www.giornalelirpinia.it

    15/06/2024

Finale playoff/La Delfes batte Montecatini e ora punta su gara 4

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Basket7_defmontec3.jpgAVELLINO – Col punteggio di 81-80 la DelFes Avellino vince dinanzi al pubblico del PalaDelMauro gara-3 della finale playoff di serie B nazionale della Lnp e apre una speranza per pareggiare i conti con i toscani domenica prossima in gara-4 in programma, alle 18.00, sempre tra le mura amiche per poi giocarsi il tutto in gara-5. In aggiornamento…

Magica Del.Fes Avellino che allunga la serie finale per la promozione battendo per 81 a 80 la Fabo Herons Montecatini al termine di un match aspro e combattuto, che alla fine ha visto prevalere, con merito, i biancoverdi del presidente Giuseppe Lombardi. Che la sua prima vittoria l’ha già conquistata, con circa 2.500 spettatori sugli spalti del Paladelmauro, con tribuna Terminio e Curva Sud pieni di tifosi rumorosi e, soprattutto, con tanti giovanissimi a sostenere i colori biancoverdi. Partita dai toni agonistici molto alti, una partita da dentro o fuori per la Del.Fes, che l’ha giocata con intelligenza e con applicazione, mettendo da parte per 40’ i problemi fisici che pure affliggono alcuni atleti. Fra questi Vasl, che invece ha deciso il match con la sua tripla a 3” dal termine, rompendo la parità a quota 78.

L’81 a 80 finale è stato determinato dal canestro di Dell’Uomo, convalidato da un’incerta ed insufficiente coppia arbitrale, che è arrivato anche oltre la sirena. Ma i protagonisti in grigio si sono erti a protagonisti, concedendo anche un ulteriore decimo di secondo di gioco, per rendere più elettrizzante il finale. Ora si va a gara-4 di domenica pomeriggio alle 18, per allungare ancora la serie e giocarsi il tutto per tutto a Montecatini mercoledì prossimo.

La vittoria è arrivata con l’impegno e la determinazione di tutti, ma il protagonista assoluto è stato Vasl, spettatore non pagante nelle due gare in Toscana, che invece ha ricordato di essere un giocatore eccellente, realizzando 20 punti e tirando con il 50% da tre punti (6/12). Nonostante gli 80 punti subiti, la difesa è stata la chiave limitando Radunic e Chiera, anche se poi sono venuti fuori Arrigoni e Dell’Uomo con 18 punti a testa, frutto spesso di un gioco sporco, di tanto mestiere. Proprio Dell’Uomo e Lorenzetti sembrano essere messi in campo più per provocare che per fare gioco, come dimostra la scaramuccia del primo con Bortolin, che ha provocato il tecnico ad entrambi. Con peso specifico diverso. La Del.Fes parte forte con un 11 a 2 dopo 4’, rintuzzato dagli ospiti (13/9 al 6’), ricacciati nuovamente al – 9 un minuto dopo (18/9). Il periodo si chiude con Montecatini in rimonta (20/16) che, con il break di 0 a 10 a cavallo dei due quarti mette per la prima volta la testa avanti (20/23 al 12’). La Del.Fes reagisce con la terza tripla di giornata di Vasl, con i liberi di Chinellato e Verazzo e con il canestro di Nikolic per il 29 a 27 del 16’. I tanti viaggi in lunetta e la tripla di Chiera offrono il massimo vantaggio ai toscani (29/37 al 19’), con le squadre che vanno all’intervallo lungo sul 33 a 39. Arrigoni ribadisce il massimo vantaggio, ma poi il pallino del gioco passa in mano agli irpini con il parziale di 9 a 0 confezionato grazie al gioco da tre punti di Bortolin ed alle triple di Vasl e Verazzo. Sorpasso effettuato sul 42 a 41 del 24’, con gli ospiti tenuti a secco per circa 3’. Ora è il momento dei toscani che si riportano in vantaggio di sette lunghezze (47/54 al 28’), ma nei 2’ finali arriva un nuovo break di 10 a 2 per il sorpasso al 30’ (57/56). Arrigoni si conquista due liberi, ma poi è ancora Del.Fes ad andare avanti con la tripla di Burini e con l’unico canestro da due punti di Vasl (62/58 al 32’). Ora si va avanti a sprazzi: due triple della Fabo, un 7 a 0 della Del.Fes, ed uno 0 a 5 degli ospiti per il 69 pari del 37’. Fresno insacca la tripla che dà inizio al break di 7 a 0 per il 74 a 69 a 2’24” dal termine, e la partita diventa una vera e propria corrida con falli non fischiati e tante infrazioni non rilevate, clamoroso un fallo di piede degli ospiti che innesca un contropiede. Ed è così che, dopo i liberi di Dell’Uomo, siamo sul 78 pari a circa 18” dal termine. Vasl sa di avere la responsabilità dell’ultimo tiro e non si defila, mettendo dentro una bomba da circa otto metri per l’81 a 78, quando il tabellone segna 2” e 4 decimi al termine, nei quali gli ospiti comunque trovano il tempo di realizzare un canestro, anche se ai più è apparso a tempo scaduto. Cambia poco, perché finalmente i tifosi possono urlare al cielo la propria gioia, e festeggiare con i propri beniamini la vittoria che lascia ancora aperta la porta per la serie superiore. Appuntamento per tutti a domenica prossima al Paladelmauro con inizio alle 18.

Il tabellino del match:

Del Fes Avellino - Fabo Herons Montecatini 81-80 (20-16, 13-23, 24-17, 24-24)

Del Fes Avellino: Miha VaŠl 20 (1/2, 6/12), Matias Bortolin 15 (5/7, 0/2), Armando Verazzo 12 (1/5, 1/5), Aleksa Nikolic 11 (4/8, 1/1), Riccardo Chinellato 8 (3/4, 0/1), Federico Burini 5 (1/4, 1/2), Giovanni Carenza 4 (2/2, 0/2), Lucas Fresno 4 (0/0, 1/2), Simone Giunta 2 (1/2, 0/0), Alessio Schiavone 0 (0/0, 0/0), Pasquale Agosto 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 24 - Rimbalzi: 30 10 + 20 (Matias Bortolin 7) - Assist: 13 (Armando Verazzo 4)

Fabo Herons Montecatini: Marco Arrigoni 18 (6/9, 1/3), Daniele Dell'uomo 18 (5/6, 2/4), Adrian Chiera 12 (0/2, 4/5), Giorgio Sgobba 8 (2/3, 1/1), Gianluca Carpanzano 6 (1/4, 0/2), Matej Radunic 5 (2/5, 0/2), Jose Alberto Benites Vicente 4 (2/4, 0/4), Antonio Lorenzetti 4 (1/3, 0/0), Nicola Natali 3 (1/3, 0/4), Marco Giancarli 2 (0/0, 0/0), Matteo Lorenzi 0 (0/0, 0/0), Marco Rattazzi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 18 - Rimbalzi: 36 12 + 24 (Marco Arrigoni 12) - Assist: 14 (Gianluca Carpanzano, Jose Alberto Benites Vicente 4)Avellino, 7 giugno 2024

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com