www.giornalelirpinia.it

    07/12/2023

Se una notte in Irpinia, a Montella la festa della castagna

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Irpinia13_castag.jpgMONTELLA – Il progetto Se una notte in Irpinia un viaggiatore per le due date di novembre si sposta nel centro storico di Montella, piccolo paese dell’Alta Irpinia in cui da trentanove anni si svolge la tradizionale Festa della Castagna Igp, regina d’autunno e produzione caratteristica del territorio.

Sabato 4 novembre torna l’appuntamento con i Libri difettosi curato da Ilaria Scarano, già sold out: un viaggio calviniano, potenzialmente infinito, un’azione poetico-narrativa collettiva che aprirà le porte di case temporaneamente vuote per ascoltarle e lasciarsi ispirare. Un progetto di arte partecipata che rende omaggio all’opera “Se una notte d’inverno un viaggiatore”: nel settimo capitolo la lettrice Ludmilla, tanto desiderata dal lettore, lo invita a casa sua per la prima volta, ma non si fa trovare e così lui rimane lì ad aspettarla. Nell’attesa il lettore entra a curiosare nelle stanze, provando a ricostruire la vita della donna e a leggerla attraverso gli oggetti che fanno parte della sua quotidianità.

I partecipanti, accompagnati dal curatore nei luoghi scelti, saranno invitati a restarci un po’ di tempo per immaginare e scrivere, fino all’arrivo di qualcuno o di qualcosa. Le case, durante la breve assenza di chi quelle case le abita, con i loro oggetti e la loro storia parleranno a chi vorrà e saprà ascoltarle.  Si tenterà un’azione narrativa e poetica che nasce dall’assenza e andrà a realizzarsi in una forma incompleta, non pienamente, non del tutto, senza una fine. Nasceranno relazioni intime, connessioni tra persone e luoghi. Ascolto, lettura e scrittura a mano, condurranno alla stesura e alla pubblicazione di libri difettosi: cancellature, fogli strappati, macchie di inchiostro, rimarranno stampati in mezzo alle pagine, semplici come semplice è l’azione che le ha generate.

Mentre domenica 5 si seguono i passi di Vito Rago – guida escursionistica ambientale – nei percorsi di trekking urbano con Cammini d’Irpinia: sentieri semplici, da percorrere in due o tre ore, nati per promuovere l'esplorazione delle bellezze naturalistiche, storiche e culturali dell'Irpinia attraverso camminate guidate e interazioni con gli abitanti, ma anche con artisti, scultori, scrittori, poeti e folkloristi da incontrare lungo la strada. Si partirà alle 16 dal convento di San Francesco a Folloni, per proseguire verso la Cascata della Lavandaia, fino alla Cascata del Fascio, rientrando in paese alle 18.30 per godere della Festa della Castagna Igp di Montella.

E poi ci sarà la musica, live e itinerante in entrambe le giornate, da ascoltare, da ballare, da condividere tra le piazze e i vicoli: si alterneranno, il 4 e il 5 novembre, Piazza Irpinia, Rivolta Popolare, ‘A paranza r’o Lione, la Scuola di Tarantella Montemaranese, Lady Botte e Vinyl Gianpy.

«È un piacere vedere due proposte che si intersecano per sostenere passioni e valori colelttivi»: spiega il direttore artistico di “Se una notte in Irpinia un viaggiatore”, Felice Caputo.

«Il nostro è un esordio, un progetto nuovo che mette al centro il potenziale infinito della narrazione sul territorio - continua - la Festa della Castgna Igp di Montella è un evento storico e identitario, che ogni anno catalizza l’attenzione su un’eccellenza della provincia. In questo primo esperimento insieme ci conosciamo e ci riconosciamo, attraverso una rappresentazione dell’Irpinia comune. Una selezione musicale trasversale, accessibile e popolare accompagnerà degustazioni, show-cooking e visite agli stand, senza dimenticare la firma calviniana dell’azione poetica portata avanti da Ilaria Scarano e i cammini affidati a Vito Rago, che guiderà i partecipanti attraverso le bellezze e la storia del comune di Montella. Due appuntamenti fissi in ogni nostra tappa».

Mancano ancora tre luoghi da scoprire per completare il viaggio con Se una notte in Irpinia: il 27 dicembre ad Aiello del Sabato, il 28 a Forino e il 29 dicembre a Montefalcione.

"Se una notte in Irpinia un viaggiatore", è un progetto finanziato nell'ambito del "Programma unitario di percorsi turistici di tipo culturale, naturalistico, ed enogastronomico di portata nazionale e internazionale. Periodo di svolgimento giugno 2023 - maggio 2024" a valere sui fondi Poc Campania 2014-2020, linea strategica "Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura".

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com