www.giornalelirpinia.it

    05/03/2021

Scandone ancora sconfitta, Sant’Antimo vince il derby e festeggia

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Basket6_santscand.jpgSANT’ANTIMO (Napoli) – Sprofonda la Scandone Avellino che al PalaPuca di Sant’Antimo subisce la sesta sconfitta consecutiva con il punteggio di 73-69. In aggiornamento…

La Scandone Avellino non sa più vincere ed esce sconfitta anche dal PalaPuca di Sant’Antimo, battuta per 73 a 69 dai padroni di casa che ribaltano anche la differenza canestri dell’andata. Il cammino verso la salvezza si fa così sempre più difficile, con le avversarie che scappano, diventando irraggiungibili nella fase regolare. La Scandone, ancora una volta, gioca bene a sprazzi, lo fa soprattutto nei primi minuti di gioco, quando riesce a farlo a ritmi alti, a distendersi in contropiede, ed a girare bene la palla. Ma poi ci sono lunghi momenti di amnesia, soprattutto contro la difesa schierata e contro una squadra fisicamente più dotata, alla quale sono stati concessi ben 17 rimbalzi in attacco. Davvero troppi per una squadra che nella propria area dovrebbe affrontare gli avversari con il coltello fra i denti. Ma questa è una qualità che evidentemente i giocatori della Scandone non hanno, e che vanifica quanto di buono si riesce a fare in campo.

Una buona prima ed una discreta quarta frazione, nelle quali sono stati realizzati 45 dei 69 punti finali, ma c’è poi stata una parte centrale di gara da dimenticare.  La Scandone ha avuto una partenza sprint, raggiungendo anche le 11 lunghezze di vantaggio (6/17 al 5’), ma poi si è fatta avvicinare già al termine della prima frazione (21/27). Il 9 a 0 con il quale è iniziato il secondo periodo, ha portato i partenopei in vantaggio (30/27 al 14’), con gli irpini a secco per circa 4’. Il digiuno viene rotto dai liberi di Sousa che poi, con un gioco da tre punti, opera il nuovo sorpasso al 18’ (33/34), ma nel finale di periodo è ancora il Sant’Antimo a trovare i canestri che fissano il punteggio sul 41 a 38 all’intervallo lungo. Nella terza frazione si segna poco da una parte e dall’altra, 14 punti per i napoletani e 13 per la Scandone che così deve recuperare quattro lunghezze dopo 30’ di gioco. Come era successo anche nella seconda frazione, l’attacco della Scandone gira a vuoto per i primi 4’ del quarto periodo, consentendo ai padroni di casa di portarsi subito su + 9 (60/51 al 34’), vantaggio confermato anche al 36’ (65/56). Poi Costa si carica il peso dell’attacco con sette punti in fila, e con Sousa che mette dentro i punti del – 4 che tengono accesa la tenue fiammella della speranza di vittoria. Ma l’impresa non riesce, e così arriva la sesta sconfitta in fila, una serie da spezzare mercoledì prossimo nel recupero del Paladelmauro contro la Luiss Roma.

Così coach De Gennaro al termine del match: “ Ci abbiamo provato a vincere questa partita, ma abbiamo sofferto troppo la fisicità dei lunghi avversari, non riuscendo a tenere a bada né Vangelov né Sergio, E così i 47 rimbalzi raccolti dai partenopei, e soprattutto i 17 offensivi hanno fatto la differenza. Peccato per il break preso nell’ultima parte del secondo periodo, anche se poi siamo riusciti a recuperare nella terza frazione. Nonostante la sconfitta, posso essere soddisfatto della prestazione, anche se dobbiamo essere più aggressivi a rimbalzo, un fondamentale che ci sta penalizzando molto e che dobbiamo cercare di sistemare. I numeri sono dalla nostra parte se guardiamo ai tiri da tre, ai liberi ed alle palle perse. Purtroppo abbiamo sofferto troppo sotto canestro, dove gli avversari sono stati bravi a metterci le mani addosso facendoci innervosire. E credo che gli arbitri non ci abbiano tutelato al massimo, anche se questo fa parte del gioco. Ora dobbiamo voltare pagina e pensare alla partita contro la Luiss e cercare di tornare alla vittoria. La classifica non è assolutamente soddisfacente, dobbiamo sfruttare il turno casalingo ed ottenere i due punti”.

Il tabellino del match:

GEKO SANT'ANTIMO - SCANDONE AVELLINO 73 - 69

Geko: Dri 4, Ratkovic n.e. Carnovali 6, Milosevic 15, Sperduto 12, Cantone 6, Sabbatino 3, Ragusa 2, De Meo n.e. Vangelov 10, Sergio 14, D'Aiello n.e. All. Origlio

Scandone: Costa 11, Marra 14, Genovese n.e. Sousa 27, Ani 4, Brunetti 6, Riccio 5, Monina 2, Mazzarese, Trapani, Marzaioli, Mraovic. All. De Gennaro.

Arbitri: Rezzoagli e Cattani.

Note: parziali 21/27 - 41/38 - 55/51. Usciti per 5 falli: Sousa. Tiri liberi: Geko 9/14, Scandone 10/12. Tiri da due punti: Geko 21/43, Scandone 25/51. Tiri da tre punti: Geko 7/30, Scandone 3/11. Rimbalzi: Geko 47, Scandone 36.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com