www.giornalelirpinia.it

    08/02/2023

D’Angelo e Di Gaudio in gol, l’Avellino batte la Turris e ora punta in alto

E-mail Stampa PDF

Mamadou Y. Kanoute (fonte: Us Avellino)Marcatori: 19’ pt Tascone, 23’ pt D’Angelo, 30’ pt Di Gaudio

TURRIS-AVELLINO 1-2

TURRIS (3-4-3): Perina, Manzi, Lorenzini, Esempio, Finardi, Tascone, Franco, Varutti (30’ st Loreto), Giannone, Santaniello (30’ st Santaniello), Leonetti (41’ st Sartore). A disposizione: Abagnale, Colantuono, Zanoni, Di Nunzio, Palmucci, Iglio, Bordo, Giofré, D’Oriano. Allenatore: Caneo.

AVELLINO (3-4-3): Forte; Silvestri, Dossena, Bove; Ciancio, Matera (25’ st Carriero), D'Angelo, Tito (45’ st Mignanelli); Kanoute (40’ st De Francesco), Maniero (40’ st Plescia), Di Gaudio. A disposizione: Pane, Rizzo, Sbraga, Scognamiglio, Mastalli, Gagliano, Micovschi. Allenatore: Braglia.

Arbitro: Luigi Carella della sezione di Bari. Assistenti: Roberto Fraggetta della sezione di Catania e Francesco Cortese della sezione di Palermo. Quarto uomo: Sajmir Kumara della sezione di Verona.

Ammoniti: 17’ pt Braglia, 37’ pt Lorenzini, 8’ st Kanoute, 8’ st Esempio, 17’ st Forte, 20’ st Bove, 34’ st Tascone

Recuperi: 2’ pt più 5’ st

Note: angoli, 3-6

TORRE DEL GRECO (NAPOLI) – Colpaccio dell’Avellino che allo stadio Amerigo Liguori di Torre del Greco si aggiudica il derby con la Turris al termine di una gara molto intensa e combattuta. La squadra di Braglia è riuscita a centrare l’obiettivo della vittoria grazie ad un primo tempo giocato con determinazione e sicurezza mettendo più volte in difficoltà gli avversari che hanno provato, invano, nella ripresa, a rientrare in partita. Ora l’Avellino può dare veramente una svolta al suo campionato soprattutto se dovesse centrare di nuovo la vittoria nel prossimo impegno di campionato dinanzi al proprio pubblico contro la capolista Bari.

La cronaca – Squadre schierate a specchio col 3-4-3. Al 2’ pt c’è subito un tiro di Ciancio deviato in angolo dalla difesa di casa. È l’Avellino che in questa fase di avvio sembra dettare i ritmi di gioco con la Turris in attesa e pronta, comunque, a colpire in contropiede. Al 5’ pt annullato per fuorigioco un gol di Giannone. Match che sembra assestarsi su ritmi elevati nonostante la poggia che incombe sull’Amerigo Liguori. Squadre che non si risparmiano e che si danno da fare per cercare di sbloccare subito il risultato. Al 12’ st punizione per l’Avellino che Tito calcia però sulla barriera. Matera ha qualche problema con i calzettoni. È per l’allenatore dell’Avellino Braglia, al 17’ pt, la prima ammonizione del match. Al 19’ pt Tascone porta in vantaggio la Turris con un diagonale da fuori area. Prova a reagire subito l’Avellino che non ci sta a perdere: riesce infatti, al 23’ pt, a conquistare il pareggio con un’autentica performance di D’Angelo che, con una semirovesciata a volo in area, fa fuori il portiere Perina. Turris 1-Avellino 1. Gara combattuta, che si fa sempre più intensa e che l’Avellino sta interpretando alla grande: al 27’ pt traversa presa in pieno da Silvestri di testa su cross dal calcio d’angolo. Gran gol, al 30’ pt, di Di Gaudio che, infiltratosi in area su un preciso passaggio di Kanoute, non ha difficoltà a superare l’estremo difensore corallino. Lupi ora in vantaggio con pieno merito. Fuori, al 36’ pt, una conclusione di Giannone. Al 37’ pt cartellino giallo per Lorenzini per un fallo su Maniero. Nervosismo tra le file dei padroni di casa che non riescono a superare il muro eretto dai lupi d’Irpinia nella zona centrale del campo. Al 44’ pt s’invola Kanoute sulla fascia destra riuscendo a mettere al centro una palla pericolosa che la difesa corallina mette in angolo. Soffre la Turris in questo finale di tempo, l’Avellino ce la sta mettendo tutta per provare a chiudere la partita. Saranno 2 i minuti di recupero. Si va negli spogliatoi con gli irpini in vantaggio per 2-1.

Ripresa – Squadre in campo con le stesse formazioni. Turris subito in avanti nel chiaro intento di voler rientrare in partita. Avellino attento a non concedere troppi spazi. Campo rallentato in più punti dalla abbondante pioggia caduta per tutto il primo tempo. Schermaglie di sondaggio in questa fase iniziale caratterizzata da un po’ di nervosismo di troppo. All’8’ ammoniti Kanoute e Esempio. Corallini in difficoltà di fronte al muro eretto dall’Avellino a metà campo. Al 13’ st occasione favorevole sciupata dalla Turris con Finardi che, in piena area piccola, perde il controllo della sfera favorendo la difesa biancoverde. Al 16’ st cartellino rosso per il medico sociale della Turris Massa che ha protestato con molta veemenza dalla panchina. Al 17’ st ammonito il portiere Forte. Insistono in avanti i corallini di Caneo che le provano tutte per conquistare il gol del pareggio. Al 20’ st cartellino giallo per Bove per un fallo su Tascone. Avellino ora sulla difensiva, costretto a subire il pressing dei padroni di casa. Al 25’ st Carriero in campo al posto di Matera. Doppio cambio, al 30’ st, nella Turris: dentro Loreto e Pavone, fuori Varutti e Santaniello. Ammonito, al 34’ st, Tascone per un fallo su Tito.

È la Turris che preme di più, Avellino un po’ troppo rinunciataro. Al 39’ st colpo di testa di Lionetti, para a terra Forte. Al 40’ st doppio cambio nell’Avellino: De Francesco e Plescia in campo al posto di Kanoute e Maniero. Nella Turris Sartore rileva Lionetti. Crampi per Tito che, al 45’ st, viene sostituito da Mignanelli. Saranno 5 i minuti di recupero. A vuoto gli ultimi tentativi dei corallini per cercare di mettere a segno il gol del 2-2. Arriva il fischio finale di Carella, l’Avellino fa il colpaccio, il secondo lontano dalle mura amiche dopo quello di Messina, e festeggia. In aggiornamento…

Aggiornamento del 28 novembre 2021, ore 17.16Le dichiarazioni post gara di mister Piero Braglia: “Penso che ce la siamo meritata questa vittoria, i ragazzi sono stati fantastici, hanno fatto un grande primo tempo, il secondo tempo è stato un tempo di lotta anche perché non è prevedibile durare cento minuti come è stata questa partita su quei ritmi. Devo fare i complimenti perché sono stati veramente bravi, anche a chi è entrato, a chi era in panchina, l’atmosfera era quella giusta. Vorrei che si continuasse così a lottare, a volte perderemo a volte vinceremo, non è perché s’era imbecilli prima ora siamo dei fenomeni, ci vuole un giusto equilibrio. Speriamo che tutti i ragazzi continuino a fare bene e che abbiano l’entusiasmo che avevano oggi a fare questa partita”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com