punti in fila di Fesenko e la tripla di Filloy fissano il punteggio sul 59 a 77.

È contento e sorridente coach Sacripanti, entusiasta per la prova dei suoi giocatori, autori di una prova collettiva importante: “Siamo contenti per questa vittoria,  a Torino va il merito di essere riuscita ad accorciare le distanze, ma noi siamo stati abili a ricacciarli indietro. Avevo paura per un ipotetico rilassamento della squadra, ed invece, tranne che per qualche disattenzione e qualche palla persa di troppo, la gestione del ritmo è stata ottima, soprattutto negli ultimi 20’. Non abbiamo mai concesso contropiedi ed abbiamo sempre preso tiri di squadra, ruotando tutti i giocatori. Volevamo che loro attaccassero sempre il nostro cinque contro cinque con la difesa schierata, e volevamo togliere qualche tiro a Vujacic, e ci siamo riusciti. L’unico che ha giocato qualche minuto in più è stato Leunen, perché Zerini ha recuperato dall’infortunio solo da due giorni. Venivamo da due sconfitte consecutive in campionato e questi due punti ci permettono di rimanere in alto alla classifica nonostante qualche acciacco di troppo. Questa squadra ha dimostrato di lottare fino in fondo in tutte le partite. Adesso dovremo cercare l’impresa a Bonn e fare il possibile per aggiudicarci il passaggio del turno in Champions League.  Fitipaldo ha fatto due buone gare, deve sbloccarsi nel tiro ed avere più convinzione, ma in difesa ha fatto grandi miglioramenti ed in generale ha gestito molto bene la partita. Ho fiducia in lui e la squadra lo incoraggia”.

È decisamente arrabbiato, invece, coach Recalcati, fortemente deluso dalla prestazione dei suoi uomini: “Non trovo alcun lato positivo da questa partita, mi sento frustrato da questa situazione, ci sono dei momenti in cui sei impotente. Presenterò le mie dimissioni? Non mi piace prendere decisioni sotto l’influsso di un fatto emotivo. Dobbiamo aspettare domani, perché oggi ho tanti sentimenti contrastanti dentro di me, ma per esperienza so che bisogna sempre valutare. La delusione deve decantare prima di poter prendere delle decisioni importanti. Di certo mi sono dato dei tempi per venire fuori da questa situazione, ed il tempo non è ancora scaduto. Questa partita non mi ha dato segnali positivi sulla disponibilità da parte dei miei giocatori, ed a me non piace farmi prendere in giro né prendere in giro nessuno”.

Il tabellino del match:

FIAT TORINO - SIDIGAS AVELLINO 59 - 77

Fiat: Garrett 16, Vujacic 13, Poeta 5, Stephens n.e. Washington 12, Okeke, Jones, Mazzola 2, Tourè n.e. Mbakwe 11, Iannuzzi. All. Recalcati.

Sidigas: Zerini, Wells 10, Fitipaldo 5, De Meo n.e. Leunen 8, Scrubb 10, Filloy 15, D'Ercole 8, Rich 3, Fesenko 15, N'Diaye 3, Parlato n.e. All. Sacripanti.

Arbitri: Baldini, Borgioni e Bongiorni.

Note: parziali 9/19 – 22/40 – 44/60. Tiri liberi: Fiat 12/16, Sidigas 6/7. Tiri da due punti: Fiat 19/47, Sidigas 16/29. Tiri da tre punti: Fiat 3/21, Sidigas 13/29. Rimbalzi: Fiat 34, Sidigas 39.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com