www.giornalelirpinia.it

    29/05/2024

Giornate europee dell’archeologia: al museo irpino incontri, laboratori e visite

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_stel.jpgAVELLINO – Dal 17 al 19 giugno tornano le Giornate europee dell’archeologia. Diversi musei e siti archeologici, dal Nord a Sud del Paese, propongono iniziative dedicate per celebrare il ruolo e l’importanza dell’archeologia e degli archeologi nel nostro presente.

L’iniziativa, coordinata a livello europeo dall’Istituto nazionale francese di ricerca archeologica preventiva, è promossa in Italia dal Ministero della Cultura - Direzione Generale Musei.

Anche il Museo Irpino aderisce a queste giornate e, per celebrare l’archeologia, organizza due  giorni di incontri con archeologi, laboratori didattici per bambini, visite e approfondimenti tematici. Protagonista di queste attività sarà l’Irpinia, il nostro territorio dove la ricerca archeologica, iniziata negli anni ’50 del secolo scorso, continua ancora oggi con nuove importanti scoperte.

Dalla Starza di Ariano Irpino alla necropoli di Madonna delle Grazie di Mirabella Eclano, da Cairano e Calitri passando per la Valle d’Ansanto di Rocca San Felice, dall’antica Aeclanum ad Abellinum, l’intero territorio irpino ha restituito tracce del passato della Terra di Mezzo, testimonianze archeologiche che vanno dalla preistoria alla tarda età romana, e che continuano a riaffiorare ancora oggi.

Scrigno di tali tesori è il Museo Irpino, che, in questi giorni,diverrà luogo di celebrazione della ricerca archeologica in Irpinia!

Ma non si parlerà solo di Irpinia! La Campania è terra di archeologia: resti di antiche città e reperti di ogni tipo e datazione sono presenti su tutto il territorio! E per scoprire curiosità e dettagli della vita quotidiana, privata e pubblica, di circa duemila anni fa, ascolteremo quello che “raccontano i muri” di Pompei ed Ercolano, due rinvenimenti che hanno fatto la storia dell’archeologia non solo campana, fucina di nuove scoperte e di affascinanti interpretazioni dei segni e delle tracce di un mitico passato.

Programma

Palazzo della Cultura

VENERDI’ 17

10.00 - 12.00

Laboratorio di scavo archeologico

DETECTIVE DEL PASSATO

Dopo una breve introduzione al mondo dell’archeologia, dei suoi metodi di studio e

interpretazione delle testimonianze archeologiche, si passerà alla simulazione di un vero scavo

archeologico alla ricerca di tracce del passato!

Età consigliata 6 - 10 anni

Max 10 partecipanti

Prenotazione obbligatoria

17.30 - 18.30

Incontro con l’archeologo

UNA CHIACCHIERATA “ARCHEOLOGICA”

L'archeologo Girolamo Ferdinando De Simone illustrerà le ultime testimonianze venute alla luce

nel parco archeologico dell'antica Aeclanum.

Complesso monumentale carcere borbonico

SABATO 18

10.00 - 12.00

Laboratorio di pittura rupestre

TRACCE DI COLORE

Le pitture rupestri sono la forma più antica di arte realizzata dall’uomo e sopravvissuta fino ai

giorni nostri. Venivano realizzate sulle pareti delle grotte e rappresentavano impronte di mani,

animali e scene di caccia. Ai nostri giovani visitatori il compito di trasformarsi in “pittori delle

caverne”.

Età consigliata 6 - 10 anni

Max 15 partecipanti

Prenotazione obbligatoria

17.00 - 19.00

Auditorium (sala blu)

Incontro/Convegno

I MURI RACCONTANO. VITA PUBBLICA E PRIVATA AD ERCOLANO E POMPEI

In occasione della chiusura dell'anno sociale dell'Accademia dei Dogliosi di Avellino in collaborazione con l’Archeoclub di Avellino e l’Università del Tempo Libero, l'archeologo Francesco Paolo Maulucci autore del volume “I muri raccontano. Segni e disegni dall’antica Pompei”, edito dalla Delta3, racconterà la vita pubblica e privata ad Ercolano e Pompei.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com