www.giornalelirpinia.it

    20/04/2024

Volley, salvezza a rischio l’Atripalda prova a vincere

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_sidigas_avellino.jpgATRIPALDA – Sette punti nelle ultime sei partite. Con questo ruolino di marcia la salvezza diretta è diventata una chimera irraggiungibile per la Sidigas che ora si vede costretta ad aggrapparsi al terzultimo posto che vorrebbe dire disputare almeno i play out per la permanenza in serie A2.

Molte giustificazioni per la sconfitta dello scorso 16 gennaio in terra di Puglia contro Molfetta. I ragazzi di Lorenzoni, infatti, erano ancora molto scossi per la prematura scomparsa dell’indimenticato vice allenatore Giancarlo Imbimbo. 3-1 per i padroni di casa il risultato finale. Pronta riscossa nelle due successive gare contro Reggio Emilia e Città di Castello.

Nell’incontro con gli emiliani, disputato al “PalaDelMauro”, Atripalda offriva una prova corale tra le migliori della stagione. Un plauso particolare per De Paula (30 punti) e Nemeth (16 punti) che contribuivano in maniera importante al 3-1 finale.

Trascinati dal brasiliano, dall’ungherese e dal martello italiano, Cosimo Gallotta, gli irpini riuscivano ad incamerare il bottino pieno anche nella successiva trasferta umbra contro la Gherardi Svi. Bravi gli atleti guidati da Lorenzoni ad approfittare degli infortuni e del cattivo momento di forma dell’avversario di turno.

Solo un punto, invece, raccolto dalla Sidigas nella sfida interna col Club Italia del match seguente. In svantaggio di due set a zero e scioccati dall’infortunio patito da Nemeth nel primo gioco, i bianco verdi riuscivano solo parzialmente a rimontare prima di crollare ai vantaggi (16-18) al tie-break.

Peggiore è risultato l’esito dell’ottava giornata di ritorno. Atripalda, ospite di Genova, lottava ma non era capace di salire sul piedistallo e fare il salto di qualità nei momenti clou della partita. Prova dignitosa, ma punti zero.

Molto deludente, invece, sotto tutti i profili, la sfida salvezza di domenica scorsa giocata e persa tra le mura amiche contro Cantù. Un risultato di 1-3 che lascia l’amaro in bocca soprattutto per il poco carattere mostrato dai ragazzi di Lorenzoni, tra l’altro anche espulso. A questo punto, per coltivare la speranza di salvarsi ai play out, appare fondamentale battere la Ngm Mobile Santa Croce nell’incontro casalingo di domani pomeriggio.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com