www.giornalelirpinia.it

    18/04/2021

La Scandone tira fuori l’orgoglio e alla fine doma la Luiss Roma

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Basket6_sc_av_luisrom.jpgAVELLINO – La Scandone Avellino batte la Luiss Roma con il risultato di 70-67 e torna alla vittoria dopo ben sei sconfitte consecutive. Un’autentica boccata d’ossigeno quella conquistata oggi dai ragazzi di De Gennaro che sono comunque sempre ultimi in classifica a -4 punti da Pozzuoli. Domenica prossima c’è il derby con Salerno al Paladelmauro. In aggiornamento…

La Scandone Avellino ritorna al successo battendo la Luiss Roma per 70 a 67 al termine di un match molto strano, che ha visto il predominio degli ospiti per in primi 16’, prima che gli irpini si destassero dal torpore che li ha attanagliati nella prima parte del match. Sì, perché al 16’ il tabellone del Paladelmauro riportava il punteggio di 17 a 34, e sembrava di dover assistere all’ennesima capitolazione della squadra biancoverde. È chiaro che Riccio e compagni sono scesi in campo con qualche quintale di responsabilità sulle spalle che li ha frenati in maniera quasi imbarazzante. Poi, finiti sotto, e pensando forse che ormai non c’era più nulla da fare, hanno cominciato pian pianino a recuperare, a giocare con maggiore aggressività, quella che era stata chiesta a gran voce dal coach in fase di presentazione della partita.

Il recupero è stato graduale, con il vantaggio che è sceso alle nove lunghezze del 20’ (29/38). Il capolavoro difensivo è arrivato nel terzo periodo, nel quale la difesa è diventata quasi feroce, e le palle recuperate hanno innescato il contropiede della Scandone che ha consentito il pieno recupero dello svantaggio, lasciando agli avversari solo due punti, peraltro dalla lunetta (2/5) nei primi 8’ della terza frazione. Alla difesa ha fatto seguito anche una buona circolazione di palla e tiri presi con i tempi giusti, che hanno prodotto il parziale di 17 a 2 utile a ribaltare il punteggio (46/40 al 28’). L’unico canestro dal campo della Luiss è una tripla di Sanna, alla quale risponde Mazzarese, con Pasqualin che realizza un solo libero che vale il 49 a 44 del 30’.  Ani e Trapani realizzano i punti che valgono il massimo vantaggio del 35’ (61/51), costringendo coach Paccariè al time-out. La Luiss approfitta di qualche errore della Scandone e prova a ricucire (61/57 al 37’), ma Avellino con perde la testa, tiene a distanza gli avversari, che riescono solo a ridurre lo svantaggio negli ultimi istanti del match. La Scandone ritorna dunque al successo, ma non può fermarsi, perché domenica prossima al Paladelmauro ci sarà il derby contro l’Arechi Salerno.

Così coach De Gennaro, finalmente soddisfatto per il successo dei suoi ragazzi: “Abbiamo iniziato con una grande tensione addosso, e la cosa non mi ha sorpreso, perché vincere questa partita era troppo importante per noi, dopo sei sconfitte consecutive. Non è mai facile affrontare partite di questo tipo con tranquillità. Ed è così che dopo il primo periodo, nel quale abbiamo sbagliato qualsiasi cosa, nel secondo si è cominciata a vedere una squadra diversa. I ragazzi si sono compattati ed abbiamo cominciato a difendere duro, a muovere la palla e finalmente a costruire tiri aperti. Dal punto di vista spettacolare non è stata certamente una bella partita, ma l’importante era vincere. I ragazzi ci hanno comunque creduto sempre e, superata la tensione dei primi minuti, hanno cominciato a giocare, ed i 20 assist testimoniano una buona circolazione di palla.  Sono contento per la prestazione di Fabrizio Trapani, che piano piano sta entrando nella conoscenza della squadra, e ci sta dando tanto. Lo stesso discorso può valere per Mazzarese, perché Danilo veniva da qualche partita giocata al di sotto delle proprie possibilità, mentre stasera ha dimostrato di essere un ottimo lettore della pallacanestro, recuperando molti palloni. Ma anche Domenico Marzaioli, nei suoi 15’ in campo, ha fatto sentire la sua presenza, e anche se non ha segnato punti, ha fatto tante cose buone. Mi aspetto che, come accaduto contro la Luiss, tutti i ragazzi giochino con la stessa intensità, che si aiutino l’un l’altro, che si passino la palla. Dobbiamo andare avanti, pensare ad una partita alla volta, e cercare di vincerne quante più possibile. Ne mancano solo due per chiudere la fase regolare. Domenica arriverà Salerno, e non sarà un match facile, e poi vedremo cosa succederà a Cassino. Speriamo di girare questa fase con qualche vittoria e qualche punto in più”.

Il tabellino del match:

SCANDONE AVELLINO - LUISS ROMA 70 - 67

Scandone: Costa 3, Marra 18, Sousa 16, Ani 12, Brunetti 6, Riccio 5, Mazzarese 5, Trapani 5, Marzaioli, Mraovic, Scianguetta n.e. All. De Gennaro.

Luiss: Murri 3, Fiorucci, D'Argenzio n.e. de Robertis, Pasqualin 13, Di Francesco, Bonaccorso 9, Tredici 14, Gellera 2, Garofolo n.e. Infante 13, Sanna 13. All. Paccariè.

Arbitri: Manco e Morra.

Note: parziali 12/21 - 29/38 - 49/44. Usciti per 5 falli: nessuno. Tiri liberi: Scandone 9/16, Luiss 13/23. Tiri da due punti: Scandone 20/43, Luiss 18/36. Tiri da tre punti: Scandone 7/26, Luiss 6/24. Rimbalzi: Scandone 41, Luiss 44.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com