www.giornalelirpinia.it

    14/08/2020

Strade Bianche, vince il belga Wout van Aert

E-mail Stampa PDF

Wout van AertSIENA – Il corridore belga Wout van Aert (Team Jumbo - Visma) ha vinto in solitaria la quattordicesima edizione della Strade Bianche EOLO, corsa del calendario UCI WorldTour, da Siena a Siena (Piazza del Campo) di 184 km. Primo sul traguardo, nella storica piazza ha preceduto Davide Formolo (UAE Team Emirates) e Maximilian Schachmann (BORA - hansgrohe).
RISULTATO FINALE

1 - Wout van Aert (Team Jumbo - Visma) 184 km in 4h58’56”

2 - Davide Formolo (UAE Team Emirates) a 30"

3 - Maximilian Schachmann (BORA - hansgrohe) a 32"

DICHIARAZIONI - Pochi secondi dopo aver attraversato il traguardo, il vincitore  Wout van Aert ha dichiarato: "Dopo due podi nelle ultime due edizioni delle Strade Bianche ho acquisito molta fiducia nelle mie possibilità di far bene in questa corsa. Vincere non è mai facile, è stato più difficile nelle circostanze di oggi e questo rende questo successo ancora più bello. È la prova che ho raggiunto un ottimo livello. Vincere le Strade Bianche a soli 25 anni, con il mio background di ciclocrossista, è una grande soddisfazine".

Aggiornamento  del 1 agosto 2020, ore 21.05 – DICHIARAZIONI - Il vincitore della Strade Bianche EOLO, Wout van Aert, ha dichiarato in conferenza stampa: " È una grande soddisfazione vincere la Strade Bianche. È davvero bello poter dire già dopo la prima gara che questa stagione per me è un successo. Non volevo lasciare al caso nessuna opportunità. Mi sono concentrato molto su questa gara e adesso ne raccolgo i frutti. È stata un'edizione davvero dura, soprattutto all'inizio, mi sebrava un po' strano essere di nuovo in un gruppo. Per fortuna mi sono sentito bene nel finale e ho potuto giocare al meglio le mie carte”.
Il secondo classificato della Strade Bianche EOLO, Davide Formolo, ha detto: “ Mi sentivo bene e ho rischiato un po' nel finale. Complessivamente sono felice di aver chiusto tra i primi tre, sopratutto visto che ho avuto diversi problemi in corsa. Il caldo ha fatto la differenza ma non mi ha condizionato troppo perché sono venuto qui dopo un periodo di allenamento a Sestriere".
Il terzo classificato, Maximilian Schachmann, ha dichiarato: “ È stata una gara difficile, non posso dire di essere deluso dal podio. Temevo di fare di peggio a causa del caldo. Invece mi sono sentito bene in corsa. Ieri ho fatto solo una breve ricognizione. Wout [van Aert] si è mosso in maniera eccellente. Ha mostrato le sue abilità da ciclocrossista. Ho provato a prenderlo ma mi mancavano un po' le gambe. Ho dato tutto".

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com