www.giornalelirpinia.it

    16/07/2024

Sul numero aureo di Fibonacci la mostra di Biogem con De Conciliis e Zichichi

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Cultura6_biogem.jpgARIANO IRPINO – Il sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio, Bruno Tabacci, inaugurerà lunedì 13 giugno, nella sede del centro di ricerca scientifica arianese, la mostra ‘Il numero aureo di Fibonacci dall’arte antica a Ettore de Conciliis’. L’evento, introdotto dal presidente di Biogem, Ortensio Zecchino, costituisce un’altra tappa della quattordicesima edizione del meeting ‘Le 2ue Culture’, quest’anno incentrato sul tema principale ‘Arte e Scienza’, e spalmato lungo tutto l’anno.

Si tratta, in particolare, di una mostra progettata dal fisico di fama internazionale Antonino Zichichi, volta a far emergere il legame che unisce arte e scienza nel numero aureo (1,618), rivelato dal genio matematico di Leonardo Fibonacci (1170ca-1242ca). Il percorso, curato dal direttore della casa editrice Il Cigno, Lorenzo Zichichi, e realizzato con l’ausilio di tecnologie d’avanguardia, condurrà lo spettatore ad ammirare riproduzioni di capolavori dell’arte di tutti i tempi, dialoganti con le opere del maestro De Conciliis e di altri autori contemporanei.

La mostra, già allestita a Roma, Castel del Monte ed Erice, punta a svelare i segreti del numero aureo, definito ‘divina proporzione’ dal matematico Luca Pacioli (1445-1517), e considerato espressione autentica dell’armonia presente nel Creato e perciò simbolo di perfezione estetica.
Dal corpo umano, alle armonie musicali, dai capolavori artistici di ogni epoca, alle figure geometriche di piante e frutti, questa proporzione, onnipresente in natura, è stata intuita e studiata, o inconsapevolmente ‘utilizzata’, sin dagli inizi della storia umana. E allo spettatore della mostra si presenteranno esempi celeberrimi di proporzioni auree, dalla classicità greca di Fidia, alla corte medioevale di Federico II, fino al Rinascimento dei Leonardo, Michelangelo e Botticelli, per arrivare alle installazioni contemporanee del maestro Ettore de Conciliis e di altri autori, come Bruno Ceccobelli e Paola Lo Sciuto.

La mostra procede in parallelo anche dal lato più propriamente scientifico-filosofico, con gli approfondimenti, tra gli altri, su Platone ed Euclide, fino appunto a Leonardo Fibonacci, genio medioevale pisano, riscoperto e rilanciato definitivamente da Leonardo tre secoli dopo. A chiudere idealmente questa cavalcata nei secoli e a sancire l’interattività della mostra, ecco, infine, la video-intervista del professore Zichichi, volta a illustrare il senso profondo del numero aureo e il rapporto tra matematica e arte.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com