www.giornalelirpinia.it

    28/01/2021

La Scandone lotta su tutti i palloni e alla fine vince il derby con Sant'Antimo

E-mail Stampa PDF

Luigi BrunettiAVELLINO - Con il punteggio finale di 74-73 la Scandone Avellino riesce ad aggiudicarsi il derby contro la Geko Psa Sant'Antimo al termine di un gara molto combattuta dall'inizio alla fine e decisa proprio all'ultimo canestro. Una affermazione importante, quella della squadra di De Gennaro, che segna ora +2 in classifica dopo aver azzerato la penalizzazione di -6. In aggiornamento...

Quarto successo stagionale per la Scandone Avellino che si impone di misura sulla Geko Sant’Antimo. Il risultato fonale di 74 a 73 fotografa alla perfezione una partita combattuta ed equilibrata nella quale gli avellinesi hanno spesso dovuto rincorrere, ma hanno avuto la costanza di reagire ad ogni tentativo di allungo da parte dei napoletani e la grande forza morale di crederci sempre. Non è stata una partita spettacolare, anzi ci sono stati tanti errori, anche banali. Ma alla fine ha prevalso la grande voglia della Scandone di cancellare lo zero in classifica, di cominciare la scalata verso posizioni che le competono, come testimoniano le quattro vittorie ottenute in questa stagione.

De Gennaro recupera Alessandro Marra, assente da due mesi, ed al suo esordio in campionato, grazie al lavoro del dottore Eddy Amodeo, del preparatore Picariello e dei fisioterapisti Preziosi e Tulimiero, come ci terrà a sottolineare il coach al termine della partita. Il giocatore è ancora lontano dalla forma ottimale, ed ecco che fra i maggiori protagonisti del successo avellinese troviamo Danilo Mazzarese, che ha messo in campo tanta energia e tanta voglia, effettuando alcune giocate che risulteranno fondamentali per il successo finale.

Primo periodo in equilibrio, con la Geko che sul finale si porta avanti di sei lunghezze (14/20), vantaggio che raggiunge i dieci punti al 12’ (14/24). La Scandone non si disunisce e con i sei punti in fila di Sousa si riavvicina (22/26 al 14’) , per impattare a quota 33 al 17’, grazie ad un’altra striscia di sei punti, questa volta ad opera di Brunetti, e per poi chiudere sotto di un solo punto al 20’ (40/41). Ospiti sempre avanti, seppure di misura, nella prima parte della terza frazione, con la Scandone che recupera e sorpassa grazie alle triple (57/55 al 30’). Dri e Carnovali portano la Geko nuovamente avanti sul 59 a 64 del 34’, ma la Scandone ritorna in vantaggio con un parziale di 8 a 0 (67/65 al 37’). Dopo il pareggio a quota 68 di Vangelov, Sousa realizza un gioco da tre punti, ancora Vangelov, dimenticato dalla difesa irpina, riporta i suoi ad una sola lunghezza. Poi c’è l’errore in attacco, la quale rimedia Mazzarese con una rubata in difesa, che lancia il contropiede finalizzato da Costa per il 73 a 70. La Scandone concede poi ben tre tiri agli avversari, che con Dri mettono dentro la tripla del pareggio a quota 73. Sull’azione d’attacco della Scandone c’è il fallo su Sousa che segna un solo libero, lasciando 13” agli avversari per cercare la vittoria. Dopo il time-out, i biancoverdi difendono bene, con Costa che costringe Dri a sbagliare la sua conclusione a fil di sirena. Il pallone finisce nelle mani dei giocatori avellinesi, che possono così festeggiare il quarto successo della stagione, che consente l’aggancio a quota 2 in classifica proprio al Sant’Antimo ed al Cassino, sconfitto a Rieti (88/83), ancora imbattuto con 10 punti all’attivo. A 4 punti c’è Formia, che aggancia la Luiss Roma battuta per 75 a 64, e Pozzuoli, sconfitto per 76 a 61 a Salerno, che ora ha 6 punti e domenica prossima affronterà in casa proprio la Scandone.

Queste le parole di De Gennaro al termine del match: “Partita importantissima, siamo molto contenti di questo successo contro il Sant’Antimo, squadra allenata molto bene e con giocatori importanti. Sapevamo che venivano da una sconfitta pesante in casa contro Salerno, e per questo ci aspettavamo una partita dura da parte loro. Noi siamo stati bravi a tenere testa ad una squadra così atletica e così bene organizzata. Devo fare un applauso ai miei giocatori che non hanno mai mollato, ci hanno sempre creduto e piano piano abbiamo recuperato il distacco. Voglio dedicare questa vittoria allo staff medico, guidato da Espedito Amodeo, il nostro ortopedico ufficiale, insieme ai fisioterapisti Lazzaro Preziosi e Giuseppe Tulimiero, ed al preparatore atletico Massimo Picariello. Vedere Alessandro Marra giocare 17’ dopo due mesi, è stata una gioia immensa per noi. Logicamente è ancora fuori condizione, dopo che due mesi fa ha subito una lacerazione di sei centimetri al retto femorale. E’ stato bravo lui a recuperare, così come è stato lo staff medico. Un altro ringraziamento lo faccio a Giampaolo Riccio che è uscito dal campo per un colpo allo zigomo, ed ora sta andando in ospedale, e forse ci vorrà qualche punto di sutura. Da domani, comunque, testa bassa a lavorare in vista del derby di domenica prossima a Salerno”.

Il tabellino della gara:

SCANDONE AVELLINO - GEKO SANT'ANTIMO 74 - 73

Scandone: Costa 12, Marra 5, Genovese n.e. Sousa 20, Ani 6, Brunetti 16, Riccio 2, Monina 7, Mazzarese 3, Marzaioli 3, Mraovic, Ragusa. All. De Gennaro.

Geko: Dri 21, Ratkovic n.e. Carnovali 11, Milosevic 17, Cantone 7, Sabbatino 1, D'Aiello n.e. De Meo, Vangelov 10, Sergio 4, De Marca n.e. All. Patrizio.

Arbitri: Giunta e Parisi.

Note: parziali 14/20 - 40/41 - 57/55. Usciti per 5 falli: Sergio. Tiri liberi: Scandone 14/23, Geko 15/20. Tiri da due punti: Scandone 21/35, Geko 20/34. Tiri da tre punti: Scandone 6/20, Geko 6/28. Rimbalzi: Scandone 36, Geko 37.

Le foto sono di Mario D'Argenio

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com