www.giornalelirpinia.it

    11/12/2017

C’è la tutela per i vini d’Irpinia. Petracca: «Risultato storico»

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Attualita2_vini_bianchi.jpgMONTEMARANO – «Il riconoscimento ministeriale della tutela per i vini d’Irpinia è un risultato storico, atteso da anni, un traguardo che apre prospettive nuove e di grande rilievo in termini di commercializzazione, di internazionalizzazione e di promozione per un comparto cruciale come è quello vitivinicolo nell’ambito del tessuto produttivo provinciale. È un risultato al quale ho dato il mio contributo, sollecitato da numerose realtà aziendali, e per il quale mi sono impegnato con l’obiettivo di riuscire a determinare condizioni di coesione, un contesto favorevole al raggiungimento di questo risultato così importante e per certi versi non scontato».

Lo dichiara Maurizio Petracca, presidente della Commissione Agricoltura del Consiglio regionale della Campania.

«Il riconoscimento della tutela – aggiunge Petracca – è un punto di arrivo, ma evidentemente un punto di partenza per consolidare il settore, potenziarlo dal punto di vista delle performance in termini produttivi e commerciali e perché faccia da traino al nostro territorio in termini promozionali e di sviluppo turistico. È una sfida ambiziosa ed avvincente ma che tutti dobbiamo affrontare con serietà, abnegazione e responsabilità».

«Se l’Irpinia – conclude il presidente Petracca – rappresenta un unicum in Italia, soprattutto meridionale, per la concentrazione di denominazioni e qualità delle sue produzioni, oggi abbiamo tutte le carte in regole per dare i giusti margini di garanzia a chi produce e per proiettare le nostre produzioni a livelli sempre più alti. Il mio impegno ovviamente continua per fare in modo che il contesto unitario di oggi non abbia un carattere episodico ma rappresenti un punto di forza dell’intero comparto».

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com