www.giornalelirpinia.it

    20/04/2019

La Sidigas fa fatica ma alla fine batte Pistoia

E-mail Stampa PDF

Caleb Green (fonte Scandone basket)AVELLINO - La Sidigas batte Pistoia nell'ultima gara del girone di andata con il punteggio di 82-78 e conquista il secondo posto in classifica. La squadra di Vucinic, apparsa sotto tono rispetto alle ultime prestazioni, è riuscita a superare solo alla fine i toscani che si sono rivelati avversari moilto determinati e cambattivi. Prossimo impegno in Champions League contro l'Ucam Murcia in programma mercoledì prossimo alle 20.30 al Paladelmauro. In aggiornamento...

Il massimo campionato di serie A di basket ha emesso i suoi primi verdetti a metà del cammino, andando anche a formare la griglia delle Final Eight di coppa Italia, in programma a Firenze dal 14 al 17 febbraio. Da un lato del tabellone si affronteranno Milano e Bologna, e Cremona e Varese, mentre dall’altra parte ci saranno Avellino contro Brindisi e Venezia contro Sassari. Il tutto grazie alla vittoria della Sidigas Avellino che, battendo la Oriora Pistoia per 82 a 78, si è aggiudicata la seconda piazza alle spalle di Milano, sfruttando la sconfitta di Venezia, scivolata così in terza posizione. Il successo contro i toscani allunga a sette la striscia vincente con le cinque vittorie in campionato e le due in Champions League.

La Sidigas conferma di aver cambiato volto ed ingranato le marce alte dopo la brutta figura di Trieste, nonostante la partenza di Cole e gli infortuni di N’Diaye e Costello, che è atteso a breve in città per riprendere il percorso di recupero, essendo stato scongiurato il ricorso ad un’operazione alla caviglia. Con le rotazioni ridotte, e con la panchina che ha prodotto zero punti, la Sidigas ha avuto comunque la forza di domare un’avversaria che ha cercato in tutti i modi di abbandonare l’ultima poltrona della classifica, condivisa con la deludente Torino, sconfitta dalla Pesaro di coach Boniciolli. Partita equilibrata, con le due squadre che si sono alternate al comando, con il massimo vantaggio di nove punti, raggiunto da entrambe le formazioni.

La maggiore esperienza della Sidigas e la classe dei suoi giocatori alla fine hanno avuto la meglio sulla grande voglia di punti dei toscani, che possono recriminare per la loro pessima percentuale ai liberi (6/18), uno dei motivi della sconfitta. Ora, in attesa di recuperare gli infortunati e del possibile arrivo di un esterno, la mente è già rivolta al match di Fiba Champions League in programma mercoledì prossimo al Paladelmauro contro la capolista Murcia. Un eventuale successo garantirebbe il passaggio matematico alla seconda fase.

Così coach Vucinic al termine della partita: “Come ci aspettavamo, è stata una partita difficile contro una squadra attualmente in forma. Probabilmente due mesi fa avremmo perso una partita del genere, ma ora siamo più forti: siamo una squadra, c'è unità e compattezza, quindi mi complimento ancora una volta con i miei giocatori per aver concluso il girone di andata al secondo posto e per aver recuperato dalla brutta situazione in cui eravamo qualche settimana fa. La panchina che non ha prodotto punti? Come ho detto più volte, non siamo una squadra giovane ed abbiamo alcuni giocatori che sono nella fase finale della loro carriera. Quando si gioca due volte a settimana gli allenamenti non sono quasi mai intensi e al massimo; per di più quando si gioca contro una squadra come Pistoia, che si allena cinque volte a settimana, è chiaro che la panchina possa risentirne. Ho tuttavia molta fiducia nei nostri ragazzi e già dal prossimo match di Champions League contro Murcia, ruoteremo di più. Da qui alle Final Eight di Coppa Italia spero di recuperare i giocatori infortunati e di avere un innesto che possa darci una mano. Non dobbiamo più pensare al passato ma guardare avanti ai prossimi obiettivi, in primis alla qualificazione al secondo round di Champions. Ringrazio tutti per i complimenti che mi stanno riservando e ribadisco che avere alti e bassi è normale: nessuna squadra può reggere al top della forma per tutta la stagione. Chiedo a tutti di capirci e di starci vicino e ringrazio ancora i tifosi per averci supportato in un momento per noi molto difficile”.

Deluso per il risultato, ma non per la prova dei suoi coach Ramagli: “Dispiace per i tanti liberi sbagliati, ma la squadra non ha mai mollato e ha sempre mostrato disciplina, atteggiamento e mentalità. Ora è fondamentale rimettere in piedi gli indisponibili. Il buono sta nell'aver giocato fino all'ultimo possesso contro una squadra come Avellino, mentre il cattivo sta nel non aver portato a casa una partita che abbiamo giocato alla pari contro avversari la cui qualità e il cui talento non devo stare io a sottolineare. Il dispiacere più grande è per i tanti tiri liberi sbagliati, specie quelli nel secondo tempo, che ci hanno condannato perché hanno permesso ad Avellino di dare quei due o tre strappi importanti che hanno permesso loro di mettere la testa avanti. Tuttavia, anche in quei frangenti non abbiamo mollato e questo credo che sia importante per una squadra che deve salvarsi. Nel secondo tempo i loro giocatori sono stati decisivi con giocate individuali di alto livello: Nichols ha attaccato come ai bei tempi tre quattro situazioni di post basso, Caleb Green ha trovato un canestro di qualità assoluta, Ariel, quando la situazione era complicata, ha tirato fuori due o tre conigli dal cilindro che sono stati decisivi... Insomma, credo che il talento dei nostri avversari abbia fatto la differenza, anche se forse tirando noi i liberi con percentuali appena migliori, l'epilogo poteva essere assai diverso”.

Il tabellino del match:

SIDIGAS AVELLINO - ORIORA PISTOIA 82 - 78

Sidigas: Young 2, Green 19, Bianco n.e. Nichols 20, De Meo n.e. Filloy 18, Campani, Campogrande, D'Ercole, Sykes 23, Spizzichini. All. Vucinic.

Oriora: Bolpin 10, Della Rosa 3, Johnson K. 7, Peak 15, Krubally 21, Auda 13, Di Pizzo n.e. Martini 2, Querci n.e. Severini 2, Johnson D. 5. All. Ramagli.

Arbitri: Mazzoni, Sardella e Belfiore.

Note: parziali 20/19 - 37/44 - 63/62. Spettatori 3.000 per un incasso di euro 40.000. Usciti per 5 falli: Johnson D.. Tiri liberi: Sidigas 21/27, Oriora 6/18. Tiri da due punti: Sidigas 17/31, Oriora 21/40. Tiri da tre punti: Sidigas 9/23, Oriora 10/28. Rimbalzi: Sidigas 44, Oriora 30.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com