www.giornalelirpinia.it

    22/04/2018

La Sidigas domina dall’inizio ed annienta Cremona

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Basket5_av-crem_ap18.jpgAVELLINO – Senza storie il match tra Sidigas Avellino e Vanoli Cremona terminato con il punteggio di 95-72. La squadra di Sacripanti ha condotto le danze dall’inizio conquistando una vittoria preziosa che ridà fiducia a tuttoi l’ambiente dopo le ultime prestazioni. In aggiornamento…

La Sidigas Avellino ritorna al successo con una prestazione super ed annienta la Vanoli Cremona, battuta nettamente per 95 a 72. La bestia nera della stagione, che aveva vinto la gara di andata ed aveva avuto il sopravvento anche in coppa Italia, ha ceduto nettamente di fronte ad una squadra scesa in campo determinata e concentrata, nonostante l’assenza importante di Ariel Filloy, che dovrebbe tornare in campo mercoledì prossimo nella semifinale di Fiba Europe Cup. La valutazione finale di 134 a 68 fotografa la grande differenza fra le due formazioni in campo, con la Sidigas che è stata precisa al tiro da due punti (26/37 pari al 70%) e da tre (11/21 pari al 52%, percentuale “sporcata” dallo 0/4 dell’ultimo periodo) e che ha dominato anche la lotta a rimbalzo (41 a 29).

La partita è sempre stata controllata dalla Sidigas, capace di vincere i quattro periodi, chiudendo in vantaggio il primo sul 26 a 15, ed il secondo addirittura sul 53 a 39. Ad inizio di terza frazione, poi, arriva il doppio break di 7 a 0, intervallato da due triple dei cremonesi, che in effetti archivia la “pratica Cremona” con molti minuti di anticipo sulla sirena finale  (67/45 al 25'), anche perché la tripla di D'Ercole ad una manciata di secondi dal 30', porta la Sidigas sul 77 a 51. La reazione della Vanoli si concretizza ad inizio di ultima frazione, con il distacco che scende a 15 punti al 34' (81/66). Ma la Sidigas non arretra di un centimetro, e riprende il suo show, guidata da un formidabile Wells che inchioda un paio di schiacciate che infiammano i tifosi, e con Scrubb che chiude il break di 14 a 4 per il 95 a 70 del 39'. C’è spazio per la standing ovation per i protagonisti del successo, e per l’entrata in campo di Parlato, Sabatino e Bianco,  con il match che finisce sul 95 a 72.

Così Sacripanti al termine del match: “Ci tengo a dire solo due cose: la prima è che è evidente che quando ci alleniamo intensamente per qualche giorno di fila, riusciamo ad aumentare il ritmo in campo ed oggi sono particolarmente contento di questo. In secondo luogo, pur non sapendo se Filloy sarà della partita o meno, mercoledì ci sarà un match importantissimo e storico, sia per la squadra che per la città: bisogna prenderne coscienza ed è senza dubbio un lustro per noi poter rappresentare la città e la proprietà Sidigas, ed è uno splendido traguardo per tutti quelli che ci sostengono”.

Il microfono passa poi a Massimiliano Oldoini: “Ringrazio Pino per avermi lasciato la parola. Per quanto riguarda il match contro Cremona, c’è da dire che la partita l’abbiamo vinta grazie ad energia, intensità e corsa. Questa settimana, nonostante qualche difficoltà, come gli infortuni di Filloy, di Fesenko e qualche problema ad inizio settimana per Rich, abbiamo alzato i ritmi a livello atletico: il nostro obiettivo era proprio quello di arrivare a giocare ad alta intensità. Questo perché, come ha detto il coach, mercoledì avremo un appuntamento molto importante, e poi ci sarà ancora un altro match domenica. Quindi, la condizione fisica dovrà essere un fattore determinante. Stasera la squadra è stata mentalmente presente e continua per 40’, con delle percentuali ottime, e lo si vede dai parziali. Tutti hanno dato il proprio contributo, giocando con la massima attenzione, e questo ci ha permesso di portare ben cinque dei nostri uomini in doppia cifra”.

Visibilmente deluso, invece, coach Sacchetti: “Non c’è stata storia, noi troppo soffici e poco precisi. Non si può giocare così contro una squadra come Avellino, che ha vinto con merito. Non cerchiamo scuse, non mi aspettavo una prestazione di questo tipo. La Sidigas ha giocato molto bene, mentre a noi non è riuscito nulla. Il merito è di Avellino che non ci ha fatto giocare”.

Questo il tabellino del match:

SIDIGAS AVELLINO - VANOLI CREMONA 95 - 72

Sidigas: Zerini, Wells 18, Fitipaldo 14, Sabatino, Lawal 6, Leunen 7, Scrubb 13, Bianco, D'Ercole 6, Rich 16, Fesenko 15, Parlato. All. Sacripanti.

Vanoli: Johnson-Odom 16, Martin 15, Gazzotti 5, Diener T. 8, Ricci 2, Ruzzier 8, Portannese, Fontecchio 2, Sims 13, Diener D. 3, Milbourne. All. Sacchetti.

Arbitri: Sabetta, Paglialunga e Calbucci.

Note: parziali 26/15 - 53/39 - 77/55. Spettatori 2.700 per un incasso di euro 37.000. Tiri liberi: Sidigas 10/16, Vanoli 12/12. Tiri da due punti: Sidigas 26/37, Vanoli 18/37. Tiri da tre punti: Sidigas 11/21, Vanoli 8/33. Rimbalzi: Sidigas 41, Vanoli 29.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com