www.giornalelirpinia.it

    21/04/2024

Coppa Italia/L’Avellino si sveglia tardi, il Renate vince e passa il turno

E-mail Stampa PDF

Santaniello (fonte: Us Avellino)Marcatori: 10’ pt Giovinco, 30’ st Galoppini, 38’ st Burgio

RENATE –AVELLINO 2-1

RENATE (3-4-1-2): Gemello; Merletti, Damonte, Magli (33' st Marafini); Anghileri, Kabashi, Raineri (33' st Confalonieri), Esposito (28' st Possenti); Giovinco (19' st Rada); Galuppini, Sorrentino (19' st De Sena). A disposizione.: Bagheria, Plescia, Grbac.  Allenatore: Diana

AVELLINO (3-5-2): Forte; Dossena (20' st Burgio), Miceli, Rocchi; Ciancio, Silvestri, De Francesco, Bruzzo  (10' st Bernardotto), Adamo; Maniero, Santaniello. A disposizione: Pane, Pizzella, Aloi. Allenatore: Braglia.

Arbitro: Matteo Gariglio della sezione di Pinerolo. Assistenti: AndreaTardino della sezione di Milano e Michele Lombardi della sezione di Brescia. Quarto ufficiale: Andrea Colombo della sezione di Como.

Ammoniti: Silvestri 29′ pt, Dossena 30′ pt, 13’ st Silvestri, 23’ st

Espulsi: 13’ st Silvestri, 40’ st Aloisi, segretario dell’Avellino, 48’ st De Simone, vice allenatore.

Recuperi: 0’ pt più 4’ st.

MEDA (Monza-Brianza)  – L’Avellino esce sconfitto per 2-1 dalla prima gara ufficiale di questa stagione, quella di  Coppa Italia giocata allo stadio Città di Meda, nel cuore della Brianza.

La squadra di Braglia, in campo in maglia e pantaloncini gialli con risvolti verdi, è apparsa, soprattutto nel primo tempo, impacciata e agonisticamente in ritardo, salvo poi, nella ripresa, soprattutto nella parte finale, a tirar fuori un minimo di orgoglio per mettere in sesto una gara che ormai era compromessa. Non è mancato un eccessivo nervosismo e in campo e sulla panchina come fa registrare il tabellino con ben tre espulsioni. Squadra, comunque, che va completata e, soprattutto, assestata anche sul piano psicologico in vista del primo impegno di campionato ormai alle porte, quello di domenica prossima – sciopero dei calciatori permettendo – in programma, alle ore 17:30, allo stadio Partenio-Lombardi.

La cronaca – Al 6’ pt prima azione pericolosa della partita ad opera del Renate che incomincia a far sentire il fiato grosso sulla difesa dell’Avellino, subito apparsa piuttosto incerta. Tenta di replicare la squadra irpina con Maniero, palla fuori. Al 10’ pt Renate in vantaggio con Giovinco che mette in rete una palla respinta dal portiere Forte su tiro di Ranieri. Prova a reagire l’Avellino ma la sua manovra appare ancora lenta e a tratti impacciata. Non decolla la partita degli irpini. Al 19’ pt manca il gol del 2-0 il Renate con Sorrentino, grazie anche ad un'incertezza di Bruzzo, mette in angolo Forte. Al 23’ pt errore difensivo di Adamo che mette in difficoltà il proprio portiere. Al 28’ pt nuova occasione per  i padroni di casa con Galuppini, respinge di piede Forte. Avellino in evidente difficoltà, soprattutto nella zona centrale del campo con non pochi problemi di raccordo sia con il reparto difensivo che con quello d’attacco. Al 41’ pt tiro dalla distanza di Adamo, para a terra il portiere Gemello. Primo tempo che si avvia stancamente alla fine. Al 43’ pt ancora vicino al gol del 2-0 il Renate con Sorrentino che però fallisce clamorosamente il bersaglio. Al 45’ pt destro dalla distanza di Santaniello, palla in angolo.

Ripresa – Al 2’ st subito pericoloso il Renate con Anghileri, sbroglia ancora una volta la situazione il portiere Forte. All’11’ st Bernardotto rileva Bruzzo nelle file dell’Avellino. Al 13’ st seconda ammonizione per Silvestri  che deve lasciare il terreno di gioco. Avellino in dieci. Al 17’ st reclamano gli irpini per un fallo di mano in area lombarda, l’arbitro fa segno di continuare.  Al 30’ st Renate in gol con Galoppini che fa fuori Forte con un preciso sinistro a fil di palo. Gara ormai compromessa per gli uomini di Braglia che non riescono a dare consistenza alla loro manovra ancora troppo impacciata. Al 39’ st, però, va in gol l’Avellino con una gran botta dalla distanza di Burgio: palla che va ad insaccarsi sotto la traversa, niente da fare per il portiere Gemello.

L’Avellino prende coraggio e si riversa in avanti in cerca del pareggio. Cade in area Bernardotto strattonato dal suo avversario, l’arbitro fa segno di continuare. Saranno quattro i minuti di recupero. L’Avellino ci prova, ma il risultato non cambia.

Aggiornamento del 23 settembre 2020, ore 20.15 - Le dichiarazioni di mister Braglia, allenatore dell’Avellino, nel post gara: “Abbiamo sbagliato totalmente l’approccio alla gara. Abbiamo fatto venti minuti pessimi dove loro ci hanno aggredito, è una squadra più rodata della  nostra, giocano insieme da tanto tempo, poi piano piano abbiamo preso le misure, abbiamo iniziato a giocare. Il problema è che non potevi fare cambi, non potevi fare niente anche perché eravamo contati. Perciò, avevi anche le mani legate. Tutto sommato, anche quando siamo rimasti in 10, abbiamo sempre cercato di giocare ed abbiamo onestamente fatto anche delle buone cose”.

“Spero che la società intervenga, ci mancano dei giocatori, oggi c’era un ragazzo in difficoltà enorme, non l’ho levato per rispetto, però dobbiamo aumentare la qualità, la disponibilità, siamo un cantiere aperto”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com