www.giornalelirpinia.it

    15/10/2018

L’acqua risorsa vitale, al via la settimana della bonifica

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Irpinia9_bonifica_setti.jpgGROTTAMINARDA – Al via la Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione 2018. La manifestazione, organizzata dall’Anbi (l’Associazione nazionale dei Consorzi di bonifica), con il patrocinio del ministero dell’Ambiente, si svolgerà dal 19 al 27 maggio 2018.

Il tema 2018 sarà “Politiche dell’acqua, motore di vita e investimento per l’economia.” Consorzi di Bonifica, protagonisti nello sviluppo dei territori e vedrà coinvolto anche il Consorzio di bonifica dell’Ufita che ha sede a Grottaminarda.

Un argomento che mette al centro dell’attenzione del mondo politico l’acqua come risorsa vitale per l’uomo, gli animali e l’ambiente e come bene produttivo in campo agricolo, energetico ed industriale. Alla luce dell’insediamento del nuovo Parlamento e delle trattative in atto per la formazione del nuovo governo crediamo – si legge in una nota – sia doveroso impegnarci insieme affinché le Istituzioni colgano ancora di più l’importanza dei Consorzi e la loto attività nella gestione della risorsa acqua-suolo.

Il Consorzio di bonifica dell’Ufita celebrerà tale appuntamento ospitando, nella giornata di lunedì 21 maggio, gli studenti del Dipartimento di ingegneria dell’Università del Sannio per una visita didattica presso gli impianti della diga Macchioni. La visita degli studenti, accompagnati dal prof. Nicola Fontana, rientra nell’ambito delle attività del corso di “Progettazione delle opere idrauliche” del corso di laurea magistrale in Ingegneria civile. Nell’ambito della giornata è previsto anche lo svolgimento di un convegno sul tema proposto per l’evento con la partecipazione di eminenti accademici ed esperti del settore. Sono previste visite guidate per scolaresche e cittadini.

"Grande diga": così è classificata la diga Macchioni dal Servizio nazionale dighe. Essa fu realizzata negli anni ‘90 in agro del Comune di Castel Baronia, sbarrando il torrente Macchioni da cui prende il nome ed inaugurata il 26 giugno 2000. La diga ha un bacino imbrifero di mq. 3.000.000 di superficie; un volume totale di invaso pari mc. 600.000 circa; un´altezza di 36 metri e una lunghezza di coronamento di 160 metri circa. Dalla costruzione della diga Macchioni scaturì l´omonima area irrigua che si estende per 300 ettari e serve 200 aziende agricole, peraltro a costo zero in quanto, per veicolare l´acqua sfrutta la gravità anziché l´energia elettrica (per il sollevamento dalla falda profonda come nel caso di prelievo da pozzi).

“La settimana della bonifica, promossa ogni anno dall’Anbi, rappresenta – afferma il presidente del Consorzio di bonifica dell’Ufita, Francesco Vigorita – un appuntamento importante per far conoscere l’attività di tutela, cura e salvaguardia del territorio che svolgono i Consorzi di bonifica. Si tratta di un’occasione per sensibilizzare e richiamare l’attenzione delle istituzioni, della politica e dei cittadini sull’importanza della risorsa acqua che va usata con parsimonia e razionalità e per gli usi necessari al vivere civile”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com