www.giornalelirpinia.it

    02/02/2023

Raggi a Flumeri: «Una bella storia di economia, abbiamo salvato la nostra azienda dei trasporti e la Iia»

E-mail Stampa PDF

Virginia RaggiFLUMERI – “Questa è una bella storia di economia reale che rinasce davvero. Grazie al concordato di Atac noi abbiamo salvato la nostra azienda dei trasporti di Roma, che è la più grande d’Europa, Atac ha ricominciato a fare ordini di autobus e, grazie alle commesse, abbiamo salvato un’altra azienda, la Industria italiana autobus. Oggi siamo venuti a vedere lo stabilimento che ha riaperto dopo tanti anni e non solo ha ricominciato a riprendere quasi tutti i cassaintegrati, ma ha prospettive di nuove assunzioni. Quindi, con un’operazione abbiamo salvato due aziende, non abbiamo tagliato posti di lavoro, stiamo assumendo nuove persone e produciamo in Italia”.

Così la sindaca pentastellata di Roma, Virginia Razzi, oggi a Flumeri dove, accompagnata dal presidente di Atac, Paolo Simioni, dall’amministratore delegato di Iia, De Filippis, dai parlamentari irpini del M5S Sibilia e Maraia,  da amministratori e sindaci della Valle dell’Ufita, ha visitato lo stabilimento di Industria italiana autobus, ex Iribus, ex Iveco, da cui, grazie alla importante commessa venuta dalla capitale, usciranno i bus che rinnoveranno il parco Atac.

“È un bellissimo stabilimento, molto grande e sono soprattutto orgogliosa del fatto – ha sottolineato la Raggi – che con un’operazione del genere abbiamo rimesso in moto un pezzo di economia italiana, in Italia. Quindi direi che è un’operazione vincente su tutti i fronti, io sono orgogliosa di quello che abbiamo tutti collettivamente fatto perché veramente uno sforzo per tutti, ma uno sforzo ripagato, ripagato in economia reale, posti di lavoro, posti di lavoro in Italia, famiglie italiane, insomma è…commovente, veramente commovente”.

“Abbiamo già messo su strada i primo 227 bus costruiti direttamente da Industria italiana autobus, nel corso del 2020 ne arriveranno altri 328. Oltre a questi si aggiungono i 45 bus su Roma che erano stati acquistati nel 2009 ed erano rimasti a marcire di fatto in un deposito, stiamo rimettendo  in strada 60 minibus elettrici, insomma stiamo rinnovando completamente la flotta, entro la fine del mandato dovremmo rimettere su strada circa 700 bus abbassando l’età media del parco circolante da dodici  ad otto anni: questo vuol dire svecchiare la flotta ed avere un servizio di migliore qualità”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com