www.giornalelirpinia.it

    07/07/2020

La Scandone ritrova l'orgoglio e batte Cassino

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Basket6_scandcassino.jpgAVELLINO - La Scandone Avellino torna alla vittoria dopo un lungo digiuno battendo dinanzi al pubblico amico la Bpc Virtus Cassino con il punteggio di 72-53. Un'autentica boccata d'ossigeno per la squadra di coach De Gennaro che abbandona così l'ultima posizione che occupava insieme con i laziali e che ha ora la possibilità, nel recupero di mercoledì prossimo, sempre al Paladelmauro, contro Corato di migliorare ulteriormente la propria classifica. In aggiornamento...

Torna al successo la Scandone Avellino che batte per 72 a 59 la diretta concorrente Bpc Virtus Cassino, e lascia ai laziali l’ultima piazza della classifica. Vittoria importante, dunque, che vale doppio perché ottenuta contro una diretta concorrente alla salvezza, ma anche perché lo scarto di 19 punti potrà tornare utile in caso di arrivo a pari punti al termine della stagione. Partita dai più volti, con la Scandone che ha vita facile all’inizio, quando si porta sul 18 a 7 al 7’, e che sembra poter controllare agevolmente il match. Poi nella squadra ospite si fa male Lasagni, e la decisione di cominciare a difendere a zona premia il Cassino che prima chiude sul 20 a 13 il primo periodo e poi nel secondo riesce a mettere in serio imbarazzo l’attacco degli irpini. La Scandone realizza un solo punto dalla lunetta in 6’ (1/4), tre in 8’ con altri due liberi di Ondo Mengue, subendo il ritorno degli ospiti che raggiungono gli irpini, mettono la freccia e si portano sul 23 sa 29 al 18’. La tripla di De Leo arriva come la manna dal cielo e rianima la Scandone che, negli ultimi due minuti riesce a recuperare, andando al riposo lungo sul 30 a 32. Alla ripresa del gioco Cassino  piazza un break di 0 a 5 per il 32 a 37 del 22’, con la Scandone che risponde con due liberi di Marzaioli e due triple di Ondo Mengue ed Erkmaa che valgono il nuovo sorpasso (38/37 al 25’). Il pallino del gioco ora passa nelle mani dei biancoverdi che, mattone dopo mattone, si portano sul + 7 (48/41), con il terzo periodo che si chiude sul 48 a 44 dopo la tripla di Manzo. Ondo Mengue ne mette dentro cinque in fila, imitato però da Liburdi per il 53 a 49 del 33’. In pratica, però, è l’ultimo sussulto dei laziali, che poi subiscono un parziale di 19 a 4 che consegna alla Scandone il secondo successo della stagione, ed è un buon viatico per il recupero di mercoledì prossimo contro il Corato.

Così coach De Gennaro al termine del match: “Era importante vincere e abbiamo vinto, questa cosa ci deve far sorridere e ci deve dare la forza per andare avanti in questo campionato. È stata una partita dai due volti, il primo quarto molto positivo da parte dei miei ragazzi, che sono entrati subito in partita, poi abbiamo avuto un calo e abbiamo subìto la loro zona. Abbiamo anche sbagliato molti tiri aperti, ma solo così i ragazzi potevano togliersi questa ruggine dal tiro e ritrovare la fiducia. Tolto il secondo quarto, nel terzo e quarto parziale siamo tornati con la grinta giusta, nonostante la continua zona messa in campo dal mio collega. Dal punto di vista dello spettacolo non è stata una partita bellissima, ma dal punto di vista tecnico penso sia stata giocata bene dai miei ragazzi. Mi piace sottolineare una buona prova corale da parte di tutti, ma devo insistere su un apporto maggiore da parte della panchina. Anche un secondo in mezzo al campo è importante, cerco di dare fiducia a tutti, ma la fiducia va anche guadagnata. Sono contento perché mi aspettavo grandi festeggiamenti negli spogliatoi, invece li ho trovati già tutti concentrati sulla gara contro Corato di mercoledì”.

SCANDONE AVELLINO - BPC VIRTUS CASSINO 72 - 53

Scandone: Ondo Mengue 13, Erkmaa 10, Bianco 5, Cherubini, Ventrone, Scardino n.e. Locci 17, Rajacic 4, Iovinella, Dushi 4, Marzaioli 13, De Leo 6. All. De Gennaro.

BPC Virtus: Puccioni 3, Lauria, Manzo 5, Magini n.e. Fioravanti 5, Callara 4, Pacitto n.e. Zhgenti 5, Cecchetti 16, Liburdi 15, Rovere, Lasagni. All. Vettese,

Arbitri: Bartolini e Paglialunga.

Note: parziali 20/13 - 30/32 - 48/44. Spettatori 800 circa. Usciti per 5 falli: nessuno. Tiri liberi: Scandone 13/18, BPC Virtus 8/16. Tiri da due punti: Scandone 19/31, BPC Virtus 15/38. Tiri da tre punti: Scandone 7/23, BPC Virtus 5/14. Rimbalzi: Scandone 35, BPC Virtus 28.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com