www.giornalelirpinia.it

    21/04/2024

L’Avellino si sveglia tardi, il Bari resiste e vince

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Calcio8_baravel.jpgMarcatori: 30’ pt Antenucci, 5’ st Perrotta, 30’ st Albadoro

BARI-AVELLINO 2-1

BARI (4-3-1-2): Frattali, Ciofani, Sabbione, Perrotta, Costa; Maita, Bianco (13’ st Schiavone), Scavone (30’ st Hamlili), Laribi (30’ st Terrani), Antenucci (30’ st D’Ursi), Simeri (46’ st Berra). A disposizione: Liso, Marfella, Di Cesare, Costantino, Corsinelli, Folorunsho. Allenatore: Vivarini.

AVELLINO (3-4-3): Dini; Laezza, Morero (1’ st Garofalo), Illanes; Celjak, De Marco (1’ st Rizzo), Di Paolantonio, Izzillo (8’ st Ferretti), Parisi; Micovschi (29’ st Evangelista), Albadoro. A disposizione: Tonti, Zullo, Rossetti, Bertolo, Njie, Federico. Allenatore: Capuano.

Arbitro: Cristian Cudini di Fermo. Guardalinee: Antonio Severino di  Campobasso e Paolo Cubicciotti di Nichelino.

Ammoniti: al 10’ pt Sabbione, 37’ pt Di Paolantonio

Recuperi: 0’ pt più 4’ st.

Note: angoli, 6-5.

BARI – L’Avellino si sveglia tardi e, nonostante un finale intenso, non riesce a completare la rimonta dei due gol che hanno consentito al Bari di Vivarini di conquistare un'importante vittoria ai fini della classifica. La squadra di Capuano, sotto gli occhi del nuovo proprietario Angelo D'Agostino e del sindaco Festa, si è dovuta arrendere mettendo così fine alla serie di sei risultati utili consecutivi. Prossimo impegno per i biancoverdi domenica, in casa, contro la Ternana.

La cronacaSubito in avanti al fischio d’avvio del match i galletti che provano a sorprendere la retroguardia irpina. Ritmi sostenuti in questa fase iniziale: all’8’ pt pericoloso diagonale di Simeri, sfera che lambisce il palo e finisce sul fondo. Insistono in avanti i biancorossi pugliesi con l’Avellino per ora costretto sulla difensiva. Ammonito, al 10’ pt, Sabbione. Non ci sono, comunque, in questa fase pericoli da segnalare per le due porte. Sibila, al 16’ pt, di poco sulla traversa il forte tiro dalla distanza di Simeri. Prova, al 23’ pt, l’Avellino ad affacciarsi in avanti ma è un fuoco di paglia costretto com’è a guardarsi le spalle dalla asfissiante pressione dei padroni di casa. Al 27’ pt veloce incursione di Parisi che, però, viene neutralizzata dall’attenta retroguardia di casa. Si sblocca il risultato, al 30’ pt, grazie ad una precisa conclusione di Antenucci che fa fuori Dini con un preciso diagonale in piena area irpina. Al 37’ pt cartellino giallo per Di Paolantonio per ostruzionismo su Laribi. Al 41’ pt Avellino pericoloso con Albadoro la cui conclusione è alta sulla traversa. Finisce il primo tempo con il Bari in vantaggio per 1-0.

Ripresa –  In campo per l’Avellino, dal 1’ st, Garofalo e Rizzo al posto, rispettivamente, di Morero e De Marco. Subito pericoloso il Bari con Simeri che s’invola sulla fascia destra, fuori però la sua conclusione. Non fallisce il bersaglio, al 5’ st, Perrotta, ex di turno, lesto a metter dentro una palla messa in area dalla sinistra. Avellino in evidente difficoltà e Capuano prova a porvi rimedio mandando in campo, all’8’ st, Ferretti al posto di Izzillo. Riprende il Bari ad attaccare a testa bassa con la chiara intenzione di rimpinguare il bottino e mettere ulteriormente al sicuro il risultato. Avellino che non riesce per ora a reagire e ad impostare un minimo di manovra in grado di impensierire gli avversari. Al 13’ st nel Bari Schiavone rileva Bianco. Non cambia la formula della partita con il Bari a condurre le danze e l’Avellino costretto a subire. Al 29’ st fuori Micovschi, dentro Evangelista. Un minuto dopo arriva il gol di Albadoro, lesto a prendere in area piccola una respinta del portiere di casa Frattali, altro ex, su un tiro di Ferretti. Non vuole correre rischi Vivarini che, al 30’ st, effettua tre cambi mandando in campo Hamlili, Terrani e D'Ursi al posto di Scavone, Laribie  e Antenucci. Ci crede ora l’Avellino che si riversa in avanti in cerca del gol del 2-2 dando vita ad un finale di gara molto intenso e sicuramente più incisivo sul piano dell’impegno e del gioco. Al 45’ st nuovo cambio nel Bari: fuori Simeri, dentro Berra. Saranno quattro i minuti di recupero. Il risultato non cambia: il Bari batte l’Avellino 2-1. In aggiornamento…

Aggiornamento del 1° marzo 2020, ore 20.25 – Le dichiarazioni dell’allenatore Ezio Capuano nel dopo gara: "Sono state due partite differenti in una i goal nascono da due situazioni tattiche differenti e sono molto arrabbiato per come è maturato il secondo, lavoriamo in settimana proprio per evitare simili sbagli. Queste sono disattenzioni che ci costano la gara. Siamo cresciuti nel secondo tempo, ripartiamo da lì. Il Bari ha gestito ma ha tirato molto poco in porta. Per quel che riguarda il prosieguo del campionato, non abbiamo paura di nessuno. Il girone di ritorno è totalmente diverso, tutte le squadre vogliono fare punti quindi nulla è già scritto. Il cammino è ancora lungo e tortuoso".

Daniele Ferretti: "Il rammarico nasce dall'aver preso subito goal nel secondo tempo perché nei 90' non abbiamo concesso molto. Il Bari è una grande squadra, lo sapevamo e ci ha punito. Il mio mese ad Avellino? Non posso che avere buone sensazioni, il solo indossare questa maglia è un orgoglio. Ora pensiamo a chiudere al meglio".

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com