www.giornalelirpinia.it

    02/02/2023

Giustizia alternativa: convegno della Camera di commercio sull’arbitrato

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Attualita_chiesa_oratorio_ss_annunziata.jpgAVELLINO – Il sistema delle Camere di commercio è da tempo impegnato a diffondere la cultura della cosiddetta giustizia alternativa. Quella ordinaria ha tempi biblici; conciliazione, mediazione e arbitrato possono risolvere le controversie in un lasso temporale assai ridotto, peraltro con costi contenuti. Soprattutto per le imprese l’Adr – questo l’acronimo dell’Alternative Dispute Resolution (Metodi alternativi di risoluzione delle controversie) assai diffuso nei Paesi anglosassoni – è quanto mai atteso e auspicato perché velocizzerebbe la conclusione delle liti sia tra imprese sia tra imprese e semplici cittadini. D’altronde è noto che una delle cause frenanti gl’investimenti in Italia è rappresentata proprio dalla lentezza del nostro apparato giudiziario che scoraggia gli operatori stranieri. La Camera di commercio di Avellino ce la sta mettendo tutta per creare in provincia i presupposti all’accoglimento di questo metodo nuovo per ottenere giustizia. Un anno fa ha istituito l’organismo di mediazione, iscrivendolo nell’apposito elenco tenuto dal ministero della Giustizia. Ora ha sottoscritto con la Camera arbitrale di Milano, la più importante d’Italia, una convenzione per offrire alle diverse categorie interessate della nostra provincia un servizio di arbitrato, qualificato e innovativo, in grado non soltanto di gestire  le controversie commerciali (sia nazionali che internazionali), ma anche di arare, per dir così, il terreno affinché sia pronto ad accogliere questi strumenti di giustizia alternativa e di gestione etica dei conflitti.

Il primo atto in proposito è l’organizzazione di un convegno sul tema “L’arbitrato: uno strumento in più per una gestione costruttiva dei conflitti”. Di notevole spessore gl’interventi in programma: Enzo Maria Marenghi, preside della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Salerno, parlerà su “La gestione del conflitto nell’attività d’impresa: conciliazione, mediazione, arbitrato”; Rinaldo Sali, della Camera arbitrale di Milano, intratterrà l’uditorio su “Amministrare l’arbitrato: nomine, tempi e costi”; Maria Mucci, Segreteria tecnica Abf-Collegio di Napoli, terrà una relazione su “Nuove opportunità per la soluzione delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari”; Tiziana Pompei di Unioncamere interverrà su “La centralità della conciliazione amministrata presso le Camere di commercio”.

Il convegno sarà aperto dai saluti del presidente della Camera di commercio di Avellino, Costantino Capone, del Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Avellino, Angelo Di Popolo, e del direttore della Banca d’Italia, filiale di Avellino, Giuseppe Genovese. L’appuntamento per questo importante meeting è per venerdì 25 maggio alle ore 9,30 presso la sala della Chiesa dell’Oratorio della Santissima Annunziata (nella foto) adiacente la sede storica dell’ente camerale in piazza Duomo. Il convegno è rivolto a professionisti, associazioni di categoria, imprenditori e privati cittadini. L’incontro si svolge in collaborazione con gli ordini professionali della provincia (Odcec di Avellino, Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi, Consiglio dell’ordine dei notai di Avellino e Sant’Angelo dei Lombardi, Consigli dell’ordine degli avvocati di Avellino, di Ariano Irpino e di Sant’Angelo dei Lombardi), che riconosceranno crediti formativi agli iscritti partecipanti, nella misura di 1 credito per ogni ora di effettiva presenza.

La partecipazione al convegno è gratuita; per motivi organizzativi è richiesta la registrazione tramite il sito della Camera di commercio di Avellino, www.av.camcom.it.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com