www.giornalelirpinia.it

    21/06/2018

Castel Baronia, fondi dal Cipe per il restauro della casa natale di Mancini

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Cultura4_casa_mancini.jpgCASTEL BARONIA - La casa dove ebbe i natali Pasquale Stanislao Mancini sarà interamente ristrutturata. Un finanziamento di 845.000 euro, stanziato dal Cipe, consentirà di sistemare definitivamente quel palazzotto del centro storico dove il grande giureconsulto ricevette i primi insegnamenti dalla madre Maria Grazia Riola e dove tornò qualche volta durante la sua travagliata vita. Il finanziamento del Cipe arriva proprio mentre sono ancora in atto le celebrazioni del bicentenario della nascita di Mancini (17 marzo 1817). Il progetto prevede la sistemazione di tutti gli interni dei piani nobili, la bonifica della bellissima cantina e il rifacimento delle stalle.

“Siamo felici per il finanziamento – commenta il sindaco di Castelbaronia Felice Martone  –  che ci consentirà di assegnare a quella casa un ruolo fortemente  culturale. Nel futuro  potrà diventare luogo di incontro e potrà essere utilizzata da tutti i paesi della Baronia e della Valle dell’Ufita”.

La ristrutturazione  prevede la creazione di locali per la collocazione di una grande biblioteca che, oltre alle migliaia di libri già presenti, conterrà le pubblicazioni che riguardano Pasquale Stanislao Mancini. Alla biblioteca sarà abbinata una elegante sala lettura e una capiente area convegni. È prevista anche una attrezzata sala multimediale oltre ad un museo della storia e delle tradizioni locali.

Nella sala museo una parete sarà dedicata alle parole che, ancora oggi, compongono la  “lingua ciaskina”, un autentico idioma locale che nacque con  la Carboneria e fu successivamente utilizzato dai commercianti che vendevano in giro, per i regni e i principati italiani, i prodotti della lavorazione dell’osso.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com